Domanda:
Sono in un paese religioso e il mio supervisore religioso sta pregando. Cosa dovrei fare?
Motaka
2018-12-12 23:12:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il mio supervisore e tutti gli altri suoi dottorandi praticano la religione, mentre io non lo sono, io sono "non religioso".

Non discutiamo mai di religione insieme, ma a volte escono tutti per pregare insieme, e lasciarmi in pace, il che mi mette a disagio. Sicuramente, se sapessero che sono "non religioso", li darebbe fastidio.


Come reagisco a una situazione in cui tutti vai a pregare tranne me? Pensi che debba aprire questo dibattito con loro, e chiuderlo una volta per tutte? Dovrei fingere di essere come loro, pregare con loro?

EDIT: Sono in un paese prevalentemente musulmano, MENA (Medio Oriente e Nord Africa), e non essere musulmano non è molto gradito in generale. Ad esempio, mangiare durante il mese di Ramadan non è legale e può essere fonte di violenza fisica o mentale per strada. Quindi, anche se il mio supervisore è così gentile come gli altri suoi studenti di dottorato, rimarranno delusi se conoscono la mia situazione.

I commenti non sono per discussioni estese;questa conversazione è stata [spostata in chat] (https://chat.stackexchange.com/rooms/87202/discussion-on-question-by-motaka-im-in-a-relectual-country-and-my-religion-su).
Otto risposte:
#1
+87
Allure
2018-12-13 04:15:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono cresciuto in un paese a maggioranza musulmana. Cose da fare e da non fare:

  • Fai mostra rispetto per la religione. Ciò significa evitare di fare cose come commentare quanto debba essere scomodo pregare cinque volte al giorno, non offrire cibo non halal, non invitare le persone a pranzo durante il Ramadan, ecc.
  • Fai fai come loro, se possibile e non scomodo. Ad esempio, se pranzate insieme, ordinate / confezionate qualcosa di halal. A meno che tu non abbia particolari esigenze dietetiche che richiedono di mangiare carne di maiale, non mangiare carne di maiale quando sei con gli altri.
  • Vestiti in modo conservativo. Se il tuo istituto ha un codice di abbigliamento, segui quello. Se sei una donna, di solito puoi rifiutarti di indossare l'hijab se ti mette a disagio (dipende comunque dal paese), ma vesti comunque in modo conservativo, ad es. non indossare qualcosa senza maniche.
  • Non fingere di essere musulmano. Non puoi fingere. Imparare come pregare nella religione richiede tempo; anche il canto non è banale.
  • Non fingere di essere musulmano n. 2: altrettanto importante, una volta identificato come musulmano potresti essere obbligato a obbedire a un diverso insieme di leggi. La sharia criminalizza le cose che vanno bene nella cultura occidentale contemporanea, come l'omosessualità. Se sei omosessuale ma ti identifichi come musulmano, potresti farti venire in testa la polizia religiosa.
  • Non fingere di essere musulmano n. 3: inoltre, a seconda del paese in cui ti trovi, potresti trovare davvero difficile lasciare la religione. I potenziali problemi che potresti incontrare arrivano fino alla morte. Nel frattempo non sei solo tu a essere colpito: in molti paesi ci sono restrizioni per i musulmani che sposano un non musulmano; inoltre ogni bambino nato da un musulmano è automaticamente un musulmano.

Eccezione : se in origine eri un musulmano ma non credi più nella religione, non hai buone opzioni. Il consiglio di cui sopra ti porterà ancora la polizia religiosa (perché ora sei un apostata). Fingerei di essere musulmano o lascerei il paese e lavorerei altrove.

tl; dr: Lascia che le persone religiose praticino la loro religione e non criticarle per questo. Dovrebbero fare lo stesso con te.

