Domanda:
La mia università richiede che prenda la frequenza. Come devo trattare gli studenti che arrivano in ritardo a lezione?
hanugm
2018-11-17 14:51:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Potrei presto insegnare in un'università che richiede di registrare la frequenza degli studenti, come segue: La frequenza è un requisito per il corso. Può sostenere gli esami finali una persona con almeno il 75% di presenze. Una persona con una frequenza compresa tra il 65% e il 75% è tenuta a presentare un certificato medico. Una persona con meno del 65% di presenze non è autorizzata a scrivere l'esame e deve fare ricorso.

Poiché l'università non ha regole esplicite su come dovrebbe essere registrata la frequenza, sto chiedendo informazioni in merito.

Ho studiato molti corsi e il comportamento di facoltà in questo particolare aspetto varia l'una dall'altra. I seguenti sono i comportamenti delle facoltà che ho osservato principalmente:

  1. Consentire al ritardatario di entrare in classe in qualsiasi momento e assistere il ritardatario.

  2. Consentire al ritardatario di entrare in classe in qualsiasi momento, chiedendo un motivo per essere in ritardo e quindi dare la presenza al ritardatario.

  3. Consentendo al ritardatario di entrare in classe, ma dando la presenza in base al motivo che il ritardatario dà per essere in ritardo.

  4. Non consentire il ritardatario chiudendo le porte o con istruzioni rigorose.

  5. ol >

    Quindi, ho avuto l'impressione che dipenda totalmente dalla particolare facoltà. Per lo più ho osservato 1, 2 e 4. Ho osservato 3 molto raramente.

    Qual è il comportamento consigliato e corretto nei confronti dei ritardatari?

Ho spostato tutti i commenti [in chat] (https://chat.stackexchange.com/rooms/86009) perché li consideravo indirizzati da modifiche e simili, risposte come commenti o discutendo di politiche generali sulla frequenza non correlate alla domanda.Pubblica nuovi commenti solo se ti aspetti che migliorino la domanda.Vedi anche [questa FAQ] (https://academia.meta.stackexchange.com/q/4230).
Un'altra opzione potrebbe essere quella di misurare la frequenza in%, quindi se qualcuno è in ritardo o se ne va presto, la frequenza non verrà conteggiata come 1 lezione (come gli studenti assistenti al completo) ma forse come 0,6 o qualcosa del genere.
Se vuoi essere sicuro: CHIEDI.Qualcuno ha scritto quella regola della "presenza obbligatoria", e quella persona ha anche voce in capitolo su come deve essere interpretata. Personalmente: prendilo alla / vicino alla fine, ma solo perché trovo che la frequenza obbligatoria all'Università sia un affronto per gli studenti
hanugm, "record di presenze degli studenti" -> C'è considerazione che potrebbero essere presenti anche persone diverse dagli studenti iscritti?
@chux No, devo registrare solo la frequenza degli studenti iscritti al corso.Non è necessario monitorare gli studenti di auditing.
Devi essere presente all '* inizio * del corso?
@ZeroTheHero in qualsiasi momento ... Ma all'inizio è consigliato.
23 risposte:
#1
+194
Dmitry Savostyanov
2018-11-17 15:39:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questa è una risposta a una versione precedente della domanda, in cui non era chiaro che la registrazione della frequenza fosse obbligatoria presso l'università del richiedente. Pertanto la mia risposta non copre la situazione specifica del PO, ma può comunque aiutare gli altri in una situazione simile.

0) Consenti a tutti gli studenti in classe e non monitorare la frequenza.

Sono adulti e vengono per imparare. Finché non interrompono la classe, sono liberi di andare e venire a loro piacimento. Non vedo a quale scopo serve il monitoraggio delle presenze. Invia il segnale sbagliato e concentra gli studenti sulla firma del foglio del registro piuttosto che sull'obiettivo della classe.

Tuttavia, inizio ogni lezione ringraziando gli studenti che partecipano e vengono in tempo. I ritardatari perderanno questa parte.

Ho rimosso tutti i commenti sull'interpretazione delle diverse versioni della domanda e mantenendo questa risposta alla luce delle recenti modifiche [per chattare] (https://chat.stackexchange.com/rooms/86010).Lascio questa risposta in piedi con un disclaimer ora.Se non sei d'accordo o desideri una politica generale, ti preghiamo di portarla a [meta].Si prega di pubblicare ulteriori commenti solo se possono migliorare questa risposta.Si prega di consultare anche [questa FAQ] (https://academia.meta.stackexchange.com/q/4230).
Nelle mie classi, alcuni studenti sono adulti che vengono per imparare, altri chiaramente no.
#2
+102
Daniel R. Collins
2018-11-17 21:55:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Cercherò di fornire una risposta alla luce del fatto che molte risposte qui verranno da professori che non si rendono conto di quanto sia comune per alcune istituzioni universitarie avere politiche di assunzione della frequenza obbligatoria. Innanzitutto, citerò dalla pagina della guida sulla funzione Presenza di lavagna, in quanto spiega i diversi casi d'uso che hanno reso necessaria tale funzione:

Molti insegnanti che insegnare faccia a faccia e corsi misti utilizzano i dati sulle presenze come parte dei voti complessivi degli studenti. Inoltre, alcuni istituti e programmi hanno politiche di partecipazione che richiedono agli istruttori di tenere traccia del numero di riunioni di classe che gli studenti hanno perso.

Anche gli insegnanti e le istituzioni utilizzano i dati sulla presenza in questi modi:

  • Gli studenti internazionali che devono mantenere il visto potrebbero dover soddisfare i requisiti di frequenza.
  • Le istituzioni potrebbero dover dimostrare il "tempo di accesso" per il finanziamento federale o l'accreditamento.
  • Molte istituzioni e istruttori usano la frequenza come si concentrano sulla fidelizzazione degli studenti.

Ora, la domanda del PO è questa:

Qual è il comportamento consigliato e corretto verso i ritardatari?

La mia risposta sarebbe: Qualunque cosa sia meno dirompente e sottragga meno tempo alla concentrazione sull'argomento accademico.

Come te può vedere da altre risposte, molti professori sono effettivamente sbigottiti all'idea di prendere tempo per monitorare la frequenza degli studenti universitari adulti - e ragionevolmente. Tuttavia, capisco che il PO è presso un istituto in cui la partecipazione è obbligatoria (possibilmente tramite una politica del dipartimento accademico, dell'amministrazione del college, dell'agenzia di finanziamento o del governo statale, come sopra).

La maggior parte dei professori, credo, concorderà sul fatto che la frequenza è una distrazione e una dolorosa perdita di tempo dalla concentrazione sull'argomento accademico che siamo lì per condividere. Quindi - dati i vostri parametri istituzionali - vi consiglio di ridurre al minimo tale perdita di tempo il più possibile. Alcune opzioni suggerite:

  1. Se è in tuo potere rinunciare all'assunzione delle presenze, fallo.

  2. Se devi prendere una sorta di registro delle presenze, considerare esattamente cosa è possibile utilizzare per la definizione di "frequenza" nel corso. Forse la frequenza (partecipazione al corso) viene valutata dall'ultimo lavoro presentato o dall'attività settimanale in un forum di discussione online. (Si noti che tali prodotti di lavoro sono considerati una prova sufficiente di partecipazione ai sensi della legge federale degli Stati Uniti Titolo IV, sezione 34-CFR-668.22-L-7; cercare "frequenza accademica". Anche questa lingua è usata alla lettera come definizione ufficiale di frequenza nel mio istituto, ad esempio.)

  3. Se devi prendere la frequenza effettiva in classe, trova il protocollo che dedichi al minor tempo possibile giudizio (incl. tempo su scuse / discussioni / sfide, ecc.). Forse questo è più semplice tramite un foglio di accesso, simultaneo con un esercizio pratico o alla fine della lezione.

  4. Forse esiste una soluzione software comoda da usare, come la funzionalità incorporata in Blackboard o un LMS simile in uso su la tua istituzione.

Per quanto riguarda il problema specifico dei ritardatari, nota che le opzioni 1-4 sopra sono progressivamente meno generose nei confronti dei ritardatari. Se la tua istituzione rende inevitabile che tu debba assolutamente dedicare del tempo a registrare personalmente le presenze individuali ogni giorno, allora lo farei in una sola volta che è conveniente per te, e non ciclo indietro in seguito per trattare con i ritardatari, in modo da rendere l'uso più efficiente del tuo tempo.

