Domanda:
I professori dovrebbero intervenire se uno studente indossa abiti offensivi nella loro classe?
ff524
2014-03-05 10:47:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una domanda sui codici di abbigliamento universitari mi ha ricordato un incidente accaduto quando ero uno studente universitario, in cui un compagno di classe è venuto a scuola indossando una t-shirt davvero offensiva e misogina -shirt.

Ero estremamente a disagio, soprattutto perché questo era un programma di ingegneria ed ero una delle sole tre o quattro studentesse in una classe di circa cinquanta. Più tardi quel giorno ho avuto un'altra lezione con lo stesso studente e indossava ancora la maglietta. Ricordo di aver desiderato in quel momento che un membro della facoltà o qualcuno con più autorità di me facesse qualcosa al riguardo.

Quindi, la mia domanda è la seguente:

  • Un professore dovrebbe intervenire se uno studente della sua classe indossa abiti che potrebbero essere offensivi e ostili ad altri studenti? In caso affermativo, come?
  • Se sì: ci sono scenari in cui un professore dovrebbe non fare qualcosa anche se i vestiti di uno studente contengono materiale ostile nei confronti di un altro studente o gruppo di studenti?

E infine,

  • Se mi imbatto in questo scenario come TA, in cui uno studente (che potrebbe essere un pari nel mio programma di studio) nella mia classe indossa qualcosa di offensivo, cosa posso fare al riguardo? Non mi sento a mio agio (o al sicuro, se è per questo) come una donna che affronta uno studente maschio su un capo di abbigliamento che è offensivo per le donne. D'altra parte, sento che è mia responsabilità mantenere un ambiente non ostile nella mia classe.

Le molestie discriminatorie sono vietate dal codice dell'università condotta e comprende: collocare materiale scritto o grafico che sminuisca o mostri ostilità o avversione verso un individuo o un gruppo a causa di razza, colore, religione, sesso, origine nazionale, età o disabilità.

Il capo di abbigliamento in questione conteneva uno slogan e un'immagine indubbiamente umilianti e ostili nei confronti delle donne.

Questo non dipende davvero dalle leggi sulla libertà di parola di quel particolare paese e / o da specifici codici di abbigliamento di università / college? Se quel particolare abbigliamento è contro uno qualsiasi di questi principi, allora un professore può obiettare, altrimenti, non vedo perché il professore / AT dovrebbe preoccuparsene.
@Shion L'abbigliamento viola certamente la politica universitaria in materia di molestie discriminatorie e il professore dovrebbe preoccuparsi se la sua classe è un ambiente ostile per alcuni studenti.
Perché qualcosa è automaticamente ostile se è una visione impopolare? Le leggi sulla libertà di parola hanno lo scopo specifico di proteggere le opinioni impopolari e delle minoranze. Se tutto ciò che questo studente sta facendo è indossare una maglietta con un messaggio, non penso che questo dovrebbe essere interpretato automaticamente come discriminatorio / ostile.
Detto questo, penso che se ti senti preoccupato, dovresti assolutamente segnalare questo incidente all'amministrazione e lasciare che se ne occupi. Specifico per gli Stati Uniti, molti di questi casi simili con messaggi di libertà di parola e abbigliamento sono stati respinti dalle Corti d'appello federali per violazione del Primo Emendamento e molti di questi casi stanno ora facendo il giro del sistema giudiziario.
@Shion Molestie discriminatorie: "Materiale scritto o grafico che sminuisce o mostra ostilità o avversione verso un individuo o un gruppo a causa di razza, colore, religione, ** sesso **, origine nazionale, età o disabilità"
Ci sono alcune leggi giurisprudenziali molto interessanti nel sistema giudiziario degli Stati Uniti su questo dato che cade nella zona crepuscolare tra l'assoluta libertà di parola e la necessità di bilanciare un ambiente antidiscriminatorio. La Corte Suprema _non_ ha emesso una sentenza definitiva in merito a questo problema, ma gli studiosi, tranne questo, saranno decisi con una certa finalità nei prossimi 10 anni.
Non vedo davvero come entra in gioco la libertà di parola qui. Il primo emendamento negli Stati Uniti riguarda il GOVERNO che non limita la libertà di espressione. Se, ad esempio, si tratta di una scuola privata, non ci sono esenzioni globali per la libertà di parola. In ogni caso, non è questa la domanda che ci viene posta.
Anche se la scuola è pubblica, ciò non significa che l'aula sia uno spazio pubblico in cui chiunque ha il diritto di (i) occupare e (ii) parlare senza restrizioni. Ad esempio, devi smettere di parlare quando l'istruttore te lo chiede. Il mancato comportamento in aula (come stabilito dalla politica universitaria e dall'istruttore) è motivo di dimissione dall'aula e, se il comportamento è particolarmente flagrante e / o ripetuto, dal corso.
Non ci sono informazioni nel post che il reato sia avvenuto negli Stati Uniti, quindi fare riferimento alle leggi statunitensi sembra prematuro. Tuttavia, mancano anche informazioni importanti sul personaggio della t-shirt, solo l'interpretazione dall'OP. Farà una grande differenza se fosse davvero un testo ** mistogino ** (discorsi di odio, minaccia di violenza / sterminio) o solo OP lo avesse interpretato come ostile.
@ Łukasz 웃 L ツ Credo che non sarebbe costruttivo pubblicare uno slogan offensivo su questo sito, anche a scopo illustrativo.
@ff524 è importante che le persone sappiano di cosa stanno parlando ... Almeno dovresti specificare la classe del testo. Usando la parola ** mysogynic **, si potrebbe supporre che sia il discorso dell'odio, quindi chiama alla violenza o allo sterminio, o all'allontanamento delle donne dalla società. Tuttavia, AFAIK, le idee mistogine provenivano solo da pensatori vecchi e amareggiati, ed è improbabile che vengano viste sulla maglietta di qualcuno. Ho sentito parlare di organizzazione androgina (odio generale verso l'umanità, in un solo caso odio contro gli uomini).
@ Łukasz 웃 L ツ Puoi chiedere informazioni su questo meta; se il consenso è che va bene pubblicare questo messaggio a scopo illustrativo, lo farò. Altrimenti non lo farò.
@ Łukasz 웃 L ツ Inoltre: ** molestie / misoginia non sono limitate ai messaggi "violenti" che richiedono di danneggiare fisicamente le donne. **
@ff524 non devi postare il messaggio, ma non dovresti lasciare il posto anche a interpretazioni errate. Se il messaggio richiede davvero l'omicidio, il tuo collega potrebbe essere un potenziale candidato per il massacro, quindi chiama la polizia / FBI / i militari / chiunque sarebbe consigliato al più presto. Tuttavia, è difficile dirlo senza conoscere la quantità di odio nel messaggio. Beh, supponendo che tu viva in un paese in cui le armi sono facilmente disponibili. Anche questo fa la differenza. D'altra parte, l'odio / avversione per le donne può essere un sintomo di una forte depressione, che potrebbe portare a tentativi di suicidio, ecc.
@ Łukasz 웃 L ツ Ho detto che "il capo di abbigliamento in questione conteneva uno slogan e un'immagine che è indubbiamente umiliante e ostile nei confronti delle donne" - Non lo considero soggetto a interpretazioni errate, a meno che tu non pensi che non sappia come identificare qualcosa che è umiliante e ostile nei confronti delle donne.
Doppio controllo: sono curioso di sapere se saresti stato altrettanto offeso se i sessi fossero stati scambiati.
@AaronHall Intendi dire se una donna indossasse la camicia misogina? O una donna indossava una camicia misandrica? Probabilmente non mi sarei sentito personalmente traumatizzato nel secondo caso, ma penso comunque che dovrebbe intervenire una figura autoritaria.
@AaronHall Controllo della stupidità: sono curioso di sapere se ci sono prove di qualcosa di lontanamente simile che accade con regolarità se i sessi sono stati scambiati. Inoltre, non sarebbe ancora equivalente.
Non sono davvero sicuro che il risultato dovrebbe dipendere dal fatto che le persone qui credano che il display fosse "sufficientemente misogino" o meno. Perché non prendere semplicemente come stabilito che effettivamente era: la domanda è davvero su cosa fare dopo, e questa è una domanda ragionevole da porre.
Non per schierarmi con il tuo professore che non è intervenuto all'epoca, ma poiché qualcuno non è cresciuto negli Stati Uniti e non conosceva molto bene la cultura gergale, avrei potuto essere completamente ignaro di qualunque maglietta indossi. Credo che gli studenti che si sentono offesi dovrebbero contattare l'AT e anche il professore, invece di sperare in un momento a-ha dal professore.
@Penguin_Knight Questo è un ottimo punto: la maglietta in questione utilizzava un termine gergale per i genitali maschili che è molto noto negli Stati Uniti, ma potrebbe non essere conosciuto altrove.
Questa domanda oscura un po 'il fatto che dovrebbero intervenire anche gli altri studenti, specialmente quelli maschi in caso di messaggio misogino. Ogni adulto ha una responsabilità, e il particolare messaggio offensivo mette sempre sulla difensiva alcuni demografici che sanno che tipo di risposta otterranno se si lamentano. Gli studenti universitari hanno la stessa età dei dipendenti che non dovrebbero molestare i loro colleghi.
Puoi fornire dettagli sul contenuto della maglietta, ora che hai ricevuto una buona quantità di feedback imparziale (in termini di contenuto)?
@HC_ Credo non sarebbe costruttivo pubblicare uno slogan offensivo su questo sito, anche a scopo illustrativo.
@HC_ Perché richiedere ogni singolo dettaglio all'OP? Dovremmo rispettare la scelta delle persone di essere (parzialmente) anonimi, piuttosto che mettere in discussione la loro interpretazione a causa di dettagli incompleti. La domanda è chiara (e anche più generale) senza di essa. Ho aperto [una meta domanda] (http://meta.academia.stackexchange.com/questions/834/people-denying-the-situation-in-the-questions-instead-of-answering) chiedendo, tra le altre cose cose, perché dovrebbe essere necessario ogni singolo dettaglio?
OP: Ok :). @penelope Solo per curiosità, niente di più. Non ho detto nulla per suggerire che stavo mettendo in dubbio la sua interpretazione, poiché la questione è di principio; Penso che sia piuttosto ingiusto da parte tua saltare a conclusioni del genere e presumere che stessi mettendo in dubbio l'interpretazione o il merito di OP. Volevo solo vedere cosa uno studente di ingegneria maschio avrebbe pensato erroneamente che fosse giusto indossare a lezione.
@Hc_ Spiacente, non volevo sembrare aggressivo. La meta domanda non era aperta a causa del tuo commento, o anche solo di questa domanda. E, l'OP ha detto più volte nei commenti che riteneva non costruttivo pubblicare uno slogan offensivo sul sito ... probabilmente semplicemente non l'hai visto prima, ma dopo tutto il tumulto su questa domanda, ero troppo veloce per saltare alle conclusioni. Scusate :/
Questo è stato pubblicato due giorni fa, quindi presumo che l'incidente sia arrivato e finito. In questo caso, parlerei con il prof e gli farei costruire un'e-mail generale alla lista della classe ricordando agli studenti di non indossare quel tipo di abbigliamento offensivo per la classe. Se lui (o qualcuno) lo fa di nuovo, allora intensifica e i) chiama la sicurezza o ii) semplicemente dì allo studente che i loro vestiti non sono appropriati da indossare in questa classe.
@ff524 Senza il contenuto dello slogan in questione, chiunque tenti di esprimere un giudizio su detto slogan viene lasciato a caccia di gremlins. Questo è un forum responsabile popolato da adulti in grado di discutere l'argomento. Niente di buono viene dall'offuscamento.
@Travis: Ma la questione * non * è di esprimere un giudizio sullo slogan, e penso che sia saggio che l'OP lo lasci non detto specificamente per evitare che questa discussione si trasformi in una valutazione dello slogan. La domanda è cosa fare dopo, ammesso che lo slogan sia effettivamente sufficientemente ostile. (Questo forum può effettivamente essere costituito da "adulti in grado di discutere l'argomento", ma poiché l'argomento è * non * lo slogan, è in qualche dubbio se gli adulti siano in grado di riconoscere l'argomento in primo luogo.: -))
@ShreevatsaR Sì, mi sono reso conto dell'errore mentre guardavo alcune delle risposte. Penso che la confusione derivi dall'idea che la domanda sulla pagina potrebbe non essere la domanda che viene posta, ma questo forum è per rispondere alla domanda sulla pagina, quindi accetto che il mio commento precedente sia irrilevante.
Apparentemente non ho abbastanza rappresentante per rispondere a domande protette, quindi lo lascio qui. Penso che i professori dovrebbero avere ampia autorità e discrezione per decidere se qualcuno può indossare o meno qualcosa nella loro classe, * in base al fatto che l'abbigliamento sia coerente o meno con gli obiettivi della classe, * e la scuola dovrebbe sostenerlo. Non deve essere offensivo, deve solo essere ** una distrazione ** (top trasparenti, jeans gangsta che cadono fino alle ginocchia e asini che pendono dal fondo dei pantaloncini rientrano anche in questa categoria).
"non sentirsi a proprio agio (o al sicuro, se è per questo) come una donna che affronta uno studente maschio su un capo di abbigliamento che è offensivo per le donne". - in particolare su questo punto, il tuo datore di lavoro ha la responsabilità di aiutarti a gestire (e imparare a gestire) situazioni rischiose in classe. A parte il loro dovere di cura nei tuoi confronti, se non ti senti a tuo agio nel far rispettare le loro regole quando agisci come loro rappresentante, allora hanno un problema. Conoscere l'atteggiamento dell'organizzazione, le sue procedure e i piani di riserva può farti sentire più a tuo agio. Almeno puoi ottenere consigli informali dagli altri.
... e se (purtroppo) si scopre che l'organizzazione * non * dispone di procedure e supporto per gli AT in tali situazioni, allora almeno sai per certo di non correre rischi. Spero che questo sia abbastanza raro, ma potrebbe dipendere dal paese e persino dalle persone specifiche che gestiscono determinate università o dipartimenti.
Caro @ff524,, trovo pienamente legittimo il tuo timore di ripercussioni del confronto diretto di questo individuo come minoranza offesa. Tuttavia, sento che la responsabilità di qualsiasi figura autoritaria di sostenere il credo dell'università non diminuisce in alcun modo il tuo diritto e dovere come individuo offeso di sollevare le tue preoccupazioni alle autorità competenti, cosa che non hai. Sicuramente la clausola di molestie discriminatorie che hai citato ti fornisce un caso e avrai sostenitori nei tuoi TA e professori se li cercassi, ma dovresti svolgere un ruolo più attivo nel garantire i tuoi diritti come chiaramente affermato
Cosa significa parola N, parola C, parola F, ecc.?
@user781 Sono forme censurate di parole offensive. I seguenti collegamenti vanno alla pagina wikipedia della pagina non censurata: [N-word] (https://en.wikipedia.org/wiki/Nigger), [C-word] (https://en.wikipedia.org/ wiki / Cunt), [F-word] (https://en.wikipedia.org/wiki/Fuck)
@Suresh Non esiste un "Diritto a non essere offeso", dal governo né da qualsiasi istituzione di cui io sia a conoscenza. A meno che l'Università non avesse una politica esplicita contro gli indumenti che quella persona ha scelto di indossare, allora c'è poco OP (o chiunque) potrebbe effettivamente fare al riguardo. A volte, è semplicemente più facile e migliore far crescere una pelle spessa.
ff524 Dici "Non lo considero soggetto a interpretazioni errate, a meno che tu non pensi che non sappia identificare qualcosa che è umiliante e ostile nei confronti delle donne". Sfortunatamente non c'è consenso su questo, quindi non prenderei personalmente la curiosa domanda di @HC_. Per esempio. molte persone apparentemente serie e altrimenti ragionevoli credono che qualsiasi rapporto sessuale tra un uomo e una donna sia umiliante e ostile nei confronti delle donne. Comunque, come è stato sottolineato, non è questo il punto, e sono d'accordo con te che pubblicare lo slogan qui sarebbe controproducente.
@penelope Due anni dopo, capisco meglio perché questa domanda è meglio servita senza un esempio specifico (immagine) :) (meglio tardi che mai !?)
Dati i recenti eventi intorno a Jordan B. Peterson in Canada e le ridicole direzioni che stanno prendendo negli ultimi due giorni gli eventi all'Evergreen College che circonda Bret Weinstein, sono sinceramente preoccupato per la mancanza di un impegno di principio per la libertà di parola che trova così tanto sostegnoin questo thread qui.Dimentica i tecnicismi legali se indossare una maglietta "Odio i negri" in classe è coperto da un diritto costituzionale alla libertà di parola - la libertà di parola deve essere mantenuta fintanto che l'insegnante può ragionevolmente parlare / presentare e la sua lezione rimane udibile / visibile agli studenti.
Tredici risposte:
#1
+106
Liana
2014-03-06 07:38:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono un po 'deluso dal numero di commenti di persone che dicono di aver bisogno di sapere quale fosse l'esatta affermazione su questa particolare maglietta in modo che possano giudicare se era veramente misogino prima di rispondere alla domanda. La domanda è chiara: qual è la risposta appropriata dato che uno studente `` indossa abiti che potrebbero essere offensivi e ostili agli altri studenti ''? Discutere esattamente ciò che costituisce misoginia (o qualsiasi altra forma di discorso di odio) non è il punto qui. Sicuramente una domanda sul fatto che un particolare slogan sia offensivo sarebbe troppo localizzata per academia.se, mentre la domanda su come il ruolo del professore e / o dell'AT influenzi il modo / se si richiamano discorsi / comportamenti / ecc. Offensivi è eccellente.