Per quanto riguarda il punto 2, ci sono leggi della shari'a che devono essere obbedite da tutti, anche se sei un panteista omosessuale.Questa cosa della vestizione conservativa è un esempio calzante.Per quanto riguarda il punto 3, ciò si riferisce principalmente alle donne musulmane che non possono sposare non musulmani (gli uomini musulmani possono sposare ebrei e cristiani).
Questa è una buona risposta tranne che per la voce di "loro", o _othering_.Potresti, ad esempio, esprimere frasi _ "Mostra rispetto per ** la ** religione". _, _ "Non ** offrire ** cibo ** non halal **, non invitare ** persone** a pranzo durante il Ramadan "_, e semplicemente _" anche il canto non è banale "_.Ti prendo in giro anche per il tuo tl; dr, perché non vedo come i musulmani dovrebbero "non ostentare il fatto di non essere musulmani" :-D
Ottimo commento, modificato.
"Ogni bambino nato da un musulmano è automaticamente un musulmano" che è molto rotto.Il neonato non è ancora una religione (tranne forse il deista che sembra essere lo stato naturale dell'uomo).Persino la Chiesa ha un'idea molto chiara di cosa significhi la maggiore età.
@Joshua sei sicuro?https://en.wikipedia.org/wiki/Wong_Ah_Kiu questo implica che le autorità malesi la consideravano musulmana semplicemente perché era nata da genitori musulmani.
Le autorità malesi hanno semplicemente torto e il fatto che intendono comportarsi come se fosse vero è il motivo per cui è rotto.
@Joshua per scopi pratici, "ogni bambino nato da un musulmano è automaticamente un musulmano" è abbastanza vero.Giusto o sbagliato, il bambino può essere trattato come un musulmano con tutti i rischi che ne derivano, e avvertirlo va bene.
@Joshua: Teologicamente, possono sbagliarsi, ma legalmente possono definire ciò che è giusto.Per essere irreprensibilmente chiari, si potrebbe dire "ogni bambino nato da persone legalmente considerate musulmane, è legalmente considerato musulmano".
100% d'accordo sulla parte non falsa, che è un'idea terribile per molte ragioni, ma sul punto di diritto, non è necessario recitare sinceramente la shahada davanti a due testimoni musulmani perché avvenga una conversione valida?
In tutta onestà, i primi due di questi sono ottimi consigli indipendentemente dalla tensione religiosa nella stanza.
La tua risposta è utile perché aiuta a garantire la sicurezza dell'OP.Tuttavia, si riduce a "essere tolleranti nei confronti dell'intolleranza religiosa".: - /
#2
+64
Buffy
2018-12-12 23:55:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono situazioni in cui devi essere sensibile agli altri e loro dovrebbero estendere a te la stessa cortesia. Tuttavia, ci sono alcuni luoghi in cui il sentimento religioso è così forte da superare tale sentimento. Può essere pericoloso in molti modi (accademico, fisico, ...) non essere d'accordo con il "consenso" religioso in tali luoghi. Ci sono alcuni college negli Stati Uniti, infatti, in cui questo è un problema.

Tuttavia, "fingere" di essere un membro di una religione è altrettanto pericoloso, quindi devi stare attento. Non so quali siano le supposizioni della gente su di te. Ma se sono consapevoli che non sei un membro / aderente alla fede dominante, probabilmente ti consigliamo di non partecipare. Se non sono consapevoli e stanno facendo supposizioni che sei solo un apostata, allora può essere molto pericoloso.

Se il tuo professore ha un atteggiamento abbastanza aperto puoi parlare con lui / lei per un consiglio. Ma la prima regola è essere al sicuro. Se ti trovi in ​​un luogo in cui ti viene richiesto di essere un "credente" e non lo sei, dovresti lavorare per trovare un posto più compatibile. Il sentimento religioso è spesso diverso dal razionale.

I commenti non sono per discussioni estese;questa conversazione è stata [spostata in chat] (https://chat.stackexchange.com/rooms/87199/discussion-on-answer-by-buffy-im-in-a-relectual-country-and-my-religion-super).
#3
+24
The Hagen
2018-12-13 03:45:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho anche trascorso alcuni anni in un paese MENA in un ambiente accademico. Come dici tu, mangiare cibo / acqua potabile in pubblico durante il Ramadan era illegale, così come certi standard di abbigliamento, tuttavia la mia esperienza nel corso degli anni è stata che questo non significava in alcun modo che le persone con cui ho vissuto e lavorato (comprese quelle con cui erano musulmani praticanti) per impostazione predefinita non accettavano la mia non-religiosità. Sono curioso di sapere perché dici

Sicuramente, se sanno che sono "non religioso", li infastidirà.

e

Quindi, anche se il mio supervisore è così gentile come l'altro suo dottorando, ma rimarranno delusi se conoscesse la mia situazione.