Non riesco a immaginare come potrebbe essere applicata una politica di _richiesta_ di istruttori per _effettivamente_ partecipare.Magari installando un tornello alla porta di ogni aula, che può essere aperto solo con la tessera studentesca?
@JeffE I posti assegnati e una tabella dei posti lo rendono abbastanza veloce, basta contrassegnare i posti vuoti, oppure potrebbe essere fatto elettronicamente con classi che utilizzano [sistemi di risposta "clicker"] (https://www.iclicker.com/) durante le lezioni(spunta gli studenti che danno il loro clicker ai loro amici per essere contrassegnati come presenti)È tutto ancora più dispendioso in termini di tempo che non partecipare affatto.
@JeffE Conosco classi in cui c'è un piccolo (minuscolo) bonus di grado per essere in classe.Gli assistenti tecnici distribuiscono gli elenchi di tutti gli studenti che dovrebbero frequentare all'inizio della lezione e questo elenco viene passato e firmato.Certo che non è "sicuro" in nessun senso della parola.Ma io (dal punto di vista dello studente) penso che probabilmente funzioni bene.Esistono severe misure disciplinari per qualsiasi tipo di imbroglio e la maggior parte degli studenti non lo farebbe comunque.(a parte questo, sono felice di essere in un'università che non consente agli istruttori di imporre davvero la frequenza)
@JeffE: Fai attenzione a ciò che sfidi a fare gli amministratori del college!Ecco due esempi.Ce ne sono molti altri.https://www.identificationsystemsgroup.com/attendance-tracking |https://www.thecollegefix.com/feds-creating-facial-recognition-app-to-track-college-classroom-attendance/
Le istituzioni accademiche @JeffE che insegnano discipline mediche nel mio paese richiedono la frequenza obbligatoria per diversi tipi di lezioni e laboratori.Gli studenti firmano una lista e se commettono una frode rischiano accuse penali.
No, non mi chiedo come costringere gli studenti a partecipare, ma piuttosto come costringere gli * istruttori * a riportare accuratamente la presenza, invece di segnalare semplicemente tutti i presenti e andare avanti con il loro lavoro.
@JeffE Ho sentito storie dell'orrore in cui l'istituto controlla i registri delle presenze e segue le irregolarità (come la presenza perfetta dell'immagine) interrogando il membro della facoltà e gli assistenti tecnici (!) Del corso.Il motivo dell'audit francamente ridicolo era presumibilmente per preparare un audit da parte del governo, il che non dovrebbe sorprendere affatto.È incredibile quale effetto di ingrandimento possano avere alcuni strati di burocrazia, non è vero?
@JeffE: Hai chiesto informazioni sulle carte d'identità, ho fornito un collegamento sulle carte d'identità e altro ancora.Sembra che tu sia un negazionista obbligatorio e dubito che qualsiasi cosa dica ti convincerà della situazione in istituzioni diverse dalla tua.
Nessuno sembra aver ancora sollevato il motivo per cui è necessario.Il ragionamento è legato alla frode degli aiuti finanziari.Sembra che gli studenti chiedano prestiti e poi non frequentino mai i corsi (e di solito falliscono il corso).Il governo federale ritiene che questo comportamento sia dannoso sia per il governo che per lo studente (indebitarsi senza ottenere crediti educativi alla fine).Quando una scuola ha molti casi di questo tipo, la scuola può essere sanzionata e può perdere parte del suo aiuto.È paternalista, ma il governo ha anche interesse a spendere bene i suoi soldi.
@Dawn Tuttavia, la partecipazione migliora davvero la percentuale di successo?Da dove provengo, l'aiuto finanziario può essere annullato quando non ottieni abbastanza punti per semestre, che ottieni per il superamento degli esami / il superamento del corso.Quindi non superare esami / corsi = nessun aiuto finanziario dopo un po 'di tempo (ofc fallire un esame qua e là non ti lascia completamente senza aiuto).Non sembra essere necessario controllare realmente la presenza in * classe * affinché questo sistema funzioni.
@DanielR.Collins Stavo rispondendo ai commenti sopra il tuo.
@Polygnome Ho visto aiuti finanziari che guardano solo le presenze, non il successo accademico.
Per chiarire, si tratta di "frode" perché gli studenti non frequentanti sono considerati studenti falsi, non perché sono cattivi studenti.Uno studente che ha frequentato e ha fallito va bene.
Dico: aggiungi che i comportamenti # 4 soddisfano meglio i requisiti di questa risposta.A breve termine, riduce i disagi a ~ 0 per tutti coloro che arrivano in tempo.A lungo termine (per tutta la vita), supponendo che siano in ritardo di meno, riduce anche i disagi per gli studenti esclusi.La cosa peggiore è ripetere materiale per i ritardatari!Sei tu a decidere quanto tempo di attesa consentire, quindi se sei in ritardo, è * sempre * colpa tua.Vorrei, quando ero più giovane, mi è stato insegnato perché mi è stato insegnato ad essere puntuale - perché tutte le abilità sono preziose: essere preparati.Rispetta il tempo degli altri.Pianificare in anticipo.Possiamo renderlo esplicito [email protected]?
Concordato.In campo militare, gli istruttori nominano uno studente (di solito uno di grado superiore o uno che è forte nel materiale) per gestire il ruolo.Non richiede tempo agli studenti o all'insegnante.È un'imposizione su di lui fuori rotta.Se hai un TA, usalo.I posti assegnati lo rendono più facile.
#3
+27
Jeffrey J Weimer
2018-11-17 20:24:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In questo caso, la frequenza è un requisito imposto dall'alto. Potresti chiedere chiarimenti ai poteri che stabiliscono la regola. Ad esempio, potresti chiedere ... La frequenza deve essere registrata all'inizio, a metà o alla fine della lezione? In altre parole, potresti spingere il processo decisionale a risalire la catena da dove è venuto.

Questo approccio è probabilmente meglio farlo solo quando hai molto tempo libero, hai la pelle spessa e vuoi infastidire i tuoi superiori.

La conclusione è che hai la libertà di definire il tuo approccio al modo in cui registrare le presenze. Analizzando ciascuna delle tue opzioni, potrei vederle in questo modo ...

1) Registri le presenze alla fine della lezione

2) Registri le presenze all'inizio o alla fine della classe E o non chiedere scuse ai ritardatari o chiedere scuse ai ritardatari che poi ignori comunque

3) Registri la presenza all'inizio o alla fine della lezione E chiedi scuse ai ritardatari E cerchi di analizzare le scuse basate su una matrice che si basa su altre regole potenzialmente poco chiare e arbitrarie E usa una decisione sul posto da quella sentenza per cancellare la partecipazione

4) Registri le presenze all'inizio della lezione E escludi ai ritardatari persino di entrare nella classe, il che serve solo a infastidire i "ritardatari onesti", alimentare il tuo ego e contare le presenze due volte perché anche i ritardatari potrebbero essere esclusi dall'esame finale

analisi, si vedono le spese generali in eccesso e la futilità dell'utilizzo delle opzioni 2-4.

Supponiamo che tu non abbia l'opzione di IGNORARE e. Forse, ad esempio, hai il mandato di fare un rapporto che dimostri che hai registrato la presenza in qualche modo. In questo caso, suggerisco, con la libertà che hai di definire la frequenza, forse hai due approcci diversi.

Presenza significa che eri qui per una certa parte della lezione

Registra le presenze in un determinato momento vicino all'inizio della lezione o verso la fine della lezione e poi finisci. Ai ritardatari dovrebbe essere concessa una certa grazia, per esempio forse anche per la classe media. Dopo quella grazia, possono presentarsi ma verranno registrati come assenti. Inoltre, se gli studenti lasciano dopo aver preso la frequenza, verranno comunque registrati come presenti. La partecipazione diventa quindi un messaggio coerente, sia nel significato che nel momento in cui viene registrato. Non ti preoccupi di controllare le presenze sul posto, né analizzando le scuse, escludendo i ritardatari, né fissando i ritardatari.

Quando faresti come sopra, scopri come gestirai gli studenti che SONO in ritardo ma proverai a dire "Ero ero lì quando la frequenza è stata registrata e ti sono mancato". D'altra parte, dovrai accettare di consentire agli studenti di andarsene senza penalità dopo che la frequenza è stata presa. Il sistema di clicker che viene spesso utilizzato nelle aule degli Stati Uniti può essere una grande risorsa per prendere la frequenza ... Con la dovuta diligenza, non dovrebbe essere facilmente ingannato. Altri metodi hanno i loro pro e contro.

Alla fine, qualunque cosa tu decida di gestire questi casi, mantienila semplice e coerente.

La presenza significa che eri qui in quel momento la lezione Iniziato o entro l'ora in cui la lezione è terminata (PERIODO)

Registra la partecipazione all'inizio o alla fine della lezione e finisci. Il messaggio è di nuovo coerente ... sii qui all'inizio o sii qui alla fine.

Riepilogo

Quando la regola è solo che tu prenda la presenza, qualunque cosa tu faccia, mantieni è semplice ed essere coerente. Evita di cercare di colmare ogni scappatoia con ulteriori normative e supervisione.