Un paio di altre risposte esprimono sorpresa / preoccupazione per il commento dell'OP

Non mi sento a mio agio (o al sicuro, se è per questo) come una donna che affronta uno studente maschio su un capo di abbigliamento che è offensivo per le donne.

Molti dei commenti su questa pagina illustrano perché può essere così difficile chiamare misoginia come donna. Le donne che gridano misoginia vengono regolarmente accusate di essere "troppo sensibili" e viene detto loro di "alleggerirsi". In questa pagina abbiamo visto persone che pensano di poter giudicare meglio se qualcosa è offensivo rispetto alla persona che l'ha effettivamente sperimentato , suggerendo che potrebbe essere stato tutto nella sua testa, rifiutandosi di fidarsi il suo giudizio e affermando che nessun giovane è misogino. Tutto questo solo dal delineare una storia che ha ispirato una domanda generale sul chiamare un comportamento offensivo. C'è da meravigliarsi che le donne possano avere difficoltà a confrontarsi con la persona che indossa effettivamente la maglietta offensiva?

Infine, per rispondere effettivamente alla domanda:

La maggior parte delle università dovrebbe avere qualcosa come un codice di condotta che proibisca le molestie discriminatorie. Quella citata nell'interrogazione sembra certamente applicarsi a una maglietta con uno slogan offensivo. In questo caso il professore (o qualsiasi studente della classe) avrebbe il diritto di opporsi alla maglietta. Potrei dire qualcosa come "quella maglietta sembra violare il codice di condotta; per favore, non indossarla più in questa classe", idealmente con lo stesso tono con cui direi "Se non ho i tuoi compiti entro domani riceverai uno zero ", ma lo direi abbastanza forte che chiunque presti attenzione possa sentirlo. Come in ogni caso in cui gridassi qualcosa di offensivo, lo farei solo se mi sentissi abbastanza al sicuro: dovresti cercare di creare un ambiente sicuro nella tua classe, ma non a scapito della tua sicurezza.

Se non ti senti abbastanza sicuro o a tuo agio da chiamare fuori il tuo studente (e posso vedere che ciò accade soprattutto se quello studente è anche un tuo pari), potrebbero esserci altre persone con cui puoi parlare, ad esempio il professore della classe con cui stai TAing, o il capo del corso di laurea nel tuo dipartimento, o il consulente dello studente. Questo potrebbe anche essere utile se lo studente non risponde bene quando gli si rivolge per la prima volta.

