Domanda:
Come posso trattare un candidato che menziona Dio dodici volte nella sua domanda?
electrique
2020-07-23 18:33:31 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il mio gruppo (ingegneria) è altamente multiculturale e diversificato. Alcuni dei miei studenti provengono da gruppi etnici / religiosi antagonisti, quindi ho deciso di “scolpire nella pietra” che la politica e la religione non appartengono al laboratorio. Ci rispettiamo a vicenda e talvolta discutiamo educatamente di differenze culturali e abitudini.

Recentemente ho ricevuto alcune candidature per un nuovo posto di dottorato. Un candidato ha iniziato il proprio C.V. con un enorme "in nome di Dio" e hanno continuato per tutta la loro applicazione a discutere di come Dio li guiderà o li guiderà o Dio farà in modo che ottengano buoni risultati e finiscano il dottorato. Complessivamente, ho contato la parola Dio nella loro applicazione dodici volte. Questo mi ha lasciato l'amaro in bocca.

Nel caso particolare, il suddetto candidato è stato classificato molto più in basso rispetto al merito del candidato scelto (punteggi, esperienza di ricerca, ecc.).

  • È accettabile divulgare e dichiarare vivamente preferenze religiose nelle applicazioni accademiche?
  • È questo un segno che questa persona sarà anche la voce del gruppo, creando così problemi?
  • Dovrei semplicemente ignorare queste informazioni, anche se il candidato ha deciso per qualche motivo di rivelarle vocalmente? Cosa dovrei farne?

Chiarimenti:

  • Sono nell'UE.
  • Non c'è nulla di religioso nella mia università .
  • Il candidato in questione proviene dal Medio Oriente.
I commenti non sono per discussioni estese;questa conversazione è stata [spostata in chat] (https://chat.stackexchange.com/rooms/110995/discussion-on-question-by-electrique-how-can-i-deal-with-a-candidate-mentioning).Si prega di leggere [questa FAQ] (https://academia.meta.stackexchange.com/questions/4230/why-do-the-moderators-move-comments-to-chat-and-how-should-i-behave-afterwards/ 4231 # 4231) prima di pubblicare un altro commento.
Quindici risposte:
#1
+112
henning -- reinstate Monica
2020-07-23 20:02:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Indipendentemente dalla mia fede, fare riferimento a dio una dozzina di volte in un'applicazione è molto insolito e piuttosto poco professionale. I potenziali dottorandi, tuttavia, dovrebbero avere una certa comprensione delle abitudini professionali del campo. (Dopotutto, non vai avanti a lungo su altre convinzioni e preferenze personali e non legate al lavoro in applicazioni, proposte, presentazioni ecc.) Se il resto dell'applicazione è molto buono, potrei guardare oltre . Ma è certamente un evidente svantaggio.

Non sono assolutamente d'accordo: questa prospettiva esclude le persone in base al loro background culturale ed economico.Non tutti hanno l'opportunità di apprendere pratiche culturali "professionali" prima di iniziare il dottorato.
@AnonymousPhysicist Penso che punti a una considerazione importante, grazie.Direi che la professionalità può e deve essere appresa durante gli studi universitari.Certo, non tutti riescono a impararlo, ma questo di per sé non è una scusa.Tuttavia, sebbene il riferimento 12 volte a Dio mi sembri piuttosto poco professionale, dovrebbe essere solo un fattore nella valutazione complessiva dell'applicazione, che dovrebbe anche tenere conto del contesto culturale.
I commenti non sono per discussioni estese;il resto di questa conversazione è stato [spostato in chat] (https://chat.stackexchange.com/rooms/110996/discussion-on-answer-by-henning-reinstate-monica-how-can-i-deal-with-a-candida).
Se il mio lavoro è accogliere la cultura di qualcun altro, perché non è mai compito di qualcun altro accogliere la mia cultura?Venendo al mio laboratorio nella mia università nella mia città, devi aspettarti di interagire con la mia cultura.Se dovessi fare domanda per l'università della città natale di questo ragazzo e iniziare a rilasciare dichiarazioni atee dappertutto, non mi aspetterei di conquistare amici e influenzare le persone.
#2
+62
Jan
2020-07-24 15:34:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le persone in alcuni paesi del Medio Oriente usano il nome di dio così spesso che queste parole stanno diventando familiari anche in occidente :. Inshallah, wallah, ilhamdulillah, mashallah, yallah (credo) e probabilmente alcuni altri. Per le persone meno religiose queste sono solo frasi che usano senza pensarci due volte, ma i più religiosi sono abbastanza consapevoli del loro significato letterale quando le pronunciano.