Nel complesso, mi piace questo approccio, ma non sono un po 'chiaro se il periodo di grazia di cui parli significhi che le persone che arrivano in quel momento * saranno * conteggiate come presenti, o semplicemente che la porta non sarà chiusa contro di loro.(Inoltre, la presenza del clicker assolutamente [può essere ingannata] (https://www.google.com/search?q=spoofing+clickers&rlz=1C1CHBF_enUS696US697&oq=spoofing+clickers&aqs=chrome..69i57.6030j0j4&sourceid=chrome&ie=UTF-8);questo è emerso di recente quando il mio istituto ha cercato di usarli per contare i voti nelle riunioni di facoltà e un professore di informatica ha hackerato il voto di "prova".)
È abbastanza facile.Ho visto studenti venire in classe con otto clicker.
È interessante notare che "da dove" include già "da" https://www.merriam-webster.com/dictionary/whence
Hai perso l'opzione: "Registra le presenze all '** inizio ** della lezione e prendi nota dei ritardatari in ritardo senza registrare alcun motivo".Il ritardo è diventato stranamente normalizzato in Academia, ma non c'è motivo per * escludere * questa opzione dalla tua lista (che include già scelte caratterizzate come futili).
vale anche la pena ricordare che è abbastanza comune che gli studenti debbano partire presto oa metà lezione, per un colloquio, per un pranzo veloce prima della lezione successiva, ecc. La registrazione della presenza alla fine della lezione segnerebbe questi studenticome non frequentati anche se potrebbero essere presenti per> metà della lezione / lezione
@Troy Ho aggiornato nel miglior modo possibile per riflettere le tue intuizioni.Uno dei motivi per cui detesto la presenza obbligatoria è che espone tutte queste eccezioni.
@JeffreyJWeimer, hai aggiornato 3, ma non è affatto quello che ho suggerito, quindi è strano dire che l'hai aggiornato "di conseguenza".
@Wildcard L'opzione che hai menzionato ora è 2.
#4
+11
Brian Tompsett - 汤莱恩
2018-11-17 15:22:48 UTC
view on stackexchange narkive permalink

A livello universitario gli studenti sono adulti. È la loro scelta, la loro vita, la loro responsabilità.

Se decidono di arrivare in ritardo e perdere le cose questa è una loro scelta e le loro conseguenze personali. Non è responsabilità di un insegnante a livello universitario (Bachelors, Master of Doctoral) disciplinarli come scolari o genitori.

L'unica condizione è che non devono interferire con le opportunità di apprendimento di altri studenti in la classe essendo dirompente. Se arrivano in ritardo, dovrebbero farlo in modo discreto e scusarsi adeguatamente se opportuno.

Conosco molti studenti che hanno impegni familiari (come appuntamenti con il dottore dei bambini) o percorrono lunghe distanze in classe e soffrono i capricci di il sistema di trasporto pubblico. Sarebbe abbastanza ingiusto e pregiudizievole individuarli con commenti negativi.

Dovresti riflettere sul tuo atteggiamento nei confronti dell'apprendimento e dell'insegnamento degli studenti e non su quelli della tua classe.

I docenti sono adulti, ma arriveranno in ritardo?E lo faranno spesso?I docenti tendono ad arrivare raramente in ritardo ... Anche i docenti hanno famiglia e impegni ...
Sembra che questo sia un corso con frequenza obbligatoria, quindi la decisione è già stata presa al di sopra del livello di OP.
-1 Questo non risponde alla domanda, il che implica che il PO è presso un istituto di frequenza obbligatoria (possibilmente per requisito amministrativo o legale).
@DanielR.Collins che è stato aggiunto in un commento dopo la mia risposta, tuttavia la mia risposta è ancora valida.Qualcuno che è in ritardo è ancora presente.È tutta una questione di rispetto da entrambi i lati della classe.
Quindi esattamente quale politica stai raccomandando?"riflettere sul tuo atteggiamento" non è una politica di partecipazione.
@SolarMike In 21 anni di insegnamento, non sono mai arrivato più di 60 secondi in ritardo a una lezione, ed è stato allora che sono stato fermato dal Preside sulle scale.
@BobBrown quindi se la facoltà può farlo, perché non possono farlo gli studenti: solo mancanza di rispetto ....
@SolarMike: Sia i professori che gli studenti tendono ad avere orari sufficientemente pieni da dover sempre scendere a compromessi tra il rischio di arrivare in ritardo a una lezione e altri obblighi.Un buon docente ridurrà il rischio di arrivare in ritardo a spese di altre cose (e possono farlo, perché a differenza degli studenti non hanno il loro programma pieno di lezioni e simili), perché se sono in ritardo l'intera classe ne soffre,caso di uno studente in ritardo nessun altro soffre (se non sono di disturbo).Uno studente che arriva in ritardo a una lezione è come un professore che arriva in ritardo a un discorso al colloquio.
@SolarMike Odio davvero la narrativa secondo cui la partecipazione è un segno di "rispetto".Non è.La presenza obbligatoria richiede _compliance_, che non è la stessa cosa.
@JeffE intervenire in tempo, o prima del tempo è un segno di rispetto nella maggior parte delle situazioni ... Il ritardo è considerato scortese in molte situazioni, portando alla frase spesso usata "Lui (o lei) sarà in ritardo per il proprio funerale".Arrivare in ritardo a un appuntamento dal medico può comportare l'addebito comunque, il ritardo all'incontro con un direttore di banca non aiuterà il tuo caso.A molti di noi è stato insegnato dai nostri genitori che essere puntuali era una virtù.
@SolarMike Per favore, non confondere "presenza" con "essere puntuali".
@SolarMike: Conosco molti docenti che spesso "dimenticano" la lezione fino a quando non viene ricordata dagli studenti.In conferenzaa, anche i docenti sono spesso in ritardo .. tuttavia, la differenza tra docenti e studenti è che è l'orario di lavoro per la facoltà e vengono pagati per arrivare in tempo.Gli studenti il più delle volte no.
Sono d'accordo che la regola sia stooopida ma questo non risponde alla domanda.
#5
+8
TheJack
2018-11-18 22:44:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gli istituti di frequenza obbligatoria sono abbastanza comuni in alcune parti del mondo. Studiavo in uno.

Avevamo un appello. Se sei presente mentre il tuo numero viene chiamato, la tua presenza è contrassegnata. Se non lo sei, allora non lo è. Sono state fatte eccezioni per alcuni problemi noti come forti piogge o scioperi di autobus / treni e le persone erano sempre le benvenute per assistere a una conferenza senza che la loro presenza fosse contrassegnata, se lo desideravano. Tuttavia, questo sistema è soggetto a molti problemi. Ad esempio, studenti politicamente ben collegati sono stati in grado di convincere alcuni professori a contrassegnare la loro frequenza (sì, questo accade).

Il sistema più efficace che ho sentito implementato (non nel mio istituto) era quello di prendere fuori dalle mani dei professori . Un istituto disponeva di alcuni aiuti (o "peons", come vengono chiamati localmente) che impiegavano. Supponiamo che una lezione inizi alle 13:00. Gli aiuti erano soliti correre tra le loro sezioni di classe intorno alle 13:10 e raccogliere tutti i fogli di presenza. In seguito avevano iniziato a migliorare la loro tecnologia e avevano lettori di impronte digitali per contrassegnare la partecipazione che erano spenti da remoto 10 minuti dopo ogni lezione.

Non c'è (si spera) modo di apportare un cambiamento dopo quello. Questo sistema è meno soggetto alla manipolazione. Pochi, se non nessuno, hanno avuto il potere politico di sfidare un superiore fino a cui sono stati presentati questi fogli. Ancora più importante, mantiene sano il rapporto tra i professori e i loro studenti.

Ammetto che alla maggior parte degli studenti non è mai piaciuta la politica di frequenza obbligatoria. Ma ci sono certamente buone ragioni per la sua esistenza in alcuni paesi. Queste ragioni esulano dallo scopo di questa risposta.

#6
+6
WoJ
2018-11-19 15:44:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La maggior parte delle risposte sono molto tolleranti. Poiché questa è ovviamente una questione di preferenza, ho sempre optato per 4 (chiudi le porte e nessuno entra dopo l'inizio della mia lezione).

Per loro perdere una lezione non è la fine del mondo. Tuttavia, insegnerà loro qualcosa: che il tempo è prezioso e che devono fare tutto il possibile per essere puntuali. Anche se significa essere lì con 15 minuti di anticipo a causa di uno sfortunato collegamento ferroviario.

Essere in ritardo ovviamente accade e il mondo di solito non ti aspetterà. Eri in ritardo per l'aereo, non c'è più. Eri in ritardo per un appuntamento dal medico, è arrivato il paziente successivo.

Questa è semplicemente la vita e arrivare in ritardo è spesso una decisione, e talvolta sfortuna .

Se essere in ritardo significa che si ammaleranno, moriranno o perderanno un'occasione irripetibile, allora il lassismo è il benvenuto. Altrimenti questo è solo insegnare loro che il mondo è quello che è, e che essere puntuali è una risorsa.