+1. Sono deluso, ma non molto sorpreso, dalla riluttanza a prendere la mia storia per valore nominale. Non riesco a contare quante volte ho sentito "Le donne in STEM sono trattate come chiunque altro, indipendentemente da quello che dici di aver vissuto, perché _I_ non ho mai notato alcuna discriminazione"
Grazie per aver lasciato questa risposta. È un contributo importante.
Anch'io sono deluso. Mi aspettavo di meglio da academia.se. L'unica cosa che aggiungerei alla tua risposta è che un nuovo professore dovrebbe fare un po 'di ricerca sulla sicurezza del campus quando inizia. Qual è il numero di telefono, quanto tempo impiegano per arrivare, che tipo di aiuto puoi aspettarti, ecc. Queste informazioni possono essere preziose se si verifica una situazione di conflitto.
Anche se sono completamente d'accordo con quanto hai scritto nella prima parte della risposta, sono riluttante a votare perché non è legato alla domanda ma piuttosto al comportamento (discutibile) della comunità. A tale scopo, ho [posto una meta domanda] (http://meta.academia.stackexchange.com/q/834/4249), riguardante questo e tutti gli altri casi in cui le persone non rispondevano alla domanda ma invece si interrogavano sui fatti / interpretazioni come presentato dal PO nell'interrogazione. La seconda parte della tua risposta è sicuramente un valido contributo.
@penelope Penso che la prima parte affronti anche la questione se aggiungi la seguente frase all'inizio: "Se scegli di parlare, preparati alla possibilità di mettere in discussione le tue motivazioni e il tuo giudizio, come su questo forum".
Una risposta proporzionale richiede che tu conosca il livello di offesa a cui stai rispondendo. Le persone che chiedono la formulazione, ecc. Non supportano il misogino o la discriminazione, stanno solo mostrando un po 'di buon senso. Se chiedi alla persona di abbassare i toni, lasciarlo lì e poi o non gli piace ma non dire nulla, dipende interamente da cosa dice esattamente!
@ff524 "Non riesco a contare quante volte ho sentito" Le donne in STEM sono trattate come chiunque altro, indipendentemente da quello che dici di aver vissuto, perché non ho mai notato alcuna discriminazione "Si applicherebbe lo stesso se una donna indossava una maglietta in classe che diceva qualcosa secondo cui gli uomini sono tutti morti battuti buoni a nulla? In linea di principio, sì, anche quella persona dovrebbe essere invitata a lasciare la stanza, ma in pratica questa trasgressione probabilmente sarebbe rimasta incontrastata. Solo sottolineando, c'è un doppio standard in gioco quando si tratta di scelte di abbigliamento potenzialmente inappropriate.
@SnakeDoc Spero che, sì, anche questo venga messo in discussione. Ma tieni presente che il contesto può esacerbare questi tipi di comportamenti. C'è una differenza di effetto se la t-shirt è indossata in una classe che è al 90% maschile (caso di OP) o al 90% femminile (caso tuo) invece di 50-50 o 90-10. E anche le storie di discriminazione locali e globali influenzano l'impatto. Uno slogan razzista può fare più male in un luogo con una storia di schiavitù e Jim Crow e in un'aula che è al 95% bianca.
#2
+88
Pete L. Clark
2014-03-05 13:13:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In qualità di istruttore, o di assistente tecnico o di chiunque stia conducendo una sessione accademica formalizzata, non solo hai il diritto, ma anche una certa responsabilità, di applicare almeno standard minimi di comportamento accettabile. Alcuni comportamenti sono borderline e dovresti guardare le altre persone nella stanza per vedere se li infastidisce. Alcuni comportamenti in realtà non lo sono, ad es. molestie discriminatorie come menzionato sopra. In particolare, se uno studente indossa una maglietta recante ciò che ti è chiaro è un insulto relativo a

  • razza, etnia, colore della pelle ( esempi includono la parola n )
  • Sessualità ( esempi generali)
    • Omofobia ( esempi includono la parola f)
    • Misoginia ( esempi includono la parola c)
  • Religione ( esempi)
  • Qualsiasi altro gruppo o persona

quindi come istruttore dovresti convincerlo a lasciare immediatamente. Dici che non ti senti "sicuro" di fronte a uno studente maschio su questo. Questo mi preoccupa un po ', visto che sei una figura autorevole anche come assistente tecnico e soprattutto come istruttore. Se non sei disposto a far valere la tua autorità direttamente, penso che tu debba avere in mente accordi alternativi che lo faranno: ad es. potresti provare a chiamare la sicurezza del campus e non continuare la lezione fino al loro arrivo. Ma penso che si dovrebbe rendersi conto che si ha assolutamente il diritto, e talvolta l'obbligo, di chiedere a uno studente di lasciare la classe in determinate circostanze. Se fossi in questa situazione e lo studente fosse un atleta di 250 libbre, gli chiederei comunque di andarsene a meno che non avessi una precisa intuizione che avrebbe reagito fisicamente o violentemente a quella richiesta. Non devo sentire di poter sopraffare fisicamente qualcuno per esercitare autorità su di loro.

In generale sono d'accordo con te sull'avere autorità anche come TA; ma il tipo di individuo che a scuola indossa una maglietta chiaramente offensiva è qualcuno che ha un giudizio discutibile, e mi preoccupa affrontare qualcuno del genere.
@ff524: Beh, ovviamente devi usare il tuo miglior giudizio, e sbagliare un po 'per garantire la tua sicurezza personale sembra più che comprensibile. Ma devi fare * qualcosa *. Se l'abbigliamento di uno studente ti fa sentire che non puoi nemmeno ragionare con lui abbastanza da chiedergli di lasciare la classe, allora hai un grosso problema con lui in classe. Sarebbe quindi opportuno sospendere o annullare la lezione fino a quando il problema non sarà risolto.
Metti una dichiarazione nel tuo programma che ricordi agli studenti la politica universitaria a questo riguardo e che non è consentito un abbigliamento inappropriato. Dovresti discutere alcuni esempi di abbigliamento inappropriato (linguaggio offensivo, abbigliamento rivelatore, ecc.). Se hai un problema con uno studente, maschio o femmina, fai come Pete ha suggerito in un commento precedente e chiama la sicurezza. L'università dovrebbe essere più che felice di sostenerti su questo. Se non lo sono, hai un altro problema
@Chris Leary: Sì, proprio su. Infatti, se qualcuno ha la sensazione di richiedere assistenza esterna come * prima risorsa *, allora sarebbe saggio impostarlo in anticipo: ad es. avere il numero immediatamente disponibile sul proprio telefono cellulare, avere una conversazione con il personale del campus su come ottenere supporto in situazioni come questa e così via.
@ff524 Ci sono studenti maschi nella classe con cui ti senti a tuo agio a parlare? Magari dicendo loro di parlare con [il cattivo] perché "non pensi che tutte le persone siano a loro agio con la sua maglietta" (in alternativa: "tali magliette non sono consentite all'interno del campus") e tu "preferisci risolverlo in modo informale "(senza accusare nessuno o indicare direttamente che sei la vittima). Se non ce ne sono, o non ha successo, penso che non ci sia altra scelta che ricorrere alle autorità superiori (o qualche altro AT o professore, che non ha paura di affrontare [il cattivo]).
@PiotrMigdal Capisco l'idea: poiché penso che sarebbe difficile per me (una donna) confrontarmi con un ragazzo che crede che le donne non abbiano nulla di prezioso da dire, potrei chiedere a un uomo di farlo. Ma se chiedo a un _peer_ maschio di farlo, sto confermando gli stereotipi in cui crede questo ragazzo: le donne hanno bisogno degli uomini per combattere le loro battaglie per loro, le donne non possono dire agli uomini cosa fare, ecc. luogo di legittima autorità, non ciò che questo ragazzo vede come "autorità maschile". Quindi penso che l'escalation a un professore o un preside sia meglio che passare attraverso un coetaneo.
@ff524 Non credo proprio che quello studente ti molesterà fisicamente perché questo non farà che peggiorare le cose per lui.
@ff524 Non mi importerebbe affatto di quello che crede il ragazzo (visti gli altri tuoi commenti sul suo comportamento; come ho capito, il tuo obiettivo era rendere la classe un luogo sicuro e confortevole). Il mio punto era affrontarlo in un modo che 1. Non richiede più forza del necessario (ho incontrato un sacco_ di studenti di scienze semi-autistiche, che avevano opinioni forti su alcune questioni, o erano ignari di alcune implicazioni "ovvie" di come il loro comportamento è percepito, ma "per favore non" ha funzionato su di loro). 2. Se hai paura di parlare con lui di persona, è anche fondamentale che non rendano te (o qualsiasi altro) una vittima. La sicurezza prima.
@ff524 Personalmente, non mi piace segnalare alle autorità senza dare alcun avvertimento (con la sola eccezione della sicurezza OPPURE infrangere le regole già esplicitamente menzionate) e cercare di affrontare i problemi in modo informale quando possibile. Tuttavia, non conosco la tua situazione esatta, quindi a questo punto spetta a te decidere. (In ogni caso, sei tu a decidere, conosci la situazione e sei tu che il giudizio è (molto probabilmente) il più appropriato.)
@ff524 "ma il tipo di individuo che indossa una maglietta chiaramente offensiva a scuola è qualcuno che ha un giudizio discutibile ..." - In questo modo ci saranno draghi. Questa è una dichiarazione piuttosto (fallace) da fare.
@Travis: I e ff524 e molti altri accademici (come ad esempio indicato qui) metterebbero in dubbio il giudizio di uno studente che indossava una maglietta chiaramente offensiva in un'aula universitaria. Quindi non vedo l'errore.
@PeteL.Clark Questo equivale a dire "Quella persona ha valori diversi dai miei, quindi ha un giudizio discutibile". È un'affermazione audace e solitamente autocentrica. "Chiaramente offensivo" è chiaro solo a te e a quelli come te. I volti femminili nudi sono "chiaramente offensivi" per gli islamisti fondamentali, mentre la loro misoginia è "chiaramente offensiva" per il mondo occidentale. L'errore sta nel presumere che tu (il sé) sia un membro rappresentativo di ciò che è buono e che quelli che sono diversi non siano per definizione buoni.
@PeteL.Clark Credo che tu abbia frainteso il mio punto. Non stavo mettendo in discussione il ragionamento dell'affermazione, ma piuttosto il ragionamento che ha portato alla premessa - un meta-errore, se vuoi. Forse ho scelto incautamente le mie parole originali. L'universo della preoccupazione (per l'errore) non è l'affermazione di OP o la premessa dell'affermazione, ma il processo che ha portato alla creazione della premessa. Non sto rifiutando la premessa: sto facendo un passo avanti e rifiuto quella logica. La premessa dell'affermazione di OP è il risultato della logica fallace. L'errore commesso è la generalizzazione affrettata.
@PeteL.Clark A parte l'errore, per affrontare il tuo ultimo post, la sfiducia di OP nel giudizio del bersaglio non è, in effetti, basata sul codice morale dell'università, ma piuttosto sul suo. Inoltre, la dichiarazione si basa sull'interpretazione personale di OP sia del materiale offensivo che della politica. È del tutto possibile che il materiale non violi la politica, ma OP crede che lo faccia. Lo scopo del mio commento era di illustrare che quelli con sistemi di valori diversi non sono necessariamente inferiori. Indipendentemente da ciò, questo non è il luogo per questa discussione. Per favore mandami una email per continuare (nel mio profilo)
@PeteL.Clark Mi sono appena reso conto che le email non sono visibili agli altri utenti. Usa [email protected]
E se fossi in un campus pubblico in Texas? Se insegnassi in Texas, non chiederei allo studente di andarsene e consiglierei a chiunque insegni in un'università pubblica di non farlo. Il rischio, a mio avviso, è semplicemente troppo grande. Dato il consiglio che è stato dato ai docenti lì, sarei estremamente cauto. Anche se sono pronto a correre il rischio, ho il diritto di mettere a rischio anche la vita dei miei studenti? I cannoni nel campus cambiano radicalmente la situazione.
Pete, per favore smettila di abusare del termine omofobo.
#3
+25
Suresh
2014-03-05 12:47:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un professore ha sicuramente una responsabilità condivisa nel mantenere un'atmosfera armoniosa in classe. Dato che l'università ha un codice di condotta in atto (come da modifica), dà al professore un certo margine di manovra per affrontare la situazione. Ma potrebbe essere difficile farlo senza qualche suggerimento iniziale da parte degli studenti interessati (perché come professore non posso affermare di sapere cosa potrebbe essere offensivo per gli studenti).