Forse hai più motivi per credere questi di quelli che hai incluso nella tua domanda, tuttavia, nella mia esperienza personale, nessuno dei miei amici / colleghi musulmani si aspettava mai che mi conformassi alla loro religione. Certamente non ho mai preteso di essere musulmano e, come altre risposte, suggerisco di non farlo poiché questo potrebbe rendere la situazione più imbarazzante ("Mi sono convertito per adattarmi" probabilmente non è la risposta migliore da dare a un membro attento di qualsiasi religione).

Il mio consiglio è che forse questo non ha bisogno di un problema più grande di qualsiasi altra differenza di stile di vita che potresti avere con i tuoi colleghi, e di non leggere troppo a fondo in esso (come presumendo che abbiano qualche tipo di aspettativa da te), a meno che non ti diano una ragione per questo. Le politiche del governo non riflettono necessariamente le aspettative individuali. In ogni caso, se senti una pressione malsana o ti senti insicuro, non restare. Altrimenti, situazioni simili in cui c'è una differenza nello stile di vita / cultura tra i membri del gruppo si verificano continuamente.

Forse un altro gruppo a cui ti unisci potrebbe uscire regolarmente per un caffè / alcol quando non sei in grado di unirti per motivi dietetici / religiosi, o in un altro gruppo tutti gli altri hanno figli, quindi se ne vanno presto o si danno appuntamento nel fine settimana. Ma in tali situazioni, l'attività che devi perdere non è sicuramente l'unico modo per costruire un rapporto / rispetto all'interno del tuo gruppo e rafforzare il tuo rapporto con il tuo supervisore. Quindi, se non c'è alcuna pressione effettiva affinché tu abbia le stesse credenze religiose, prova a decidere se sei infastidito dalla loro fede religiosa. In caso contrario, concentra le tue energie sulla ricerca di qualche altro argomento / hobby che hai in comune. Se sia tu che loro rispettate le differenze, potrebbe non esserci alcun dibattito da "aprire".

Sono totalmente d'accordo con te, se sei straniero e lavori con loro, anche se non sei religioso non creerà alcun problema, andrà tutto bene .. Qui ad esempio i turisti possono mangiare durante il Ramadan, ei ristoratori lo sonoaperto per loro .. ma non per i cittadini del paese
#4
+14
Alone Programmer
2018-12-14 01:22:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dipende dal paese di cui parli in Medio Oriente. Vengo dall'Iran e direi che non partecipare a pratiche religiose è molto comune tra i giovani e se qualcuno assiste a quelle pratiche religiose verrà deriso pesantemente. Per il resto della mia risposta, presumo che tu viva da qualche parte forse nei paesi arabi del Medio Oriente. Inoltre, la mia risposta non dipende molto dal tuo rapporto con coloro che hanno credenze religiose rigide (significa che puoi sostituire il tuo supervisore oi suoi studenti con qualcun altro come i tuoi amici, la famiglia, ecc.). Inoltre, presumo che tu sia musulmano di nascita (significa che sei musulmano perché tua madre e tuo padre sono musulmani) e poi hai cambiato idea sulla base dei tuoi pensieri personali.

Hai detto che lo faranno tutti prega al momento della preghiera ma non ti unisci a loro, e alcune persone qui hanno suggerito che potrebbe implicitamente implicare che non sei un credente e se non ti hanno detto qualcosa fino ad ora, è abbastanza OK secondo loro. Purtroppo: Non è vero! . Nel migliore dei casi, pensano che tu possa avere una buona ragione religiosa (ad esempio, hai fatto sesso la scorsa notte e non hai lavato il tuo corpo) e a causa di questa buona ragione religiosa non puoi unirti a loro. Oppure, per qualsiasi motivo tu preferisca pregare in privato.

Il punto chiave principale è: Il tuo supervisore oi suoi studenti ti hanno mai detto perché non partecipi alle loro pratiche religiose?