Oggi, al di fuori del mondo accademico, inizio i miei incontri in modo preciso. Se qualcuno è in ritardo, non riassumo mai quello che è successo prima nella riunione (di solito non ho, tecnicamente, la possibilità di bloccarlo).

Un ultimo punto da tenere in considerazione è il pendolarismo tra corsi o riunioni: le persone che costruiscono orari pensano che ciò avvenga tramite teletrasporto e non aggiungono buffer tra le classi. Non dovrebbero lavorare dove lavorano perché sono semplicemente incompetenti.

Finisco gli incontri / corsi ho il controllo di qualche minuto in anticipo, ma se rimango con uno che finisce brusco e il prossimo inizia brusco inoltre, prendo delle decisioni: partire presto o arrivare in ritardo (e possibilmente perdere la riunione). Sii gentile e se il tuo corso è dietro a quello di qualcuno che non capisce che il tempo per il tragitto è necessario, puoi iniziare il tuo 5 minuti più tardi (l'ho fatto alcune volte per non penalizzare gli studenti a causa di decisioni fuori dal loro controllo)

Un'ultima modifica: credo fermamente che dovremmo trattare gli studenti come adulti e lasciare la frequenza agli studenti. Se le regole sono diverse, però, dovrebbero essere applicate (per il loro bene - e apparentemente non sono ancora adulti così adulti)

Ciò può funzionare in alcuni luoghi, ma molti campus non concedono tempo sufficiente a tutti gli studenti per farlo tra le lezioni (in particolare gli studenti disabili).Ho insegnato in laboratori in cui ci si aspettava che un ampio sottoinsieme di studenti camminasse da un altro sito in tempo zero, una passeggiata che mi ha richiesto 10 minuti.
@ChrisH: questo è esattamente il motivo per cui ho detto che alcune persone pensano che il teletrasporto funzioni tra riunioni / corsi e pianifica i tempi attorno a questa idea ridicola (quelle persone sono idiote e dovrebbero essere trattate come tali quando c'è un'opportunità).Si dovrebbe fare pressione in modo che i corsi ne tengano conto, oppure essere la persona ragionevole / gentile che inizierà la lezione un po 'più tardi (annunciandola chiaramente e che dopo i primi 5 minuti la lezione sarà chiusa).Questo significa anche ** non ** iniziare su una tessera in quanto non si possono penalizzare quelli che sono puntuali (entro i 5 minuti).
Gli studenti universitari che hanno pagato per la lezione non dovrebbero essere esclusi dalla lezione anche se li contrassegnerai come assenti.Il tuo programma probabilmente non era subito disponibile quando hanno pagato per la lezione, dopotutto.Questo potrebbe potenzialmente aprire il college a una causa.Secondo, a meno che il nome della classe non sia "come essere un idiota con l'esempio", questo tipo di comportamento è davvero fuori luogo.Non sei lì per insegnare loro questo tipo di lezione di vita.Se vuoi contrassegnarli come non frequentanti, è una cosa, ma impedire l'accesso alla classe o sminuire o sabotare in altro modo lo studente è semplicemente crudele.
@krowe2: un aereo che hai pagato non ti aspetterà.Non sono stronzi, è solo vita.Se questo è un "comportamento non richiesto", allora vivi in un luogo felice dove i tuoi soldi significano che hai diritto a tutto, per il semplice fatto di pagare.Non sto sabotando gli studenti - lo fanno da soli ** scegliendo ** di essere in ritardo (nella maggior parte dei casi, ad eccezione di quelli che ho notato nella mia risposta).La prossima volta staranno più attenti e pianificheranno meglio, il che è una lezione preziosa appresa.(e al tuo primo punto: dove vivo l'istruzione è gratuita come dovrebbe essere ovunque - la risposta rimane la stessa)
L'aereo deve partire in orario, altrimenti le 250 persone che hanno pagato il biglietto non riceveranno quello per cui hanno pagato, e le 50 persone circa il cui compito è far partire l'aereo (piloti, addetti ai gate, addetti ai bagagli,i controllori del traffico, gli agenti di biglietteria negli aeroporti di trasferimento) avranno un lavoro extra da regolare, il tutto incredibilmente costoso.Non sono così sicuro che tu debba chiudere la porta dell'aula.
@JeffE: ancora una volta, questa è una questione di principi.Se a qualcuno non interessa arrivare in ritardo, a me non interessa il suo benessere.Interromperanno il corso, a scapito degli altri.La prossima volta saranno puntuali.Posso capire completamente che le persone tollerano il ritardo (vivo in Francia, il paese di Essere in ritardo è cool e una mossa potente) - non sono io.Gli altri studenti sono come i passeggeri dell'aereo che hanno pagato per partire in orario e trovo incredibilmente scortese che abbiano bisogno di adattarsi.YMMV.
@WoJ Fine.Ma sii onesto (specialmente con i tuoi studenti) sul fatto che la politica sia la tua decisione.I tuoi esempi suggeriscono che pensi che bloccare gli studenti in ritardo sia solo il modo in cui funziona la vita, o che essere bloccato sia interamente una loro scelta.Non è;è solo come funziona la tua classe;chiuderli fuori è anche una tua scelta.Vedi anche: Cool And A Power Move.
Quando paghi qualcosa hai diritto a ciò per cui hai pagato.In questo caso, sarebbe difficile sostenere che questo non include l'accesso alle lezioni.Dire che l'istruzione universitaria dovrebbe essere gratuita e allo stesso tempo usarla come scusa per non accontentare i tuoi studenti è una ... interessante ... combinazione di argomenti.Un istruttore che non pensa che ogni minuto di lezione non sia di vitale importanza per il successo dei propri studenti non è probabile che fornisca la densità di materiale che mi aspetterei da un corso universitario.Nessuno ti ha mai spiegato che "gratis" non è la stessa cosa di "non pagato"?
@krowe2: per favore non interpretare quello che sto dicendo.Ho dichiarato specificamente che il fatto che la nostra istruzione sia gratuita non cambia la mia risposta.Questo è per uno.Quindi quando paghi un corso lo ottieni se sei puntuale.Altrimenti interrompi gli altri, che erano lì in tempo per quello per cui hanno pagato.Vedi la mia analogia con l'aereo che parte senza di te quando sei in ritardo anche se hai pagato.Questo non è essere poco accomodante - questo è aspettarsi che tutti giochino le regole.Se pensi di poter essere in ritardo e quindi scortese con gli altri - il tuo coice ma non nel mio corso
@krowe2: dopo la tua ultima riga come un attacco ad hominem, non vale la pena continuare.Spero sinceramente che qualcuno un giorno ti insegni a discutere senza attaccare qualcuno ma le sue idee.Ci sono corsi per questo.Detto questo, buona giornata.
Vorrei che le mie lezioni fossero state organizzate in questo modo.Ho problemi di ritardo cronici e vorrei che questa lezione fosse stata portata a casa quando ero più giovane.La verità è che è sempre colpa mia se arrivo in ritardo.Se il traffico, le condizioni meteorologiche, i problemi con l'auto, gli orari si sovrappongono o, qualunque cosa fosse un fattore, è stata mia scelta di non concedere un tempo di consegna sufficiente per soddisfare tali fattori.ODIO quando qualcuno accoglie i ritardatari ripetendo materiale, anche se fossi uno di loro! Vorrei che mi fossero state insegnate tutte le buone lezioni rafforzate e motivate dalla politica insieme alla politica.Essere preparato.Rispetta gli altri.Pianificare in anticipo...
Questa politica mi farebbe solo arrabbiare e perderebbe l'opportunità di imparare durante quella lezione.Il ritardo sarebbe stato molto probabilmente dovuto a un problema o all'impegno di un'altra classe.Succedeva raramente: ed essere puniti in un certo senso non sarebbe servito a nulla di positivo.Fortunatamente non ho mai avuto un istruttore che applicasse una regola del genere.
@javadba: Capisco che saresti arrabbiato, ma essere in ritardo è stata una decisione che hai preso o una decisione della tua scuola (che non consente il tragitto giornaliero e / o consente agli insegnanti di superare il tempo assegnato).Entrambi sono riparabili.Potresti aver notato che nell'ultima parte della mia risposta ho menzionato che ho tenuto conto del tempo di viaggio (compreso il tempo di viaggio da altri corsi dove gli insegnanti hanno finito in tempo).Lamentati con loro, lamentati con la scuola.Nessuno serio ti aspetterà, aerei o medici non lo fanno già.Neanche i datori di lavoro.
_Neanche i datori di lavoro_.Non c'è bisogno di proteggere.Il tempismo è interessante: proprio ieri un intero set di deliverable è stato accettato dal team (e da mgmt) per essere posticipato.C'erano validi motivi per farlo, comprese le dipendenze tra i team e la decisione di eseguire un livello di dettaglio più preciso nel lavoro.Nella mia (decennale) esperienza la qualità e il contenuto dei risultati superano le scadenze, naturalmente con la comprensione della logica.
@javadba: Non sono con condiscendenza: questa è l'Accademia per quanto riguarda gli studenti, le persone che stanno ancora imparando a dare la priorità alle cose.Sei un impiegato, hai decenni di esperienza e parli di risultati finali - non conosco molti progetti che sono stati puntuali.Questo è il motivo per cui la prima stima viene moltiplicata per 5 e viene utilizzato il successivo ordine di grandezza di unità: à Questo fa parte del gioco, per così dire.Essere in ritardo ai corsi non lo è.
@javadba Per essere chiari: quando ho menzionato "datori di lavoro", era nel contesto di essere assunto - non essere in ritardo è uno degli elementi chiave e in alcuni paesi essere in ritardo significa essere scortesi di proposito.Comunque, mi sono stancato di essere accomodante con il tempo extra prima e dopo i corsi quando gli altri non lo erano, ma a quanto pare questo non è abbastanza buono.Comunque, manterrò il mio approccio comunque.
Ah per le interviste .. per * quello * sono totalmente d'accordo: non posso arrivare in ritardo (senza una ragione seriamente solida - e anche in questo caso è un rischio).Personalmente sono abbastanza disposto a lavorare con un candidato che è in ritardo ma tecnicamente solido - ma molte altre persone semplicemente non lo sono: sei in ritardo sei fuori.
Wow.Se fossi uno studente seduto nella tua classe e qualche altro studente non entrasse perché è in ritardo e chiude le porte, io (come studente puntuale) sarei davvero arrabbiato con questa stupida politica.
@user111388: YMMV.Ci sono interi paesi in cui arrivare in ritardo è una mossa di potere o di moda.Alcuni altri lo vedono come mancanza di maturità o di buone maniere (e quindi non entrare è una lezione preziosa ea basso costo)
@WoJ: Forse il tuo paese è diverso dal mio.Nel mio paese, le persone che arrivano in ritardo di solito lo fanno perché non hanno potere: un altro prof ha spostato la sua lezione in modo tale che non puoi andare a entrambi contemporaneamente, solo dieci minuti di pausa pranzo ufficiale a causa del programma (che non puoi controllare tranne tevoglio perdere un anno negli studi), problemi con i bambini, ecc. Le persone in ritardo di potere erano probabilmente alcuni dei miei professori che spesso si dimenticavano della lezione (ma non gli succedeva niente di male).
Bene, intendo dire che questa situazione spesso significa che gli studenti devono arrivare in ritardo di 15 minuti perché l'altra lezione è 10 minuti dopo l'inizio della prossima.Eppure penso che le ragioni più recenti nel mio paese derivino da impotenti, non potenti.Ma ovviamente capisco che è diverso al tuo posto.
#7
+5
user1149499
2018-11-19 17:43:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho insegnato a livello universitario per anni e non sono d'accordo con la maggior parte di quanto sopra. Sì, gli studenti sono "adulti" ma quelli che trascorrono 5 o 10 minuti di ritardo raramente si comportano come loro. Interrompono la lezione e, cosa più importante, perdono note o annunci importanti, richiedendo a TE di svolgere costantemente un lavoro extra. Se sono adulti, possono decidere se venire a lezione o saltare, ma se vengono, non dovrebbero arrivare dopo la chiusura della porta (concedi un paio di minuti di grazia) e non dovrebbero chiedertelo teneteli in mano per tutto il semestre mentre decidono di impostare la sveglia.