Quindi, per rispondere alla domanda 1, sì, se il problema viene sollevato o se è comunque chiaro che la maglietta sta sconvolgendo la classe. Quanto alla domanda 2, ne consegue che se nessuno solleva la questione, il professore potrebbe non fare nulla.

Se sei un assistente tecnico, allora deve esserci un professore. In tal caso, dovresti parlarne con loro. Forse possono "passare" per sbaglio quando arriva lo studente, e poi possono affrontarlo senza bisogno di implicare che sei tu a sollevare la questione.

Come studente universitario, mi sentivo decisamente troppo imbarazzato per parlarne con il professore. Ero sbalordito e insultato e volevo solo uscire di lì, velocemente. Sapendo come mi sentivo in quel momento, è difficile per me inghiottire che la "vittima" dovrebbe essere responsabile di tirarlo fuori.
E il materiale in questione non era affatto "borderline" o sottile: chiunque avesse gli occhi saprebbe che sarebbe offensivo per le donne.
Capisco cosa vuoi dire. Immagino che sia qui che il contesto diventa importante. Se la maglietta in questione fosse davvero orribile, forse mi sentirei obbligato a parlarne anche se nessuno studente ne parlasse.
* "è difficile per me inghiottire che la" vittima "dovrebbe essere responsabile di tirarlo su." * Il problema è che anche se è universalmente offensivo, potresti essere stato l'unico ad averlo notato. Il professore non è responsabile della lettura di ogni parola visibile su ogni capo di abbigliamento di tutti gli studenti. Non è il loro lavoro. Quando viene presentato loro un reclamo legittimo, dovrebbero agire, ma non puoi aspettarti che agiscano su tutto ciò che * tu * noti a meno che tu non lo porti anche alla loro attenzione.
@AdamDavis Non mi aspetto che qualcuno intervenga per qualcosa che non ha visto o che non capisce è offensivo. La risposta di Suresh fa una distinzione tra il fatto che qualcuno si sia lamentato o meno con il professore o abbia comunque reso evidente che è infastidito, cosa con cui non sono d'accordo, perché la vittima potrebbe sentirsi troppo intimidita o turbata per esprimere il proprio disagio
@ff524 forse il tempo ha fatto sembrare le cose peggiori, ma è difficile immaginare che le parole stampate ovunque siano così offensive che ci si sente obbligati a scappare inorriditi. Semmai, la maggior parte delle persone nota mentalmente quanto sia grossolano questo individuo e lo ricorderà in futuro. Non sarai mai in grado di impedire alle persone di offenderti e il tuo senso di offesa è probabilmente diverso da quello degli altri. Certo, tutti dovrebbero sentirsi a proprio agio, ma a volte sarai più sensibile a qualcosa che non è un grosso problema nel complesso (sei sopravvissuto e forse dopo sei una persona migliore).
#4
+22
Irwin
2014-03-05 22:12:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I professori dovrebbero intervenire? Sì. Ora, penso che ci sia un livello di giudizio personale da esprimere qui. Alcune persone potrebbero trascurare certe camicie. Alcuni potrebbero pensare che certi tipi di magliette siano più offensivi di quanto non siano in realtà (es: a qualcuno che è vegetariano potrebbe non piacere questa maglietta e personalmente mi chiedo se ha senso dell'umorismo).

Quindi, come discusso sopra, i punti "non puoi sbagliare" riguardano razza / origine nazionale, sesso, religione e orientamento sessuale, età e disabilità.

Se fossi un insegnante (professore o un assistente tecnico) e ho identificato qualcosa (o è stato portato alla mia attenzione da uno studente) che qualcuno indossa una maglietta offensiva, quindi probabilmente inizierei prendendo lo studente da parte e facendogli sapere che la sua maglietta è offensivo per alcune persone e che mostra commenti che mettono gli altri a disagio e che lo studente non dovrebbe indossare di nuovo quella maglietta (e ad altri piace) in questa classe.

Lo farei in privato soprattutto perché Non credo che ci sia davvero un grande vantaggio nello svergognare pubblicamente qualcuno che ha scelto una camicia del genere - forse è un nuovo studente del primo anno che non ha q uite hanno già imparato un comportamento appropriato, o forse stanno attraversando una fase, o forse semplicemente non hanno pensato quando hanno indossato la maglietta perché erano ubriachi una sera a Las Vegas mentre andavano a fare la spesa. Dai loro la possibilità di migliorare. Se non indossano mai più la maglietta in classe, per me è una vittoria.

Se dovesse succedere di nuovo, non esiterei ad avvicinarmi allo studente dopo l'inizio della lezione e dire a bassa voce: "Ne abbiamo discusso tu non dovevo indossare magliette come questa in classe. Mi hai capito l'ultima volta? Pensi che questa maglietta sia adatta? " Se lo studente non è in grado di cambiare la maglietta o coprirla, gli chiederei di lasciare la classe e poi a quel punto farei un annuncio sulle camicie appropriate.

Infine, se sei una persona che viene messa a disagio da una maglietta che qualcuno indossa, dovresti parlarne con qualcuno. Non trattenerlo. Sfortunatamente i docenti generalmente hanno solo il controllo della loro classe (ad esempio è difficile per un membro della facoltà cacciare qualcuno da un edificio, in generale) ma cose del genere possono essere segnalate.

* "a qualcuno che è vegetariano potrebbe non piacere questa maglietta .." * Heh, heh .. gentile, ma io preferisco [questa] (https://www.facebook.com/photo.php?fbid=388586797942550&set=a.165758496892049.36224 .100003737007365 & type = 1 & related_count = 1) che potrebbe offendere chiunque tenga in grande considerazione le Olimpiadi. Per inciso, mia zia (che è vegetariana ma non fumatrice) probabilmente sorriderebbe / riderà al tuo esempio.
#5
+18
user1482
2014-03-06 23:01:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un professore dovrebbe intervenire se uno studente della sua classe indossa abiti che potrebbero essere offensivi e ostili ad altri studenti?

Dipende dalla situazione, sebbene IMO la risposta in questo esempio è sì. Le persone non hanno il diritto di non essere offese e offendere le persone può essere una cosa positiva in un ambiente accademico, dove le persone hanno bisogno di mettere in discussione le loro ipotesi. Né l'ostilità, di per sé, è inammissibile in un ambiente scolastico. Ma:

  1. C'è un problema di comportamento offensivo nei confronti di un gruppo che è sottorappresentato nel campo in esame.

  2. C'è un problema di ostilità che crea ragionevole paura in altre persone, o che inibisce la discussione collegiale, o che è diretto verso un gruppo sottorappresentato.

Ad esempio, se un diciottenne -il vecchio viene nella mia classe in abiti gotici e si comporta con risentimento verso il mondo, non è un grosso problema. È ostile, ma è l'ostilità che non è un grosso problema. Se uno studente indossa una maglietta di metallo pesante con sopra un messaggio satanista, non è un problema perché i cristiani non sono un gruppo sottorappresentato; sono il gruppo dominante e non gli farà male essere esposti a idee contrarie. Idem per una maglietta che dice "I darwinisti bruciano all'inferno". Ma in un corso di ingegneria, una maglietta misogina crea un ambiente ostile per le donne, che sono un gruppo sottorappresentato in ingegneria. Anche una maglietta con la scritta "un frocio, un proiettile" è un problema perché potrebbe ragionevolmente far temere le persone per la loro sicurezza.

Quindi IMO la maglietta che descrivi è un problema nel contesto in cui la descrivi. La domanda è quindi come gestirla. Se possibile, fai i compiti e ottieni l'approvazione burocratica prima di affrontare uno studente su questo genere di cose. Altrimenti potresti finire per non essere supportato dalla tua amministrazione; come abbiamo visto nelle risposte a questa domanda, le persone ragionevoli possono non essere d'accordo su queste cose. In questa situazione, probabilmente non direi niente allo studente durante la lezione. Poi andrei a fare una conversazione di cinque minuti con il mio preside su quale sia la politica della scuola. Se è chiaro che la politica scolastica mi pone su un terreno solido e che il mio capo mi sosterrà, allora invierei un'e-mail allo studente e gli direi: "La tua maglietta che diceva X era inaccettabile nella mia classe per il motivo Y. Ne ho discusso con il mio supervisore e siamo d'accordo su come si applicano le politiche della scuola qui. Per favore, non indossarlo in classe in futuro. " Questo metodo privato di gestione consente allo studente di non essere imbarazzato di fronte agli altri (che è un grande affare per molti ragazzi di 18-20 anni) e rende improbabile che avremo un grande confronto in classe ciò sminuirebbe l'istruzione o forse mi metterebbe in pericolo fisico. Se lo studente si presentasse di nuovo indossando la maglietta, nonostante l'e-mail, gli direi di lasciare la classe, citando l'avviso e il capitolo e il versetto dell'e-mail sulla mia autorità di cacciarlo. (Nel mio caso, c'è una disposizione specifica nel codice dell'istruzione statale che mi conferisce tale autorità.) Se si rifiutasse di andarsene, chiamerei Campus Safety.