Quindi se il candidato proviene dal Medio Oriente, potrebbe semplicemente essere una cattiva traduzione, o significa che il candidato è abbastanza religioso.

Questo è solo aneddotico, ma personalmente ho detto a diverse persone abbastanza religiose del Medio Oriente che non ho religione e non ho ottenuto qualsiasi (visibilmente) reazione negativa ancora. Quindi non presumo automaticamente che un candidato religioso di questi paesi avrà problemi a tollerare altre opinioni. Anche questi paesi hanno diversi gradi di pietà, e comunque se si trasferisce all'estero, probabilmente sono consapevoli di doversi adattare al loro nuovo ambiente.

Ovviamente la lettera che hai ricevuto (se era davvero da medio oriente) non era particolarmente adatto alla cultura occidentale, ma in tal caso potrebbe essere necessario acquisire familiarità con la cultura occidentale prima di potersi adattare ad essa.

PS come madrelingua tedesca, uso abbastanza spesso Gott sei Dank (grazie a dio) nella vita di tutti i giorni. Non lo userei in nessuna lettera formale perché è un'espressione un po 'informale. Ma probabilmente non mi verrebbe in mente che usare una frase del genere potrebbe essere culturalmente inappropriato.

Quelle frasi significano, più o meno: "si spera", "davvero", "sono sollevato / gratificato / grato", "sono rassegnato al destino / riconosco l'inevitabilità del destino", "andiamo / andiamo".
Ho letto il documento "Analisi di genere della scrittura di lettere di appello da parte di studenti iraniani" che ha scoperto che gli studenti iraniani scrivevano introduzioni e saluti più lunghi e usavano proverbi e termini di parentela, come apparentemente è comune nella scrittura formale persiana.Mi aspetto che la scrittura formale in arabo sia almeno in qualche modo simile.Mi sembra che questa risposta descriva adeguatamente il problema reale: non sono bravi a scrivere in inglese o nella lingua specifica del paese dell'UE e hanno fatto ricorso alla traduzione;non pensano necessariamente alla religione o a Dio.
La conversazione fuori tema sulle divinità è stata [spostata in chat] (https://chat.stackexchange.com/rooms/111169/discussion-on-answer-by-jan-how-do-i-deal-with-a-candidato-menzione-dio-dodici).Si prega di leggere [questa FAQ] (https://academia.meta.stackexchange.com/q/4230/20058) prima di pubblicare un altro commento.
#3
+22
Buffy
2020-07-23 18:57:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono diverse domande qui.

Primo, la maggior parte delle persone considera le proprie convinzioni religiose una questione privata, sebbene questo non sia vero per tutte le culture. Se qualcuno si candida a una scuola che condivide una cultura in cui dio è "indossato sulla manica", allora andrebbe bene, immagino, ma in un'applicazione interculturale potrebbe non essere saggio per il candidato. Non tutti i luoghi hanno politiche come le tue.

Non è noto se la persona sarà dirompente o meno e non lo saprai davvero a meno che tu non abbia una conversazione con loro, a condizione che siano classificate abbastanza in alto criteri per meritare un'analisi approfondita.

In generale, considererei benigno "divulgare" la loro religione e mi aspetterei persino di dover concedere alcune indennità per alcune persone in modo che possano svolgere le loro attività religiose pratiche. Ma fare proselitismo per una particolare religione, qualunque essa sia, sarebbe probabilmente di disturbo. Potrebbe essere necessario stabilire alcune regole al riguardo, in modo che le persone sappiano che devono mantenere il lavoro a portata di mano quando lavorano.

Per quanto riguarda la questione di lasciare che le dichiarazioni di religione influenzino le tue decisioni di assunzione, adotterei pratiche come la tua. La tua religione sono affari tuoi, non miei. Altre cose, più rilevanti, influenzeranno la decisione di assunzione.