E poiché la partecipazione è un requisito, come indicato dalla modifica del PO, la sua implementazione sarà valutata e possibilmente diventerà parte della decisione di riassumere. Quindi essere lassisti su questo o decidere di non farlo segretamente sembra poco saggio.

Chiunque stia bene a lasciare che i bambini arrivino tardi non capisce quanto possa distrarre i VERI adulti (istruttore e bambini che sono arrivati ​​in tempo! !!) quella politica è. E se da un lato puoi certamente fare un'eccezione per il bravo studente che ha una gomma a terra che un giorno, essendo il prof che tutti sanno ti farà arrivare in qualsiasi momento sarà un vaso di Pandora che una volta aperto, sarà difficile da chiudere.

Qualunque sia la politica che scegli, assicurati che sia chiaramente nel programma e di rispettarla. Ma pensa agli studenti che si preoccupano della tua classe, che arrivano in tempo, desiderosi di imparare, che devono sopportare che ammetti e ti rivolgi a un flusso di ritardatari che arrivano ogni volta che ne hanno voglia ogni volta.

Quelli che stanno bene a far entrare gli studenti in ritardo, quindi passare attraverso il materiale già trattato come una "piccola lezione privata" mentre gli altri aspettano assecondano quei cosiddetti "adulti" che devono ancora maturare e arrivano in ritardo "perché è il lorodestra"...
Nella mia impressione, la maggior parte dei ritardatari si siede dove non disturba l'aula.Quindi nessuno ha problemi con il ritardo.
#8
+4
Salrissa Jenkins
2018-11-21 06:08:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Faccio esercitazioni e esercitazioni ma non lezioni, quindi il tuo chilometraggio può variare. Il mio metodo è arrivare presto e lasciare due fogli di segnalazione vicino alla porta, osservando cosa sta succedendo per rendere più difficile per gli studenti firmare i propri amici. Circa cinque minuti dopo aver iniziato, rimuovo i fogli di accesso e alla fine traccio una linea sotto il punto corrente e consento agli studenti di avvicinarsi a me per aggiungere il loro nome: chiederò loro perché e poi li lascerò accedere . Personalmente do loro pieno merito dato che almeno si sono presentati, ma questo è certamente modificato perché so perché siamo costretti a partecipare.

Perché, allora? Il problema è che un buon numero di cosiddetti "studenti" entrano nel paese con il visto per studenti, si presentano alla prima settimana e poi non vengono più visti. Nel momento in cui il governo viene informato che hanno fallito il corso nove mesi dopo, hanno effettivamente rimosso ogni traccia di se stessi e nessuno può trovarle. Di conseguenza il mio istituto deve segnalare regolarmente durante l'anno all'immigrazione il record di presenze dei titolari di visti per studenti, in modo che l'immigrazione possa tentare di trovarli prima che siano riusciti a svanire.

Questo comportamento non lo è. senza vittime: abbiamo un numero massimo di studenti che possiamo insegnare con le risorse che abbiamo, e poiché gli studenti internazionali pagano di più spesso hanno la priorità sugli studenti locali nei corsi su cui abbiamo delle quote.

rompersi quando uno studente locale non sta facendo come dovrebbe nel corso B dice che ha problemi di motivazione perché voleva davvero essere nel corso A ma non ha raggiunto la quota, quando sai quante persone nel corso A hanno i visti per studenti non mi sono fatto vivo dalla prima settimana.

Chiaramente il mio approccio è modificato dal motivo per cui sono costretto a partecipare. Personalmente credo che qualcuno stia inchiodando il loro corso e molto più avanti di tutti gli altri, non importa così tanto se salta la lezione dispari.

#9
+4
noncom
2018-11-20 14:26:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Annuncia agli studenti che, a causa dei requisiti dell'istituto, devi tenere traccia del loro tempo di arrivo e creare un diario in cui ogni ritardatario annota il suo nome e l'ora di arrivo. Quindi lo studente tiene traccia dei suoi progressi e puoi semplicemente verificare che il tempo scritto sia corretto. Dopodiché calcola la percentuale esatta di presenza di uno studente, come richiesto dall'università.