Buone osservazioni sulla gamma di eventi nella realtà ...
Questo punto di vista mi sembra completamente sbagliato. In pratica stai dicendo che se sentirsi offeso va bene dipende da quante altre persone condividono i tuoi attributi, il che è assurdo. A mio parere, le magliette veramente offensive (come la maglietta "Darwinisti bruciano all'inferno" che fornite come esempio) dovrebbero essere trattate allo stesso modo delle magliette veramente offensive che prendono di mira i gruppi sottorappresentati. Solo perché sei una minoranza non ti dà il diritto di offendere inutilmente la maggioranza in un contesto scolastico.
(1) "I darwinisti bruciano all'inferno".Quindi va bene?E se nella classe ci fosse un solo darwinista?Ciò è del tutto possibile in alcune aree e in alcuni paesi.Penso che tu stia semplicemente esponendo i tuoi pregiudizi con questa risposta.(2) "... una maglietta misogina crea un ambiente ostile per le donne, che sono un gruppo sottorappresentato in ingegneria", che ne dici di una maglietta ostile agli uomini in un campo come gli studi di genere in cui gli uomini sono sottorappresentati?Va bene?
#6
+11
T K
2014-03-05 13:01:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se ritieni che i vestiti che indossa uno studente stiano promuovendo un'atmosfera tutt'altro che nutriente nella tua classe, è decisamente nel tuo interesse porre fine a questo. Quando sei in un campo STEM, è preoccupante vedere un messaggio misogino su una maglietta e penso che dovresti trovare un modo per terminarlo.

A seconda del contenuto della maglietta, discuterei se oppure no, l'ho sollevato davanti al resto della classe. Se avesse qualche relazione con il corso e le prestazioni, avrei difficoltà a non portarlo in primo piano nella classe per fermare qualsiasi tipo di minaccia stereotipata che potrebbe pervadere il corso. Il mio dibattito sull'opportunità di confrontarmi durante la lezione si baserebbe sul pensare alla mentalità degli studenti che vengono oppressi in questo caso e cosa potrebbero pensare, sia che si tratti di "quello studente non lo indossa più" o "Non posso credere al l'istruttore non ha detto nulla su quella maglietta, "quest'ultima è stata la tua risposta in undergrad.

Mi allontanerei da tutto ciò che era accusatorio o che diceva allo studente cosa fare, ma mi concentravo nel porre domande importanti che spiegassero perché non era appropriato. Questo approccio dipende dalla personalità dell'istruttore e il tuo chilometraggio può variare.

Una cosa più neutra da portare allo studente sarebbe qualcosa sulla professionalità in classe. Una discussione sul college riguarda la preparazione di uno per una professione e / o una scuola superiore, e poi chiedi allo studente se la classe è davvero un luogo appropriato per la sua scelta di guardaroba. In realtà, come approcciare lo studente dipenderà dal tuo livello di comfort, dal contesto dell'intera situazione e dalla descrizione esplicita della Politica di non discriminazione e anti-molestie nella tua università. Un superiore potrebbe essere in grado di aiutarti in merito.

Questa non è una risposta alla tua domanda di per sé, ma penso che questo sollevi una buona mentalità per rispondere a questa domanda per te stesso.

"Quando sei in un campo STEM, è preoccupante vedere un messaggio misogino su una maglietta e penso che dovresti trovare un modo per terminarlo". Sono d'accordo e aggiungerei solo che se non sei in un campo STEM, allora è anche preoccupante ...
Sono totalmente d'accordo. Sto solo parlando dal mio punto di vista e dalla mia base di conoscenze sull'insegnamento.
#7
+10
David
2014-03-06 13:07:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non riesco a convincere le persone a suggerire una conversazione privata, ecc. Il punto è ripristinare la fiducia delle studentesse nel lavorare in un'atmosfera ragionevole.

Questo richiede solo "Tu sei non indossare questa maglietta alle mie lezioni. Esci e torna quando indossi qualcosa di appropriato. " La sua sfortuna se faceva affidamento sull'indossare quella maglietta durante il giorno.

Non iniziare la lezione finché non se ne sarà andato, se necessario chiamando la sicurezza del campus. Chiedi agli altri professori di fare lo stesso quando incontrano materiale simile per mantenere un'atmosfera professionale e lavorabile, per evitare di essere considerati gli unici con degli standard.

Sono d'accordo che mi sarei sentito _molto_ meno traumatizzato - persino supportato! - se _anyone_ (professore, compagno di classe) avesse affermato pubblicamente che il comportamento è inaccettabile.
Ci sono alcuni rischi con questa linea di condotta: (1) gli amministratori potrebbero non supportarti; (2) a seconda di quanto è un idiota lo studente e di quanto ostile (lo studente in questo esempio è certamente un grande idiota e molto ostile), puoi finire con un confronto che interrompe le istruzioni e / o ti mette in pericolo. "Non iniziare la lezione finché non se n'è andato" potrebbe essere una ricetta per sprecare 30 minuti di istruzione. Se moltiplichi mezz'ora per, diciamo, 50 persone nella stanza, è un enorme impatto didattico.
@BenCrowell Un altro rischio è la possibilità di premiare un comportamento di ricerca di attenzione, se indossa deliberatamente la maglia per essere provocatorio. C'è un compromesso qui. Tuttavia, anche in uno scenario in cui l'espulsione immediata dalla lezione non è saggia, alcune affermazioni pubbliche che il comportamento non è accettabile (come un commento all'inizio della lezione successiva sull'abbigliamento appropriato e sull'essere rispettosi degli altri) aiuterebbe a promuovere un sostegno atmosfera.
Siamo spiacenti, ma l'OP ha chiaramente affermato che la scuola ha una politica di non molestie. Buttarlo fuori non è una ricompensa per un comportamento di ricerca di attenzione. Certo, puoi anche dirgli qualcosa del tipo "beh, so che ci sono dei poveri stronzi che traggono il loro orgoglio dall'essere nati con un cucchiaio d'argento in bocca. Essere orgogliosi di nascere con un cucchiaio di legno tra le gambe sembra un passo spero che la maggior parte qui sarà orgogliosa di aver imparato a usare un cervello tra le orecchie quando avrai finito. "
@ff524: riguardo il tuo primo commento: quindi hai parlato con qualcuno della T-shirt, cercando di avere un feedback su cosa pensavano gli altri?
@BenCrowell: Se la situazione in classe è inaccettabile, è una buona idea interrompere la lezione per qualsiasi durata, o anche interromperla per la giornata. Continuare la lezione in cattive circostanze non sarà vantaggioso per gli studenti.
Un motivo per avere una conversazione privata è evitare l'escalation, tanto più perché (nella mia esperienza) molti studenti sono immaturi, ingenui, male informati e hanno una scarsa concezione dell'impatto delle loro azioni sugli altri, né della percezione degli altri avrà delle loro dichiarazioni casuali sia verbali che per magliette (sussulto!). In particolare, screditare duramente un ventenne la cui maglietta sarebbe innegabilmente misogina è una reazione eccessiva. Non esitiamo a continuare ... che la misoginia, specialmente nei contesti tradizionalmente misogini, è cattiva. Ma / e poi "disinnescare" non ... (continua)
... (proseguendo) dichiarare che una maglietta sconsiderata non è altro che un errore sciocco, ingenuo, mal informato ... facilmente corretto non indossandola mai più ... "Un momento educativo", piuttosto che polarizzare?
@paulgarrett Agirei in base a un presupposto di buona volontà e ignoranza, anche se ritenessi questo assunto quasi certamente falso. Quindi puoi dire "Mi rendo conto che non intendi mostrare ostilità verso le donne in ingegneria, ma la tua camicia ..." o qualsiasi altra cosa. Se lo studente è solo un idiota, dovrebbe funzionare. Se lo studente è socialmente inetto, questo fornisce istruzioni esplicite su come migliorare le loro interazioni sociali in classe. Se lo studente sta cercando di mettersi in mostra / farsi una risata / fare una scenata, gli nega la soddisfazione a meno che non sia davvero pronto a intensificare. ...
... Se intendevano vomitare odio, dà loro la possibilità di ripensarci mentre salvano la faccia. È anche probabile che sia un rischio relativamente basso nella maggior parte dei casi: non chiude alcuna opzione futura. Ciò è compatibile con la dichiarazione generale in classe (o la lezione successiva) del "Vorrei ricordare a tutti che siamo ascoltati per imparare e tutti hanno la responsabilità di garantire un ambiente di classe favorevole" o qualsiasi altra cosa. Questo può inviare un messaggio di affermazione senza "prendersela con" nessuno. (Ma non dare per scontato che chi indossa la maglietta lo raccolga.) @ff524
@cfr Il tuo commento in due parti sopra è davvero un gioiello. So che è nata come risposta a paulgarrett, ma mi piacerebbe vederla trasformata in una risposta.
#8
+7
Adam Davis
2014-03-06 01:42:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un professore dovrebbe intervenire se uno studente della sua classe indossa abiti che potrebbero essere offensivi e ostili ad altri studenti? In tal caso, come?

Forse.

Un professore dovrebbe tenere una discussione con uno studente quando quello studente viola il codice di condotta della scuola.

Se l'abbigliamento non viola il codice di condotta della scuola , un professore dovrà decidere se conviene o meno chiedere allo studente di desistere. In alcune situazioni specifiche, chiedere a uno studente di smettere di fare qualcosa può effettivamente portare a una situazione in cui inizia intenzionalmente ad avvicinarsi, ma non del tutto, a violare il codice universitario. In tal caso possono essere offensivi più frequentemente di quanto non siano attualmente, scegliendo a caso cosa indossare ogni giorno.

Ci sono scenari in cui un professore non dovrebbe fare nulla anche se i vestiti di uno studente contiene materiale ostile nei confronti di un altro studente o gruppo di studenti?

Se non è contrario al codice di condotta della scuola, il professore ha poco spazio per insistere sul fatto che determinati indumenti non vengano indossati, ma possono richiedere a uno studente di smettere di indossare tali vestiti.

Come sopra, tuttavia, potrebbe effettivamente aggravare il problema.

Se mi imbatto in questo scenario come TA, in cui uno studente (che potrebbe essere un pari nel mio programma di studio) nella mia classe indossa qualcosa di offensivo, cosa posso fare al riguardo?

Assumeremo, per il momento, che l'abbigliamento in questione non è contrario al codice di condotta della scuola, ma offensivo per tutti, in ogni momento, in ogni situazione, cultura, luogo, ecc.

Primo Valuterei quanto spesso si verifica. Questo studente porta costantemente messaggi offensivi in ​​classe o si tratta di un problema una o due volte semestrale?