L'onere di facilitare le interazioni interculturali dovrebbe ricadere sull'università, non sul potenziale studente.Non si dovrebbe presumere che qualcuno che vuole imparare sia già stato istruito.
@AnonymousPhysicist, Non credo di aver suggerito diversamente.
Non l'hai fatto, ma potresti essere interpretato erroneamente come se l'avessi fatto.
Alcuni religiosi, o correnti all'interno delle religioni, sostengono il punto di vista opposto.In particolare, l'Islam e il giudaismo si sono sviluppati come religioni di stato e hanno insegnamenti specifici sulla condotta degli affari pubblici, inclusa la diplomazia e la guerra.Quindi, non sarei d'accordo con l'affermazione che "la maggior parte delle persone considera il proprio credo religioso una questione privata".
@einpoklum, stai confondendo le opinioni dottrinali con le opinioni degli individui che appartengono a quelle religioni.Non tutti i membri di alcuna religione pensano molto a queste cose.Fondamentalisti, suppongo, ma questa non è "la maggioranza".Non dare per scontato, ad esempio, che chiunque si definisca cristiano in realtà segua gli insegnamenti di Cristo.
"Non tutti" - concesso, ma una frazione enorme se non la maggioranza.Non si tratta di fondamentalismo.L'idea che le credenze religiose siano private non è assolutamente universale.In effetti, l'IIANM, la sua attuale adozione in Europa e negli Stati Uniti risale al periodo [dell'illuminazione] (https://en.wikipedia.org/wiki/Age_of_Enlightenment).
@einpoklum, Non sostengo che sia universale e suggerisco che ci siano questioni culturali.Inoltre, non credo che la maggioranza (o anche gran parte di una pluralità) di ebrei americani desiderino trasferirsi in Israele, né i musulmani che vogliano vivere in Arabia Saudita o Iran.Conosco alcuni che sono fuggiti da questi luoghi, in realtà.Conosco anche alcuni israeliani che non sono particolarmente contenti di alcune delle restrizioni religiose nel loro paese d'origine.Ci sono sapori di tutte le principali religioni.
Non capisco come il tuo ultimo commento si colleghi al mio.
#4
+12
gerrit
2020-07-24 12:34:51 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Dovresti ignorare queste informazioni che il candidato ha offerto volontariamente nella sua domanda. Affronta invece la diversità e l'inclusione nella fase del colloquio per TUTTI i candidati.

C'è una differenza culturale (religiosa) tra te e il candidato. Un'università dovrebbe essere un luogo diverso, tollerante e inclusivo. Il vero test di tolleranza è tollerare opinioni molto diverse dalle tue.

La diversità e l'inclusione dovrebbero essere affrontate nella parte del colloquio del processo di candidatura, ma dovresti porre a tutti i candidati le stesse domande, in particolare per un argomento così delicato. Queste domande dovrebbero mirare a garantire che il candidato possa rispettare il luogo diversificato, tollerante e inclusivo in cui si trova l'università. Se le risposte di uno dei candidati rivelano che non saranno in grado di rispettare questo ambiente, ciò li escluderà dall'assunzione. Tuttavia, non puoi dedurlo dalla frequenza con cui si menziona Dio nell'applicazione.

Tutti hanno dei pregiudizi. Forse alcune persone pensano che se un candidato menziona Dio dodici volte potrebbe rifiutarsi di lavorare con i gay, ma non lo sappiamo. Dobbiamo tutti prendere coscienza dei nostri pregiudizi, cercare di superarli e progettare sistemi in modo tale che i nostri pregiudizi non portino alla discriminazione degli altri.

P.S. Credo che in particolare una regola "la politica non appartiene al laboratorio" sia difficile da applicare. Se metto un adesivo arcobaleno sulla mia porta con il testo "Sto con LGBTQ", mi verrà detto di rimuoverlo? È brutto se durante la pausa caffè discuto di come sono stato alla March for Science o agli Scientists for Future durante il fine settimana? Che ne dici dell'attività sindacale, che è intrinsecamente politica ma probabilmente non puoi legalmente tenerti fuori dal laboratorio? Se hai una regola del genere, devi fornire alcune linee guida sulla loro interpretazione.