È un problema molto serio se sei musulmano di nascita e quando sei cresciuto hai cambiato idea per non essere una persona religiosa. In effetti, nelle credenze dell'Islam, non è che tu possa cambiare idea dopo un po 'e ti danno il benvenuto e ti augurano buona fortuna con i tuoi pensieri e idee personali! Potrebbe costarti la vita (sul serio!). Ma per quanto ne so, la loro regola è che se qualcuno non crede nell'Islam o per qualsiasi motivo ha cambiato idea per non seguire le regole dell'Islam, saresti al sicuro fintanto che non esprimi le tue idee in nessuna modo al pubblico e alla tua società. Ciò significa che se il tuo supervisore oi suoi studenti ti chiedessero perché non partecipi alle loro pratiche religiose? Devi avere una ragione davvero poco importante o comune per questo e non dire che non credo nelle tue convinzioni! Voglio dire, dovresti dire che sono certamente un praticante, ma per qualche motivo come essere malato in questo momento, non ho potuto partecipare a quelle pratiche con te. Altrimenti, se vuoi esprimere le tue vere convinzioni che non credi nell'Islam, porterà a una lunga discussione con loro sul perché non lo fai e cercheranno di convincerti e se non accetti le loro idee rende il problema sempre più grande. Quindi, per ogni volta porta solo una ragione falsa e vai avanti, o meglio l'idea è: non essere lì quando praticano la loro religione. Inoltre, Buffy ti ha suggerito di cambiare la tua posizione. Onestamente, non è davvero facile trasferirsi altrove quando vieni dal Medio Oriente e potrebbe essere il tuo obiettivo a lungo termine piuttosto che una risposta a breve termine alla tua domanda e alla tua situazione che stai cercando di affrontare.

Ottima risposta, da parte di qualcuno che sa "esattamente" com'è la religione nei nostri paesi .. hai detto tutto!Grazie programmatore @Alone
Esattamente!succede con me molte volte.
#5
+12
Patricia Shanahan
2018-12-14 19:14:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sanno già che non sei un musulmano osservante. Se avessero pensato che tu fossi uno di loro, ti avrebbero invitato ad andare con loro. Se lo fossi davvero, avresti chiesto dove andare per le preghiere al primo momento di preghiera il primo giorno lì.

Sembra che abbiano accettato che non preghi ai tempi di preghiera musulmani, e hanno nessun problema a lasciarti senza esercitare alcuna pressione su di te per unirti a loro, che è ciò che cercheresti di ottenere in qualsiasi conversazione sull'argomento. D'altra parte, sentono un profondo obbligo di pregare in determinati momenti e presumo che tu non voglia provare a fermarlo.

Questo sembra un "Se non è rotto, non farlo. t aggiustarlo. " situazione. Hai già tutto ciò che potresti ottenere da una conversazione sull'argomento. D'altra parte, discutere di religione al lavoro è sempre ad alto rischio.

#6
+9
A Polyphony of Pirates
2018-12-12 23:31:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

~ Nota: sono americano e sebbene abbia studiato in un college prevalentemente internazionale con grandi popolazioni di tutte le principali religioni, la mia risposta potrebbe non riflettere accuratamente le aspettative culturali di altri paesi. ~

Prima di tutto, non credo che dovresti fingere di essere religioso se non lo sei. Sembra che sarebbe abbastanza scomodo per te e potrebbe portare a molti sentimenti negativi se scoprissero che hai mentito.

Invece, sembra che dovresti avere una conversazione con il tuo professore. Non è ragionevole chiedere a lui o ad altri studenti di astenersi dal pregare. Tuttavia, sembra che la tua più grande preoccupazione sia che ti senti a disagio e non vuoi che ti giudichino per non essere religioso. Il modo più semplice per affrontare questo problema è parlare al tuo professore delle tue preoccupazioni e chiedergli onestamente se ne è infastidito.

Digli che hai notato che lui e gli altri studenti vanno a pregare insieme e che tu ti sei sentito a disagio essendo l'unico che non lo fa perché temi che possa essere infastidito o sentirti mancato di rispetto per la tua mancanza di partecipazione. Probabilmente dirà che non gli dà fastidio il fatto che tu non sia religioso, anche se potrebbe essere curioso di sapere perché non lo sei se questa è la norma.

Alla fine della giornata, se lo è a disagio avere uno studente non religioso, potrebbe non essere adatto a te. Sapere questo ti permetterà di decidere cosa fare dopo. Potrebbe essere possibile cambiare consulente oppure no, ma non perderai nulla intrattenendo una conversazione educata e onesta.

Grazie per la tua risposta, come hai detto, la cosa principale è essere onesti con te stesso e con gli altri, ma penso che non spetti a me aprire una discussione, ma se un giorno vogliono discutere sarò onesto.
#7
+8
Jay
2018-12-13 02:00:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono negli Stati Uniti, ovviamente una cultura molto diversa.