Secondo, valuterei quanto influisce sulla classe. Il messaggio è visibile a tutti gli studenti in classe durante tutto il periodo, stampato sulla parte superiore della schiena con lo studente seduto in prima fila, o è difficile da vedere tranne quando sono in piedi con le braccia lungo i fianchi, e solo dal istruttore? In entrambi i casi, impedisce agli altri studenti di prestare attenzione, apprendere e porre domande appropriate?

Terzo, chiederei agli altri come si sono sentiti riguardo al problema. Li infastidisce davvero e li infastidisce prima che tu ne parli? Mi assicurerei che questo non sia solo un mito solo contro di me.

Infine, deciderò, sulla base di queste informazioni, se è necessario un intervento. Se pone un problema significativo e frequente, probabilmente ne parlerei. Se rappresenta un problema raro e significativo per alcuni studenti, probabilmente lo solleverò.

Un semplice "Per favore non indossare più quella maglietta in questa classe", in privato e in silenzio mentre camminano fuori dalla classe potrebbe essere sufficiente per la maggior parte dei casi. Alcuni professori eccellono nella vergogna pubblica in modo semplice ed efficace. Un commento umoristico durante la lezione che fa riferimento al cattivo gusto degli studenti in fatto di abbigliamento potrebbe dissuaderli dall'indossare abiti altrettanto offensivi.

Non mi sento a mio agio (o al sicuro, se è per questo) quando una donna si confronta uno studente maschio su un capo di abbigliamento offensivo per le donne.

Questo è un vero problema. Se stanno comunicando qualcosa e tu, che sei responsabile della classe, scegli di non comunicare, allora chi si occuperà del problema?

Se è necessario, chiedi a una terza persona di sostenerti. Preferibilmente qualcuno con autorità e assicurati che lo studente capisca non solo che è inappropriato, ma come ti fa sentire. Se per te non è solo offensivo, ma minaccioso, hai un motivo in più per rendere sicuro il tuo ambiente di lavoro. Di 'al tuo istruttore che non puoi tenere un corso in cui gli studenti ti stanno minacciando e che trovi minacciosi alcuni capi di abbigliamento. Esponi la tua tesi secondo il codice di condotta degli studenti e sarà molto più forte.

Ma non dovresti davvero assumere un ruolo passivo nel tuo insegnamento. Stai acquisendo abilità ora che ti avvantaggeranno come educatore in seguito, se questa è la carriera che scegli, e devi imparare come fare le cose difficili. Questo potrebbe essere uno di questi.

D'altra parte, sento che è mia responsabilità mantenere un ambiente non ostile nella mia classe.

Non solo per gli studenti, ma anche per te stesso.

_In primo luogo valuterei quanto spesso si verifica_ - Sono ancora sconvolto a pensare a questo singolo incidente anni dopo, quindi direi che se si tratta di un contenuto seriamente ostile, una volta è spesso sufficiente per essere un problema.
Sembra che tu sia stato notevolmente traumatizzato da questo incidente. Se il messaggio era così offensivo e così offensivo che non puoi nemmeno postarlo qui, allora sembra che lo studente avrebbe dovuto essere * immediatamente * espulso dalla classe e non essere autorizzato a tornare finché non hanno discusso la questione con le autorità scolastiche appropriate , possibilmente di fronte a procedimenti giudiziari ed espulsione. Anche questa è la tua valutazione?
Non so se la risposta migliore sarebbe stata quella di interrompere la lezione ed espellerlo immediatamente (a beneficio degli altri studenti in classe) o di rimandarlo a casa a cambiarsi dopo le lezioni (in modo da non premiare la sua attenzione cercando comportamenti facendo una scena). Ma sicuramente non avrebbe dovuto passare un'intera giornata a scuola in quel modo.
@ff524 Nota che le magliette possono essere indossate al rovescio ...
#9
+6
Peter
2015-10-15 13:21:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La parola "misoginia" non è definita rigorosamente e applicata in modo molto approssimativo ed emotivo da persone diverse. Potresti dire Conosco la misoginia quando la vedo, so quando sono offeso , ma chi indossa la camicia quasi certamente non si considera un misogino. Considerando come la parola viene applicata su Internet, posso certamente capire come le persone sentano che il miglior modo di agire dipende ancora fortemente dal contenuto effettivo della maglietta, anche se personalmente lo senti oggettivamente misogino.

Prendi il caso di Matt Taylor. Per alcuni, quella maglietta rappresenta una riproposizione divertente e kitsch delle immagini pulp sci-fi degli anni '50. Per altri, è un segno molto pubblico di quanto possano essere inospitali i campi STEM per le donne. Anche in questo caso, Taylor probabilmente non si considerava un mysogynist, ma le persone hanno condannato questa maglietta in termini esattamente altrettanto forti di quelli usati nella domanda. (Per quel che vale, mi aspetto che nel tuo caso la maglietta fosse in realtà molto più offensiva. Ho cercato su Google " t-shirt mysogynistic" e ci sono sicuramente alcuni esempi orrendi.)

Un altro esempio calzante sono i punk della fine degli anni settanta che indossavano svastiche. Non erano nazisti, al contrario, ma sentivano di aver bisogno del simbolo più forte e scioccante a cui potevano pensare, per far arrabbiare l'establishment. Quindi, se immaginiamo di tenere lezioni negli anni Settanta, potremmo avere una situazione in cui uno studente indossa la svastica in classe. Sembra la situazione più chiara e inequivocabile possibile, ma lo studente non lo fa per i motivi che pensiamo lo siano. E infatti arrabbiarsi, individuarli e chiedere alla sicurezza di scortarli fuori dai locali è proprio quello che sperano.

Le persone indossano ciò che indossano per motivi strani e imperscrutabili. Per gli estranei, un hijab può essere un simbolo di oppressione, mentre per chi lo indossa, in realtà è una dichiarazione di emancipazione. Lo stesso vale per le t-shirt con poster di film o accessori death metal. Persino svastiche. Naturalmente, le cose possono ancora essere offensive se non intendono offendere , ma la mancanza di intento cambia la situazione e qual è la migliore linea d'azione.

Quindi, facciamo un esempio estremo: diciamo che uno studente viene nella mia classe con una maglietta che è assolutamente scioccante e riprovevole e contiene immagini profondamente inquietanti. Certamente, sarei d'accordo sul fatto che qualcosa deve essere fatto e non si può aspettare fino alla fine della conferenza. Quindi lo scelgo di fronte a tutti, faccio una posizione pubblica e rumorosa e lo costringo ad andarsene, possibilmente con l'aiuto della sicurezza? O gli chiedo di uscire con me e dargli l'opportunità di spiegare le sue ragioni e, in generale, spiegargli perché non posso permettergli di rientrare?

Altre risposte hanno detto che gli altri studenti devono assicurati che la loro sicurezza sia salvaguardata e che la questione non venga ignorata. Bisogna vedere che si fa giustizia, quel genere di cose. Anche così, continuerei a discutere contro la prima strategia. Penso che ci siano tre ragioni principali:

  • Se individuo lo studente, lo contrasterò e rafforzerò la sua convinzione di non aver fatto nulla di sbagliato. Perderò ogni possibilità di influenzare effettivamente il suo comportamento. Potresti pensare che non meriti tali considerazioni, ma se voglio davvero cambiare le cose in meglio, devo essere pragmatico.
  • Come mostrano le risposte qui, anche se penso che il problema non sia ambiguo, altri potrebbero non farlo. Soprattutto con la camicia misogina, altri studenti possono schierarsi dalla parte di chi la indossa. Quindi, mentre prendo posizione e mi sento bene con me stesso, in realtà sto creando una divisione nella mia classe. Ciò renderà l'atmosfera meno sicura nella pratica.
  • Lo studente potrebbe soffrire di qualcosa che confina con problemi di salute mentale. Forse una compulsione a essere socialmente inappropriato o un profondo disprezzo per se stesso che lo induce a scagliarsi contro gli altri in qualsiasi modo possa trovare.
  • Infine, e penso che la cosa più importante, tutti hanno il diritto fondamentale di non farlo. essere attribuito un'opinione. Anche se il ragazzo è coperto di svastiche, ha almeno una possibilità di spiegarsi, e di farlo in un ambiente non pubblico. Potrei sbagliarmi nella mia interpretazione, forse no. Il punto è che tutti meritano almeno l'opportunità di spiegarsi. Penso che sia un diritto fondamentale, e non è perso semplicemente perché hai indossato qualcosa che non mi piaceva, per quanto discutibile sia.
Ai downvoters: i commenti sono ben accetti.
Tourettes non implica una compulsione allo shock. Il fine di questa risposta è giusto, anche se perde di vista piuttosto il problema principale che è il comportamento e i suoi effetti, piuttosto che l'intenzione. (Sono d'accordo che quest'ultima possa influenzare la strategia migliore.) Ma, in realtà, i primi 2 paragrafi invocano tutti gli stereotipi sulle donne "emotive" che si arrabbiano per nulla e chiamano "misoginia". La parola è perfettamente definita. Questo è vero anche se viene utilizzato in modo improprio. Molte parole sono usate in modo improprio. Di solito inizi a rispondere con la possibilità che il richiedente possa usarle in modo improprio?
@cfr Non sto dicendo che la parola è usata in modo improprio o che l'OP non sapeva di cosa stesse parlando. Sto dicendo che la parola offusca la discussione. È una parola che significa cose diverse per persone diverse e tuttavia ha una carica emotiva molto forte. Pertanto, è un buon esercizio per [tabù] (http://lesswrong.com/lw/nu/taboo_your_words/) e cercare di usare un linguaggio più obiettivo e preciso. In particolare, per separare effetto e intento. In questo modo, possiamo avere persone legittimamente arrabbiate per una t-shirt, senza dedurre nulla (in entrambi i casi) sull'intenzione di chi la indossa.
@cfr Punto giusto su Tourette's. La visione di Tourette come una costrizione a dire cose socialmente inaccettabili è obsoleta. L'ho rimosso dalla risposta.
Vedo ora che il mio uso della parola "emotivamente" nel primo paragrafo invoca uno stereotipo di donne che rispondono a casi di sessismo "emotivamente" e l'errore di equiparare una risposta emotiva a una irrazionale. Non era assolutamente mia intenzione. Di certo non volevo ignorare o sminuire l'esperienza dell'OP.
Mentre lo leggo, "misogino" descrive lo slogan e non l'intento di chi lo indossa. Non credo che rendere off-limits il linguaggio sviluppato per descrivere l'oppressione - a un costo considerevole - sia comunque utile. Il linguaggio per nominare il problema è, francamente, un risultato storico. La mancanza dei termini per descrivere l'oppressione è stata - è stato per molto tempo, continua ad essere in una certa misura e in una certa misura - essa stessa parte del problema. Non esserci una parola per indicare un danno è un modo particolarmente efficace per negare che ci sia un danno.
A proposito, non ho votato per errore la tua risposta. Sto cercando di spiegare perché sospetto che lo abbiano fatto gli altri.
@cfr Sono d'accordo che trovare nomi accettati per modelli di oppressione è una pietra miliare molto importante nell'emancipazione. Tuttavia, la parola misoginia implica antipatia e disprezzo per le donne in qualsiasi definizione io riesca a trovare, quindi chiamare qualcuno o le sue azioni misogino comporta inevitabilmente una carica personale. Non intendevo implicare che le parole dovessero essere bandite ("tabù" era una frase povera, ma mi riferivo all'esercizio retorico che ho collegato), solo che in contesti specifici è utile scompattare tali parole in frasi più specifiche, per arrivare al cuore del problema.
In ogni caso, grazie per aver capito da dove provengono i voti negativi. Immagino che dipenda dallo stesso tipo di linguaggio carico di cui stavo cercando di parlare :)
Non sono in disaccordo con qualsiasi cosa tu abbia detto, e sono assolutamente d'accordo sul fatto che 'misogino' sia una parola problematica per le ragioni che hai dichiarato: presume qualcosa sulla mentalità o le convinzioni della persona a cui si fa riferimento e argomentazioni / confutazioni / offese che potrebbero far deragliare qualsiasi tentativo di comunicazione. Sono rimasto sorpreso anche dai voti negativi (ho votato in alto); Sospetto che sia perché la tua risposta, in apparenza, sembra riguardare la difesa di chi indossa la maglietta e non offrire molte possibilità per risolvere o almeno riformulare il problema dell'OP.
#10
+5
posdef
2014-03-05 20:06:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il primo passo in ogni conflitto dovrebbe essere la comunicazione. Se fossi nei tuoi panni, probabilmente andrei dalla persona in questione e chiedere loro quale messaggio vogliono trasmettere indossando quel particolare abbigliamento.