Nella mia mente punire i ritardatari è una pratica difettosa, ma per qualche motivo il tuo istituto lo richiede. Presumo che il motivo alla base di questo sia rendere gli studenti più responsabili. Utilizzando il metodo sopra descritto, in realtà fai del tuo meglio:

  1. Ottieni le percentuali di partecipazione individuali assolutamente corrette.
  2. Rendi gli studenti più responsabili di ciò che puoi, perché fisseranno e confermeranno il fatto del loro arrivo in ritardo con le loro stesse mani.
  3. In qualsiasi momento ogni dato studente è perfettamente consapevole del suo status e può progettare e gestire il suo tempo e pianificare da solo. Dai loro libertà e aiuto (per quanto possibile nel rispetto delle regole).
  4. Eviti di assumere il ruolo morale a cui non sei incline.
Questo è totalmente ciò a cui stavo pensando.Tuttavia, lo svantaggio potrebbe essere il rumore / interruzione durante la firma della lista (forse l'insegnante deve anche controllare l'ID perché non conosce personalmente tutti gli studenti).Inoltre, per essere onesti, gli studenti che lasciano presto per qualsiasi motivo dovrebbero anche firmare quella lista ...
@Marzipanherz sì, beh, l'interruzione è inevitabile nella situazione degli OP eccetto per la versione più radicale quando gli studenti semplicemente non provano nemmeno a venire se sono in ritardo.Anche firmare il diario all'uscita è una cosa da fare, ma è una situazione molto più rara.Il rumore può essere ridotto al minimo posizionando il diario vicino all'ingresso e l'intera procedura deve essere eseguita in silenzio.Un'altra opzione è assegnare a uno degli studenti sul primo banco il compito di compilare il diario.Bene, l'idea è interessante, mi chiedo come sarebbe andata a finire nella vita reale ... :)
Notare che questo processo non riesce a identificare gli studenti che sono completamente assenti.
Il motivo risiede probabilmente nelle normative relative agli aiuti finanziari progettate per frenare frodi e abusi, non per insegnare la responsabilità.
@Dawn hmm, questa è un'implicazione diversa, ma con un effetto simile .. ma sì
"ottenere le percentuali individuali assolutamente corrette" .. dopo un po 'di tempo, ogni minuto uno studente arriverà o partirà solo per prendere in giro la sua unica politica.
@user111388 è un cambio di argomento, ma questo trascende poi a un tipo completamente diverso di questione di un comportamento deliberato di massa che mina consapevolmente il processo educativo interamente e per amore del divertimento.Il divertimento una volta va bene.Ma se un tale comportamento è visto come immaginabile da un numero prevalente di studenti, eseguito su base giornaliera, allora ci sono problemi molto seri in quell'istituto scolastico e monitorare la frequenza degli studenti non li risolverà.Ciò indicherebbe che tutti quegli studenti mancano gravemente di rispetto per se stessi e questo dovrebbe essere trattato in modo appropriato.
#10
+3
J. Chris Compton
2018-11-21 04:51:42 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Poiché l'università non ha regole esplicite su come registrare la frequenza, sto chiedendo questo ... ho avuto l'impressione che dipenda totalmente dalla facoltà in particolare.

Qual è il comportamento consigliato e corretto nei confronti dei ritardatari?

Non ce n'è uno

Omettendo questo dalla politica intendono per lasciarlo a te.

Come prova, hai notato quattro diversi modi in cui l'hai visto fare. L'unica opzione che non hai è saltare le presenze.

Se vuoi essere severo, chiama i nomi all'inizio. Stabilisci la politica secondo cui i ritardatari devono venire da te dopo le lezioni se vogliono credito. Questo ha il vantaggio di incoraggiarli a essere puntuali (riducendo al minimo le interruzioni di classe). Puoi rispondere a tutte le domande prima di considerare la presenza come ulteriore incentivo.

Se vuoi essere veloce, assegna i posti e controlla rapidamente la presenza notando quali posti sono vuoti. Vedi sopra sui ritardatari. Se la dimensione della classe è superiore a 75, questa è probabilmente l'opzione migliore.

Se vuoi essere libero, a un certo punto durante la lezione stima il numero di studenti nella classe, se sembra il numero giusto, sono tutti presenti. Segna gli studenti che sono assenti invece di quelli che sono presenti. Forse non dovresti farlo perché significa saltare le presenze ... cosa che è chiaro che devi fare. Ma se dimentichi di fare questo in alcuni corsi, immagino che siano tutti presenti, giusto?

Di nuovo, il punto è che l'hanno lasciato fuori dalla politica perché entrambi non voleva metterlo lì o a loro non importa come lo fai.

Per quanto riguarda se gli studenti in ritardo ottengono crediti, anche questo non è chiaro, quindi puoi contare "presentarsi", richiedere che siano puntuali o che siano presenti la metà del tempo. La tua scelta.

Non chiederlo a nessuno.

SE chiedi POI li metti nella posizione scomoda di doverti rispondere quando non vogliono .

Personalmente, direi che la presenza è irrilevante perché se i tuoi test coprono il materiale e superano il test, allora lo superano - perché conoscono il materiale. Ma questa non è la politica, la politica tiene conto della presenza. Prendete la presenza in qualche modo (perché dovete) e impiegate il vostro tempo e le vostre energie insegnando a coloro che si presentano.

Sì.In effetti, per quanto ne sappiamo, la politica generale è stata creata per uno scopo CYA, e nessuno se ne preoccupa oltre.La mancanza di prescrizione procedurale è un'indicazione di una possibile mancanza di interesse genuino oltre a questo.
... e, sì, "CYA" in un linguaggio educato significa "annunciare ufficialmente una politica, quasi interamente in modo che si possa affermare che la politica è ufficiale, evitando problemi / responsabilità di qualche tipo ... invece di essere necessariamente sinceramente premurosi".Nell'accademia americana, secondo la mia osservazione, gran parte della politica ufficiale è di questo tipo.Nella migliore delle ipotesi, a nessuno importa davvero.Nel peggiore dei casi, può essere "mandato non finanziato", nel senso che ci viene comandato di fare qualcosa ma non ci vengono fornite le risorse per farlo, ecc.
In realtà, il "mandato non finanziato" non è il peggiore.È possibile (con mio sgomento, in base a recenti osservazioni) avere politiche ufficiali "sicure" da un punto di vista legale, coerenti e forse suonano buone, ma in realtà sono _distruttive _... Fortunatamente, l'assunzione di presenze probabilmente non rasentaroba veramente cattiva.
@hanugm Mi piace questa risposta, in particolare, "Non chiederlo a nessuno".parte.Mi astengo dal rispondere a questa domanda perché non voglio consigliare a qualcuno di violare consapevolmente la politica, anche se penso che la politica sia sbagliata.Questa risposta ti offre tutti i tipi di opzioni tra cui scegliere.Quindi sta a te sceglierne uno.
#11
+2
Benoît Kloeckner
2018-11-19 03:47:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando sei un TA, devi seguire le regole locali e avrai poco potere di cambiarle (anche se hai tutto il diritto di discuterne con i colleghi). Il modo per farlo, e la scelta di farlo in una situazione più generale, è una questione importante.

Molti colleghi, e molti rispondono sopra, scartano la necessità di preoccuparsi della presenza e del ritardo ("purché in quanto non disturba la classe "), sulla base del fatto che gli studenti sono adulti. Sono molto in disaccordo con questo argomento. Poiché questa non è un'opinione popolare, sento il bisogno di fornire un contesto e una giustificazione.

Innanzitutto, ricorda che ci sono molte molte situazioni in cui le regole sono fatte per il bene delle persone, anche degli adulti - cinture obbligatorie in automobili, per esempio (come in Francia, non conosco la legge in altri paesi). Quando viene applicato per la prima volta, questo tipo di regola tende a essere rifiutato in quanto tratta le persone come bambini; dopo un po 'spesso vengono adottati e diventano evidenti. Le persone sono diventate più adulte nel frattempo? No, ma il nostro comportamento, e ciò che consideriamo comportamento corretto, è modellato da ciò che fanno gli altri e dalle regole (esplicite o implicite, legali o tradizionali) in vigore.

In secondo luogo, ricorda che questo vale per noi accademici, per quanto cresciuti. Pensi che l'atteggiamento del personale quando consegni i tuoi documenti per la tua prossima conferenza oltre la scadenza non abbia alcun rapporto con il tuo comportamento la prossima volta? Se il personale amministrativo semplicemente lo tratta come se fosse normale, non pensi che probabilmente mancheresti la scadenza abbastanza spesso? Al contrario, se menzionassero (rispettosamente) quanto più difficile rende il loro lavoro, non staresti più attento? Pensi che sia necessariamente trattare la facoltà come bambini avere regole e scadenze per le pratiche burocratiche? O vedi che è (nei casi buoni) che tutti noi interagiamo senza intoppi e lavoriamo in modo efficiente? Agiamo tutti secondo un ampio insieme di regole e le buone regole sono quelle che hanno un buon rapporto incentivo / pesantezza. Le regole più permissive non sono necessariamente ottimali.

Allo stesso modo, l'atteggiamento degli studenti verso "l'entrata in classe" sarà modellato da ciò che vedono fare gli altri studenti e da come gli insegnanti reagiscono a ciò che fanno. Ignorare semplicemente gli studenti in ritardo, o gli studenti che si presentano solo in ogni altra classe, invierà un messaggio molto chiaro: che va bene farlo. Nella maggior parte dei casi, questo messaggio è effettivamente dannoso per il loro studio.

Gli insegnanti non dovrebbero ignorare che il modo in cui reagiscono invia un messaggio e dovrebbero quindi scegliere come reagire in un modo che invii un messaggio che credono sia accurato e supporti il ​​nostro obiettivo: far apprendere allo studente. Poiché credo che il messaggio corretto sia che presentarsi in classe in orario sia una parte importante dello studio, cerco di adottare regole coerenti con questo messaggio (si può pensare diversamente sull'importanza di presentarsi in classe in orario, ma attenzione che un piccolo la percentuale di studenti che può dispensare da esso non dovrebbe nascondere una vasta maggioranza che non può permetterselo).