Il modo in cui penso che le cose DOVREBBERO funzionare è questo: se queste persone con cui lavori hanno credenze religiose diverse da te e così periodicamente si spengono e pregare o fare qualsiasi cosa relativa alla loro religione, non dovrebbero spingerti a partecipare o penalizzarti in alcun modo per non partecipare, e allo stesso modo non dovresti fare pressioni su di loro per non farlo. Hanno il diritto di praticare la loro religione e tu hai il diritto di praticare la tua o di non praticarne alcuna.

Non vedo perché questo dovrebbe essere diverso da qualsiasi altra differenza di interessi. Supponiamo che io abbia lavorato con un gruppo di persone che, diciamo, amavano tutti mangiare cibo italiano, e non mi piace il cibo italiano, e periodicamente vanno tutti a pranzo insieme in un ristorante italiano. Sarebbe scortese da parte loro farmi pressioni per mangiare cibo italiano solo perché a loro piace. Ma sarebbe ancora più scortese da parte mia dire che non dovrebbero mangiare cibo italiano perché non mi piace, o lamentarmi che sono escluso perché non condivido il loro gusto nel cibo.

Penso che dovresti semplicemente accettare di non condividere questo interesse particolare con i tuoi colleghi e che questo significa inevitabilmente che non condividerai determinate attività con loro. Direi, e allora?

Sebbene sia d'accordo con il sentimento espresso in questa risposta, non penso sia molto utile per l'OP esprimere il desiderio che tutti nel mondo dovrebbero andare d'accordo con tutti indipendentemente dalle convinzioni personali, che è essenzialmente quello che stai dicendo, ma non la realtà ovunque.In particolare, l'impatto della religione sulla vita è di gran lunga maggiore dell'impatto delle preferenze alimentari.
Mi dispiace se non sono stato chiaro.Il mio punto rilevante non è che TUTTI dovrebbero essere tolleranti nei confronti delle credenze religiose degli altri.Direi che è vero ma come dici tu, l'OP non può farlo accadere.Quello che sto cercando di dire è che LUI dovrebbe essere tollerante nei confronti delle credenze religiose degli altri.Se altri vogliono praticare una religione che non condivide, non possono gentilmente partecipare.Non c'è motivo per lui di lamentarsi o trasformarlo in una battaglia.Dì solo educatamente "divertiti" o qualunque cosa sia appropriata quando se ne vanno.
#8
+1
user9371654
2018-12-13 01:39:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

come reagisco a una situazione in cui vanno tutti a pregare tranne me? Pensi che debba aprire questo dibattito con loro e chiuderlo una volta per tutte? Dovrei fingere di essere come loro, pregare con loro?

Dipende da te. Se ti senti incoraggiato ad accompagnarli, puoi dire loro di informarti e dire loro che vuoi accompagnarli. Altrimenti non dovresti andare anche se ti invitano, dovresti dire loro di non invitarti come non preferisci.

La religione è qualcosa di personale. Anche nei paesi musulmani nessuno può costringerti a pregare.

Secondo me non dovresti aprire un dibattito su questo a meno che tu non sia interessato a saperne di più su quello che stanno facendo.

Il tuo supervisore ha determinate regole e regolamenti per valutarti. Nessuno di loro può pregare. Anche nei paesi più religiosi. Quindi non dovresti preoccuparti.

E no, non dovresti fingere di essere come loro e pregare come loro. Se lo fai, stai perdendo tempo. Le tue preghiere dovrebbero avere un significato per te e dovrebbero farti sentire meglio. Se questo non è il caso, nessuno ne ha bisogno da te.

"Anche nei paesi musulmani nessuno può costringerti a pregare".Sei sicuro?!
Sì, sono abbastanza sicuro e sto parlando della mia esperienza.Nessuno trascinerà le persone dai loro uffici a pregare.È vero che in alcuni paesi i negozi sono obbligati a chiudere nei momenti di preghiera.Ma anche con questo, i lavoratori sono totalmente liberi di non pregare e rimanere dentro i negozi se vogliono e lo considerano una pausa ufficiale.Questo è nei negozi e nei luoghi pubblici che trattano con i clienti.Ma gli uffici chiusi come le società o le università sono diversi e non sono tenuti a chiudere.È totalmente propria volontà pregare o meno.
Sei musulmano di nascita o parli della tua esperienza di straniero non musulmano che ha risieduto per un po 'in un paese musulmano?Fa davvero la differenza.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...