La ragione per cui ho questa convinzione è che ciò che costituisce offensivo è molto soggettivo, in quanto si potrebbe offendersi per qualsiasi cosa. Si prega di notare che non sto dicendo o insinuando che fosse il caso di OP, ma senza conoscere il livello di "reato" in questione, è difficile dare un giudizio generalizzato. In tal caso, è sempre una buona idea confrontarsi pacificamente con la persona e dirle che ti senti offeso. Questo è il mio primo punto.

Il secondo punto che vorrei sottolineare è che la responsabilità principale per risolvere i tuoi disaccordi è sulle tue spalle. In generale è frustrante aspettarsi che qualcun altro intervenga e combatta le tue battaglie per te. Le persone autorevoli (l'insegnante in questo caso) potrebbero non notare l'offesa o non rendersi conto di quanto ti senta a disagio, a meno che tu non lo dica chiaramente a tutte le persone coinvolte.

Nello scenario specifico raffigurato nell'OP, non riesco a immaginare perché non ti sia permesso di sottolineare che l'abbigliamento del tuo compagno di classe è offensivo e non adatto a spazi pubblici, per non parlare di un'aula. Se la persona reagisce male, allora hai più ragioni per un'azione disciplinare contro il compagno di classe con l'abbigliamento offensivo. Quindi il professore / assistente tecnico / sicurezza e anche altri compagni di classe potrebbero essere dalla tua parte.

Se la persona reagisce in modo favorevole (cioè scusandosi per l'offesa e spiegando che non intendeva offendere nessuno) hai persino insegnato al tuo compagno di classe qualcosa sulle buone maniere.

Credo che non sarebbe costruttivo pubblicare uno slogan offensivo su questo sito, anche a scopo illustrativo.
@ff524 ovviamente no, non volevo dire che dovresti. Stavo solo cercando di spiegare che è difficile sapere dove, nella scala da "umorismo insapore" a "pericolo per la società", si trovasse questo particolare reato.
Se in un luogo pubblico vengono affissi graffiti contenenti un inequivocabile insulto razziale, pensi che le autorità locali non abbiano motivo di intervenire finché qualcuno non si lamenta? Non credo che dovrebbe essere la responsabilità della "vittima" di presentare reclamo a una figura autoritaria. (In quanto "vittima" può essere molto intimidatorio e difficile parlare quando qualcuno indossa abiti apertamente ostili nei tuoi confronti)
@ff524: Se non ne sono consapevoli, come possono intervenire? Il tuo esempio è pessimo perché dovrebbe esserci un'indagine e trovare il colpevole sarebbe difficile. Nel caso di OP, la maglietta è indossata dall'autore del reato quindi è ovvio
@GIJoe Se il professore non vede la maglietta, non mi aspetto che faccia nulla. Tuttavia, se lo vede ed è inequivocabilmente offensivo, penso che come figura autoritaria abbia qualche responsabilità qui.
@ff524: Non ho visto il messaggio. Prendiamo una strada diversa. E se l'AT o il professore fosse TROPPO sensibile? E se uno studente indossasse una camicia molto patriottica statunitense in classe e offendesse un piccolo gruppo di iraniani? O cosa succede se il professore o l'AT è anti-militare e trova offensivo che uno studente ROTC indossi la sua uniforme in classe una volta alla settimana? Il punto è che è molto soggettivo quindi OP dovrebbe procedere leggermente. Non esiste una cosa come IMHO inequivocabilmente offensiva
@GIJoe Posso _definitamente_ pensare a cose che sono inequivocabilmente offensive; ad esempio, insulti razziali ampiamente conosciuti.
@ff524: Tendo ad essere d'accordo. Il punto è che non è offensivo per tutti (ad esempio coloro che sono coinvolti nello scherzo o tendono a pensare in questo modo). Non indosso quel tipo di abbigliamento.
@ff524 Devo non essere d'accordo, se c'è un'intera sottocultura dell'uso di un insulto razziale inequivocabilmente offensivo nella musica / tv / sport / altri intrattenimenti (specialmente dalle stesse persone che si offenderebbero da esso) allora apparentemente non è così inequivocabilmente offensivo come si potrebbe pensare.
Non è nulla di lontanamente equivalente al caso in OP, ovviamente, ma per amore di esempio, considera che qualcosa come "Bacon è fantastico" potrebbe essere dannatamente offensivo per i vegani politicamente attivi, poiché praticamente sostiene l'omicidio ai loro occhi. Mi piace il bacon e potrei persino indossare una maglietta del genere (se ne avessi una), il che non significa che intenda offendere ogni vegano che mi sta intorno.
"Il bacon è fantastico" non è né umiliante né mostra ostilità nei confronti dei vegetariani. C'è una differenza tra questi esempi e uno slogan chiaramente inteso come ostile a un particolare gruppo. Mostrare approvazione per qualcosa che ad alcune persone non piace = / = mostrare ostilità a certe persone.
@ff524 Sono d'accordo ma non credo che i due esempi di sottocultura siano un buon paragone, poiché gli ebrei non sarebbero inclini a usare quel tipo di discorso in canzoni / film / libri ecc. In ogni caso non sto sostenendo che le cose dovrebbe essere tollerato. Sto solo dicendo che se sei offeso per qualcosa, non importa il "livello di offesa", parla! fai sentire la tua voce! è l'unico modo in cui puoi fare la differenza
OK, sono d'accordo che la tua risposta sarebbe utile in uno scenario in cui il messaggio era offensivo per me ma non necessariamente ostile. Nel mio scenario (di cui ovviamente non conosci i dettagli) mi sono sentito intimidito e traumatizzato dall'ostilità; Io stesso non avrei potuto dire niente all'autore del reato.
"offensivo" è estremamente soggettivo. In generale sbaglierei dalla parte della libertà di parola.
#11
+4
Alex
2014-09-22 14:45:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sì, gli insegnanti (inclusi sia i professori che gli assistenti tecnici) dovrebbero assolutamente intervenire in questo caso. Come tutti gli altri hanno detto, le politiche di non discriminazione molto probabilmente proibirebbero tale espressione misogina offensiva in un ambiente classe e queste sono politiche con cui consiglierei a tutti gli insegnanti di familiarizzare prima di entrare in classe.

Permettetemi di menzionare un motivo in più per cui non dovreste semplicemente trascurare un simile incidente: per evitare che simili cose accadano in futuro. Non tutti gli studenti hanno familiarità con ciò che costituisce un comportamento improprio in una classe. Se nessuno fa nulla, cosa impedisce a quello studente di fare di nuovo la stessa cosa?

Ecco una storia correlata dalla mia esperienza. Una volta, quando ero un assistente tecnico per un corso di calcolo ingegneristico, ho ricevuto un incarico di gruppo in classe da una coppia di studenti, dove uno studente ha cerchiato il nome dell'altro studente e ha scritto "è gay" come uno scherzo. Essendo io stesso gay, ero incazzato. (avevo anche sperato che l'idea che "gay" potesse essere usato come un insulto fosse ormai fuori luogo, nel 2012. Immagino di no.) tempo, non sapevo chi fosse stato; poteva essere qualcuno al di fuori della coppia, ma di certo non era lo studente il cui nome era cerchiato a causa della diversa grafia. Inoltre non volevo accusare falsamente nessuno o mettere nessuno sul posto. Francamente non mi importava chi fosse stato; Volevo solo assicurarmi che i miei studenti sapessero che questo comportamento era inaccettabile.

Quindi la lezione successiva, ho letto la politica di non discriminazione dell'università a entrambe le mie classi e l'ho detto loro cosa era successo, senza nominare nessuno (o la classe in cui è successo). Ho detto che non mi importava di quello che qualcuno diceva o faceva nel tempo libero, ma nella mia classe non sopportavo che le persone facessero cose del genere.

Nella mia prima lezione, non potevo nascondere la mia tensione o la mia rabbia quando dicevo tutto questo. La seconda classe, che era quella con questi due studenti, ho fatto la stessa cosa, ma ero molto più tranquilla perché l'avevo già fatto con la prima classe. I due studenti hanno finito per scusarsi con me quando ho restituito il foglio, e io (con calma) ho detto che non stavo accusando nessuno di fare nulla, ma dovevo solo assicurarmi che tutti capissero che questo non era accettabile.