La regola precisa che adotto è cambiata nel tempo. Ultimamente, ho deciso quanto segue: ogni volta che uno studente si presenta con più di (letteralmente) 1-2 minuti di ritardo, gli chiedo di aspettare fuori; Finisco quello che stavo dicendo e lascio che un po 'di qualcosa su cui pensare alla classe; Vado a trovare lo studente in ritardo e gli chiedo perché è in ritardo; sempre lascio entrare lei o lui, ma assicurati di menzionare il ritardo non è una buona cosa; poi proseguo con il corso. Penso che questo abbia un buon equilibrio, anche negli anfiteatri (le prime lezioni di solito ottengo una dozzina di studenti in ritardo alla volta, poi per lo più si presentano in tempo o per niente).

Può darsi che arrivare in ritardo sia dannoso per il proprio studio, ma gli istruttori non sono responsabili della corretta "formazione" degli studenti, ma solo della loro istruzione accademica.A differenza delle cinture di sicurezza o della guida in stato di ebbrezza o in altri casi in cui ci sono costi per la società quando si ignora la legge, le uniche persone che possono essere danneggiate arrivando in ritardo sono la persona stessa e chiunque desideri emulare questo comportamento inappropriato.Conveniva che sarebbe stato dannoso per un istruttore essere costantemente in ritardo e quindi dare un cattivo esempio, ma gli studenti sarebbero in grado di fare ciò che è meglio per loro.
@ZeroTheHero: 1. Non credo che spetti a te dire che l'istruttore non è incaricato di crescere gli studenti.Il mio lavoro è istruire e aiutare gli studenti ad avere successo, incluso aiutarli a diventare gradualmente più autonomi.2. Aspettarsi che lo studente sia puntuale è come aspettarsi che riesca a fare bene i test: fa parte del mio rispetto per loro.Notare esplicitamente quando sono in ritardo gli spettacoli che ci tengo, mentre non infastidirmi darebbe, credo, l'impressione di non farlo.3. Non allacciarsi la cintura di sicurezza difficilmente può causare danni a nessuno al di fuori dell'intruso, quindi non vedo la differenza.
#12
+2
user88517
2018-11-18 01:25:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gli studenti sono adulti. È la loro vita e la loro scelta. In alcuni paesi pagano migliaia di dollari per essere lì, il che significa che gli importa di esserci. Forse sono in ritardo a causa di un appuntamento dal medico, devono prendersi cura dei propri figli, devono prendersi cura dei propri genitori, non possono permettersi di vivere nella stessa città dell'università e devono fare il pendolare e rimanere bloccati nel traffico. Non sono affari tuoi quale potrebbe essere la loro ragione. Il tuo compito è semplicemente insegnare e non essere i loro genitori e non insegnare loro la responsabilità. Se perdono troppo tempo, dovranno affrontare le conseguenze sugli esami. Menzionerò a coloro che hanno commentato che la facoltà non ha la possibilità di presentarsi in ritardo, che la facoltà VIENE PAGATA ed è LORO LAVORO presentarsi e tenere una conferenza. Essere uno studente non è un lavoro, è un mezzo per ottenere un lavoro migliore in futuro. Ciò significa che molti dei tuoi studenti stanno probabilmente lavorando per completare la scuola e faresti meglio a scommettere che si presenteranno in tempo per quello.

Mi dispiace, ma alcuni studenti vedono la lezione come un rischio professionale e si presentano in ritardo, quindi si aspettano di interrompere la lezione per ottenere informazioni su ciò che hanno perso a costo di coloro che si presentano in tempo - tutto per rispetto ...
Se questa è la loro aspettativa, allora devi reprimere il fatto che interrompano la classe.La classe di disturbo non è accettabile.Ma se uno studente arriva in ritardo o non arriva affatto o dorme finché non russa, perché te ne importa?
Sono d'accordo che la lezione di disturbo non sia accettabile, tuttavia dovresti davvero scoprire se sono in ritardo per un altro motivo.Non tutti gli studenti sono pigri e irrispettosi come pensi che siano.La maggior parte degli studenti va a scuola perché apprezza l'istruzione oppure perché preoccuparsene, soprattutto se è costosa.Anche se lo vedono come un "rischio professionale", stanno ancora pagando per frequentare le lezioni, comunque sia tardi, e non dovresti preoccuparti di questo a meno che gli altri studenti non si lamentino direttamente.
#13
+2
Buffy
2018-11-17 21:29:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Anche se il mio metodo preferito è lasciare completamente la frequenza allo studente, riconoscendo che "le cose accadono" e "le persone possono imparare in modo diverso", per la situazione in cui devi partecipare, tu desidera un metodo che sia indolore e flessibile.

Un modo è richiedere agli studenti di darti una scheda con il loro nome e la data per ogni classe. Puoi farlo solo per i ritardatari o addirittura per tutti. Quando entrano, ti danno una carta. Ciò presuppone, ovviamente, una scala adeguata. Non richiederei una tessera per tutti per 100 studenti, ma per 30 va bene.

Se vuoi / hai bisogno di esprimere giudizi sulle scuse, i ritardatari possono scrivere il motivo del ritardo sulla carta.

In questo modo non è necessario interrompere la classe, basta raccogliere le carte per l'elaborazione successiva. Puoi anche fare annotazioni sulle carte man mano che la classe procede se desideri registrare eventi in corso di qualsiasi tipo.

I miei studenti normalmente avrebbero le carte per prendere appunti e altre attività in classe, ma puoi fornire le carte da solo.

Per una classe particolarmente piccola, diciamo una dozzina o giù di lì, porterei solo una carta per ogni studente mentre insegnavo. Potrei facilmente ordinare le carte in quelle presenti e quelle no e annotare le assenze sulla carta dopo la fine della lezione.

Naturalmente, potresti dover preoccuparti che le persone consegnino le carte per altri, ma un conteggio ti dirà se è successo. E, naturalmente, devi affrontare i "giovani che abbandonano" con un metodo diverso, ma se conosci le corrispondenze nome-faccia non è troppo difficile da gestire.

#14
+2
Monxp
2018-11-21 13:34:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Usa un foglio di carta dove gli studenti segnano la loro presenza. In questo modo, stai facendo il tuo lavoro per registrare le presenze e avere una prova a riguardo, dando comunque agli studenti un certo margine di manovra sull'ora in cui appaiono in classe. Consente inoltre all'amico occasionale di aiutare un altro compagno di classe a contrassegnare la propria presenza senza consentirlo realmente, se è quello che desideri.

#15
+1
miltonaut
2018-11-20 02:37:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ma, ho bisogno di chiarire questo dubbio per me stesso, quando ho bisogno di iniziare e insegnare una classe come AT o in qualche altra posizione.

Quindi questo è un ipotetico domanda? Ad esempio, non sei ancora un assistente tecnico?

Nota: la frequenza è un requisito per il corso. Può sostenere gli esami finali una persona con oltre il 75% di presenze. Una persona con una percentuale di frequenza compresa tra 65 e 75 è tenuta a presentare un certificato medico. Una persona con meno del 65% di frequenza non è autorizzata a scrivere l'esame e deve ricorrere.

Nella mia esperienza di studente negli Stati Uniti, gli assistenti tecnici erano assistenti erano responsabili della gestione di laboratori scientifici, gruppi di discussione e sessioni di tutoraggio per un professore specifico. La citazione sopra fa sembrare che ti trovassi in una situazione simile. Quindi chiedi al tuo professore supervisore come vogliono che tu gestisca la cosa, oppure chiedi ai tuoi colleghi assistenti tecnici cosa preferisce quel professore.

Se dipende da te, trova un metodo per accettare la frequenza che lavora per te. Posti assegnati, appello, biglietti di uscita, scanner della retina, qualunque cosa. L'ultima università in cui ho insegnato ha effettivamente implementato un'app di rilevazione presenze basata su Bluetooth personalizzata che avremmo dovuto utilizzare tutti. Qualsiasi studente a più di 15 metri di distanza o non registrato nello stesso momento degli istruttori è stato conteggiato come assente e ha effettivamente perso punti. Ho anche visto codici QR pubblicati dalle porte che si collegavano ai moduli di Google.

Se sei responsabile della realizzazione di quiz ed esami, avvisa i tuoi studenti che una certa percentuale di domande (come il 10% , niente di troppo alto) proverrà esclusivamente dalla lezione e non sarà esplicitamente nel libro di testo / note pubblicate. O offri una sorta di incentivo per una partecipazione perfetta. Una scuola in cui ho insegnato aveva un limite al numero di A e B che potevo assegnare: spesso assegnavo il voto più alto allo studente con la frequenza migliore perché si impegnano di più.