In retrospettiva, l'unica cosa che avrei fatto diversamente nel mio caso è stata esercitarmi in anticipo in modo da poter trasmettere la serietà di ciò che stavo dicendo senza la tensione e la rabbia che avevo durante la prima lezione. (Alcune persone non reagiscono altrettanto bene alla tensione e alla rabbia.) A parte questo, mi sentivo bene nell'affermare per i miei studenti, alcuni dei quali erano probabilmente LGBT, che la mia classe non era un luogo in cui avrei accettato qualcosa di così inappropriato o comportamento discriminatorio. Infine, ho reso molto meno probabile che qualcosa di simile accada in futuro sul mio orologio .

Il tuo caso è diverso, perché implica la dimostrazione aperta di inadeguatezza. Nel tuo caso particolare, andrei dallo studente e direi a questa persona che indossare una maglietta del genere in classe è inappropriato e va contro le regole della scuola, e che deve andarsene e trasformarsi in qualcos'altro prima di tornare in classe. Gli studenti preoccupati per la maglietta molto probabilmente noteranno la tua azione e si sentiranno sollevati dal fatto che tu la stia affrontando.

Non sono così sicuro che dovresti chiamarlo fuori dalla parte anteriore della classe, anche se hai certamente il diritto di farlo. Lo studente potrebbe trovare umiliante essere chiamato di fronte a tutta la classe (specialmente in una grande lezione), e inoltre è un po 'impersonale. (Anche se ho affrontato la mia situazione con l'intera classe, tieni presente che non sapevo chi aveva fatto cosa e non ho nominato nessuno. Inoltre, se leggi ad alta voce la politica di non discriminazione nel tuo caso, sarà abbastanza ovvio per tutti coloro a cui ti stai rivolgendo.) Penso che il miglior risultato sarebbe con una conversazione privata o semi-privata, diretta come ho suggerito sopra.

D'altra parte, se tu " sei intimidito e preoccupato per una possibile violenza fisica, allora potresti scegliere di chiedere a questa persona di andarsene in modo semi-privato ma con una ragionevole distanza fisica tra voi due, mentre molti altri studenti sono in giro . Ciò consente ai testimoni nel caso in cui qualcosa vada storto. (Questo sembra uno scenario improbabile, ma la tua sicurezza è fondamentale.) Se questa opzione non è abbastanza sicura per te, allora come ha suggerito Pete L. Clark, dovresti chiamare la sicurezza del campus e aspettare che arrivino prima di iniziare la lezione.

#12
+1
anonymous
2015-10-15 10:53:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un professore dovrebbe intervenire se uno studente della sua classe indossa abiti che potrebbero essere offensivi e ostili ad altri studenti? Se è così, come?

Come con la maggior parte delle cose nella vita, può essere un po 'complicato. In contesti professionali la regola pratica è di solito quella di "lodare in pubblico, rimproverare in privato". Pertanto, anche se può avere senso che il professore intervenga, il momento migliore per farlo sarebbe probabilmente dopo la conclusione della lezione. Quanto sia buono o cattivo un approccio in un contesto accademico potrebbe essere oggetto di discussione, dal momento che un "momento di insegnamento" potrebbe essere perso per il resto della classe, ma consente anche allo studente l'opportunità di salvare la faccia.

Un'altra cosa degna di nota in questo senso, ancora di più dal momento che nessun altro lo ha menzionato, è che offre anche al professore la possibilità di controllare per assicurarsi che lo studente capisca davvero il significato dietro le cose. Sono stato in ambienti in cui dal dieci al venti percento o più degli studenti di una data classe potrebbero essere studenti di scambio. Le loro norme culturali possono essere drasticamente diverse e potrebbero anche non comprendere appieno cosa possa significare un termine gergale. Ciò consente una conversazione molto più robusta sulle cose rispetto al semplice "Non indossare più quella maglietta". essere diretto allo studente.

Se sì: ci sono scenari in cui un professore non dovrebbe fare nulla anche se i vestiti di uno studente contengono materiale ostile nei confronti di un altro studente o gruppo di studenti?

Questo sarà probabilmente molto soggettivo poiché il professore potrebbe non essere sempre consapevole della situazione (ad es. citazione in una lingua straniera, aula molto grande in cui il professore non può nemmeno vedere lo studente, ecc.). In una certa misura il corpo studentesco ha bisogno di aiutare la facoltà a prendere coscienza di alcune situazioni in modo che possano essere affrontate. Un altro scenario sono le campagne di protesta per rivendicare determinati termini visualizzando efficacemente quei termini tu stesso. Quindi, alla fine della giornata, si presenteranno delle situazioni, ma probabilmente sarà necessario affrontarle caso per caso.

questa non è una revisione delle prestazioni. La maglietta è stata vista in pubblico. Se ti astieni dall'obiezione in pubblico, ti astieni dall'assicurare al resto della classe che li proteggerai da discorsi odiosi. Lasciarlo andare e poi discuterne in privato potrebbe o non potrebbe impedire che si ripresenti, ma non rassicura i membri della classe che ne sono rimasti sconvolti.
@KateGregory Fatta eccezione per il mondo accademico, dobbiamo essere consapevoli che non tutti sono consapevoli delle nostre norme culturali. Uno studente di scambio potrebbe non avere la più pallida idea che una frase sia offensiva o che cosa significhi una parola, quindi non c'è niente da guadagnare mettendolo in imbarazzo davanti all'intera classe. Inoltre, mi piacerebbe pensare che la maggior parte delle persone se ne accorgerebbe se a uno studente venisse chiesto di rimanere indietro dopo le lezioni, saprebbe quale sarebbe l'argomento della discussione.
#13
-5
HdS
2014-03-06 13:36:34 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Indossavo abitualmente magliette di metallo nero, che possono avere linee offensive, come studente universitario, il che non mi ha mai messo nei guai. Ma alcune persone mi hanno chiesto perché mi piace questo tipo di T-shirt e ho cercato di spiegare il mio ragionamento. Ha funzionato molto bene e ho stretto forti amicizie con alcune di queste persone.

E io, personalmente, si è sforzato di non giudicare le persone dal loro aspetto, il che non è mai stato un successo al 100%, ma penso che sia un tentativo valido.

Quindi, penso che il primo passo migliore sia semplicemente chiedere alla persona PERCHÉ lo indossa maglietta. Ogni persona con una maglietta provocante viene chiesto di tanto in tanto, quindi non dovrebbe essere un grosso problema. Correre prima dai tuoi insegnanti è simile a correre dalla tua mamma e non un comportamento da adulto. Dichiarazione di non responsabilità: vengo dalla Germania, dove un una gamma molto più ampia di abbigliamento è considerata accettabile nel mondo accademico, in particolare nelle scienze sociali e in informatica.

Questo non riesce ad affrontare le specifiche della domanda. La domanda si riferisce a una maglietta che non era solo offensiva ma offensiva nei confronti di un gruppo specifico (donne) in un modo che violava le regole della scuola contro le "molestie discriminatorie". Ciò è stato affermato nel contesto di un programma di ingegneria; le donne sono sottorappresentate in ingegneria ed è importante non creare un'atmosfera ostile per loro. Se la tua maglietta di metallo pesante avesse, ad esempio, un messaggio satanista, è un caso diverso, perché sebbene possa offendere i cristiani, i cristiani non sono un gruppo sottorappresentato in ingegneria.
Per quanto riguarda la maglietta specifica che eri solito indossare (non la maglietta che ho incontrato), Wikipedia dice: "La maglietta è bandita in Nuova Zelanda, una manciata di fan ha affrontato apparizioni in tribunale e multe per aver indossato la maglia in pubblico". (http://en.m.wikipedia.org/wiki/Cradle_of_Filth)
@BenCrowell Se i satanisti sono sottorappresentati in ingegneria, significa che devo stare attento a non offenderli?
Vorrei -1 per "Correre prima dai tuoi insegnanti è simile a correre verso tua madre e non un comportamento da adulto". Ciò essenzialmente rende l'ennesimo ricorso non disponibile per coloro che si sentono già vittimizzati (e sono a disagio con il confronto diretto), dissuadendoli dall'unica cosa che possono vedere da fare (avvicinarsi a figure autoritarie) e implicando che dovrebbero sentirsi male con se stessi per facendolo.
@EricWilson: * Se i satanisti sono sottorappresentati in ingegneria, significa che devo stare attento a non offenderli? * Sì. Ma non sono a conoscenza di alcuna prova che siano sottorappresentati. Idem per atei, mancini o albanesi. Quando parliamo di gruppi sottorappresentati, parliamo di gruppi che sono sottorappresentati in proporzione al loro numero nella popolazione generale.
@BenCrowell Concordo sul fatto che probabilmente non sono sottorappresentati in modo significativo, ma rifiuto l'idea che le convinzioni e le azioni dovrebbero essere protette sulla base della rappresentazione.
@BenCrowell Molte delle magliette che ho visto nella mia vita potrebbero essere considerate offensive. Forse non è di moda, ma ci sono molte magliette immature là fuori. Come "Dort - Mund" con una freccia che punta verso il pene (lo scherzo "funziona" solo in tedesco). Personalmente non li vedrei discriminatori ma immaturi e agisco di conseguenza: parlare con la persona cerca di convincerla che è una cattiva idea. Se non funziona, vai in posti più alti.
@ff524 Sì, ma è coperto dalle leggi sulla libertà di parola in Germania. Ironia della sorte, molti CD di COF sono effettivamente vietati perché non sono consentiti ai minori di 18 anni.
L'ho appena menzionato perché sembra che non sia saggio generalizzare dalla tua esperienza di "mai avuto problemi" (specialmente per chi non è in Germania)
Penso che potrebbe essere utile per tutti leggere il saggio di Ken White su "Shirts and Shirtiness". http://www.popehat.com/2014/11/17/shirts-and-shirtiness/?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+Popehat+%28Popehat%29
Sottorappresentata non è la stessa cosa di una storia, o di un rischio attuale, di discriminazione. Nonostante i pregiudizi storici contro i mancini, è (per quanto ne so) ora improbabile che i potenziali ingegneri vengano selezionati perché mancini. Allo stesso modo, la discriminazione non richiede sottorappresentanza. Un singolo studente cieco in una classe di 20 non rende gli studenti ciechi sottorappresentati, ma potrebbero comunque subire discriminazioni e sarei preoccupato per una maglietta che potrebbe creare un ambiente ostile a loro. (Nota: scelgo questo esempio deliberatamente.)


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...