Cosa ne pensi dei tuoi compagni studenti quando arrivano in ritardo? Come ti senti riguardo alle attuali politiche che hai sperimentato? Cosa ti sembra meno dirompente / più giusto? Quando inizi a fare l'AT, i tuoi sentimenti possono cambiare. Come istruttore, il mio fastidio riflette il disagio causato dal ritardatario. Non mi interessa davvero la maggior parte del tempo. Ma se devo aspettare che si mettano al passo, o se fanno domande / mi interrompono per discutere di qualcosa di cui abbiamo parlato prima del loro arrivo, allora mi arrabbio.

#16
+1
Crowley
2018-11-21 00:52:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Chiedi a quello la cui firma è alla fine del documento. Hanno stabilito la regola, qualunque essa sia, e ne sono responsabili. I dilemmi morali sono sulle loro teste. Se hai dubbi, chiedi loro perché hanno il diritto di richiedere le regole e cambiare le regole. Ogni strategia ha i suoi pro e contro ed è stata considerata e decisa.

Dopo la discussione, attenersi alle regole su cui entrambi avete concordato il più fermamente possibile. Descrivi le regole agli studenti e puoi dire loro che non sei l'autore e scoprire loro le conseguenze.

#17
+1
Aaron F
2018-11-21 20:34:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Segui le tue istruzioni alla lettera.

La partecipazione è binaria. O hanno partecipato o non hanno partecipato. Se si presentano alla tua classe e la classe ha un tempo rimanente diverso da zero, allora hanno partecipato.

Il ritardo non è né qui né là. Ti è stato chiesto di registrare la frequenza, non il ritardo.


Aneddoto inutile:

Negli anni '90, la mia scuola è stata una delle prime nel paese (Regno Unito) a registrare le presenze elettronicamente. Sfortunatamente, le presenze sono state registrate nei primi minuti e ogni arrivo in ritardo è stato registrato come assente per l'intera mezza giornata.

Non sono d'accordo con questa politica.

Pertanto, negli anni '90, sono diventato uno dei primi nel paese a violare i propri record elettronici di presenza.

#18
+1
ArcaneAnomaly
2018-11-22 04:36:26 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Tratta la presenza e il ritardo separatamente. Quando ero un assistente tecnico in una scuola di specializzazione, parte del voto degli studenti era un voto di partecipazione, e questo voto veniva assegnato in modo un po 'soggettivo. Nella mia classe era correlato a diversi fattori, incluso il ritardo. Ogni giorno ricevevano una certa quantità di crediti di partecipazione, diciamo su 10. L'importo che avrei detratto dal totale dei dieci punti di partecipazione era proporzionale al ritardo con cui si erano presentati. Potrebbero riscattarsi partecipando in altri modi. Questo ha fatto sì che presentarsi in ritardo fosse fondamentalmente un handicap che valeva la pena evitare.

La frequenza, d'altra parte, è binaria. Se non si presentano, non dovrebbero ottenere punti per la presenza quel giorno. Ai miei tempi come assistente tecnico, però, non c'erano punti relativi alla presenza, è così che lo tratterei se fossi in te.

#19
+1
KevinO
2018-11-22 11:24:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho risolto un problema simile in un modo diverso quando ero laureato in TA, anche se ovviamente è stato un certo numero di anni fa.

Avevo letto dei vantaggi dei quiz per aiutare a rafforzare il materiale appreso in precedenza (penso che provenisse dall'insegnante di scuola superiore e da Calculus, ma tempo e memoria ...). Quindi, all'inizio di ogni lezione ho fatto un quiz di 5 minuti su < che chiedeva argomenti della settimana precedente. Come effetto collaterale (anche se c'era una certa dilatazione del tempo; non avevamo cose così belle come il punteggio elettronico in classe), sono stato in grado di trovare aree in cui non comunicavo un argomento in modo efficace. Potrei quindi - prima di un esame intermedio o finale - tornare agli argomenti in cui la maggior parte della classe aveva problemi per cercare di colmare questo divario tra ciò che avevo intenzione di comunicare e ciò che la classe effettivamente percepiva.

Ho legato il 15% del voto finale a questi quiz (con aggiustamenti quando era chiaro che avevo fallito in qualche modo, ma era essenzialmente l'1% a settimana), quindi non mi sono presentato per sostenere il quiz avrebbe un esito negativo per il voto finale dello studente. Ma avevo anche un record di "presenze" e coloro che sono arrivati ​​in ritardo sono stati, in effetti, esclusi dal conteggio.

Ora, sono convinto che Oscar Wilde avesse torto: la tempestività è un importante aspetto della società; non si può passare la vita per sempre in ritardo agli incontri nel mondo professionale. Ergo, il ritardo equivaleva a perdere una parte della lezione e sarebbe stato contrassegnato come assente (e anche il voto sarebbe stato influenzato negativamente).

Sono d'accordo che accettare la frequenza di per sé è un po 'odioso, ma se non riesco a incontrare un cliente (o sono in ritardo), ci sono ripercussioni per quell'azione. Non vedo un motivo per cui una penalità applicata allo studente in ritardo dovrebbe essere diversa.

#20
  0
confused
2018-11-21 01:06:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Personalmente, ho utilizzato due strategie per prendere la frequenza.

  1. Prendere la frequenza in un momento casuale della classe. Di solito almeno 15 minuti in classe. Prova a farlo in un punto di sosta naturale tra gli argomenti. Se questa è una classe abbastanza piccola, chiama tutti i nomi e segna la presenza. Se qualcuno non era presente durante questo periodo, verrà contrassegnato come assente. Trovo che un punto casuale funzioni meglio poiché se lo hai risolto (ad esempio, 10 minuti dopo l'inizio della lezione), questo incoraggerà più studenti a ritardare di qualche minuto.

  2. Passaggio di un foglio di accesso tra gli studenti. Ciò sarà meno distruttivo per il flusso della classe (dal momento che non dovrai fermarti per prendere la presenza). Il ritardatario potrebbe non cercare il foglio quando arriva in ritardo. Dovranno aspettare fino alla fine della lezione per aggiungere il loro nome. Questo metodo è soggetto a manipolazione da parte degli studenti poiché qualcuno può contrassegnare il proprio amico come presente anche quando è assente.

#21
  0
Rajesh Dachiraju
2018-11-24 08:39:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se sei un insegnante competente, non preoccuparti di registrare la frequenza (gli studenti non vogliono perdere la tua classe). Se vieni licenziato per violazione delle norme, ci sono molti posti di lavoro per persone competenti.

Se non sei un insegnante competente, procedi e registra le presenze, blocca i ritardatari, ecc. per mantenere il tuo lavoro pur di essere incompetente.

Qualunque cosa tu faccia, ricorda che i soldi che stai mangiando provengono dalla quota pagata dagli studenti!

@scaaahu: Non sapevo che fosse per un TA.Il mio consiglio è per un docente a tempo pieno.Non so cosa sia questo business dell'AT.Non ho visto niente del genere nel mio college.
La versione molto originale di questa domanda indica che l'OP è un TA._quando ho bisogno di iniziare e insegnare un corso come assistente tecnico o in qualche altra posizione ._ Dato che ora lo sai, cancellerò il mio commento precedente.
#22
  0
nick012000
2020-04-17 11:33:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Contrassegnali come presenti, ai fini dell'evacuazione degli incendi.

Nessuna delle altre risposte che riesco a vedere menziona un buon motivo per presenziare: produrre un elenco delle persone presenti, in modo che nell'evento di un'evacuazione antincendio, consente ai funzionari universitari responsabili della gestione dell'evacuazione di produrre un elenco delle persone scomparse confrontando l'elenco delle presenze con l'elenco delle persone presenti nel sito dell'evacuazione degli incendi. In questo modo, i vigili del fuoco possono sapere se devono cercare qualcuno in pericolo e possibilmente dove dovrebbero cercarlo.

Di conseguenza, se uno studente dovesse arrivare in ritardo, ma non essere contrassegnati come presenti, è possibile che vadano persi in caso di evacuazione in caso di incendio, nel qual caso è possibile che l'università sia responsabile per le lesioni subite a causa del mancato rispetto da parte dell'università della due diligence. / p>

#23
-3
mathreadler
2018-11-20 18:43:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sta a te decidere. Tu sei l'insegnante. Segui la tua bussola.

Bene.Ci sono regole.Seguiteli.Se pensi che non siano buoni, prova a modificarli / cancellarli.
No. Segui la tua bussola.Se non sei apprezzato, vai in qualche altro posto dove sarai più apprezzato.
-1: Questa è solo anarchia.Dovresti cambiare chiaramente le regole se sono sbagliate o imparare perché hanno ragione se non puoi cambiarle.
@UKMonkey Non sono d'accordo.C'è un rischio maggiore di anarchia se si provoca una protesta studentesca o uno sciopero degli insegnanti che se si lascia una certa libertà nell'interpretare e si piegano le regole se sono rigide.
Avere alcuni insegnanti dalla parte degli studenti può essere una grande spinta morale per la tua università.Sto solo dicendo.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...