"Dovresti ignorare questa informazione".Se un candidato dice nella sua lettera di presentazione (che è importante per me) che X lo guiderà a completare il dottorato, dovrei ignorare l'intera frase?Devo rimuovere le 10+ frasi che si riferiscono a questo e rileggere ciò che è rimasto?Oppure mi suggerisci di provare a colmare le lacune da solo?È giusto per gli altri che hanno scritto una splendida lettera di presentazione che descrive la loro passione per la ricerca e la loro spinta, i loro risultati?
Per quanto riguarda la regola politica, il mio gruppo l'ha rispettata fino ad ora e non ho avuto bisogno di farla rispettare.Ho dovuto mediare una volta, ma entrambe le parti hanno deciso di lasciarlo cadere mentre erano nel laboratorio.Attraverserò quel ponte quando ci arriverò.
@electrique Non ne sono sicuro, ma penso che le lettere di presentazione non siano molto importanti.Non sono stato dalla parte delle assunzioni di dottorandi o dipendenti, ma ho assistito nella classificazione delle domande di studenti Master per una borsa di studio competitiva.C'era un elenco di criteri, abbiamo scansionato i documenti forniti per vedere quali criteri sono stati soddisfatti e tutte le informazioni non correlate ai criteri non hanno avuto alcun impatto sulla domanda.L'unico impatto positivo della lettera di presentazione potrebbe essere stato quello di indicarci informazioni pertinenti altrove per ridurre il rischio di trascurare qualcosa.
@electrique Hai risolutamente evitato di illuminare i lettori qui sulla provenienza del tuo candidato.Potete fornire queste informazioni?
Ovviamente, includere informazioni irrilevanti (* ho guardato le stelle da quando ero bambino * o non estraneo a un'applicazione di scienza e ingegneria spaziale ma ancora irrilevante per la classifica dei candidati) aumenta la probabilità che le informazioni rilevanti vengano trascurate.Forse potresti determinare la forza della motivazione da una lettera di presentazione, ma sospetto che funzioni meglio nella fase del colloquio (apparentemente ero stato scartato in base alla motivazione durante la mia ultima intervista, abbastanza giusto in quanto avevo ricevuto un'offerta preferibile dallo stesso datore di lavoro 3 giorni prima).
@Araucaria-Nothereanymore.Medio Oriente.Preferisco non indicare il paese esatto.Ho avuto 5 candidati dallo stesso paese, anche dalla stessa università 1, il candidato era l'unico che offriva volontariamente le informazioni religiose.
"Forse alcune persone pensano che se un candidato menziona Dio dodici volte potrebbe rifiutarsi di lavorare con i gay, ma non lo sappiamo".Bene, siamo onesti, non ci sono molte religioni che potrebbero essere menzionate 12 volte in una lettera di presentazione.E uno in particolare non sembra essere troppo tollerante nei confronti dell'omosessualità o dell'apostasia (https://en.wikipedia.org/wiki/Capital_punishment_for_homosexuality https://en.wikipedia.org/wiki/Discrimination_against_atheists).Ma hai ragione, non possiamo sapere anche se c'è una maggiore probabilità che sia così.Sarebbe solo una buona idea controllare.
@gerrit Non sono d'accordo.La lettera di presentazione viene utilizzata per indirizzare il reclutatore nella giusta direzione e convincere il motivo per cui si adatta al profilo che sta cercando.Nella chiamata, chiedo una buona esperienza nelle abilità A e B. Mi aspetto che la lettera di presentazione mi dica se hai quell'esperienza o meno.In caso contrario, come rimediare.Se devo scavare da un CV di 10 pagine per stimare / indovinare se hai l'abilità A perché hai sprecato la lettera di presentazione per qualcos'altro, di certo non aiuta.
@EricDuminil Anche se gli atteggiamenti anti-gay sono statisticamente più comuni in alcune religioni che in altre, controllarlo solo per alcuni candidati e non per altri sarebbe una discriminazione basata sulla religione, che sarebbe sbagliata, illegale (e persino inefficace, considerandosono atei che odiano i gay).Il candidato dovrebbe essere giudicato in base alle proprie caratteristiche rilevanti, non in base a opinioni comuni in un gruppo a cui appartengono.
@electrique Sì, questo è ciò che intendevo con * indicare informazioni rilevanti *, e in effetti tutto ciò che non punta a informazioni rilevanti è rumore.Scrivere una lettera di presentazione scadente è un peccato sia per il candidato che per l'università / datore di lavoro, perché aumenta il rischio di trascurare buoni candidati.Non so quanto siano efficaci le frasi "come rimediare" nelle lettere di presentazione, suppongo che dipenda da quanto sia rigido il sistema di classificazione.
@electrique Potrebbe benissimo essere che gli altri tuoi candidati abbiano ricevuto aiuto con le loro domande, da qualcuno più esperto o da un servizio professionale.Ciò non esclude che il candidato stia semplicemente trasferendo le convenzioni di un'applicazione dalla propria cultura accademica a quella nuova.In tal caso, non puoi davvero trarre molto dall'uso di questa lingua da parte del richiedente.Per quanto ne sai, sono segretamente un eeista rabbioso.Hai chiesto con tatto a qualcuno dei tuoi studenti di quell'università quali sono le norme?
@EricDuminil Come lo "verifichereste"?Chiedere a ogni candidato del ME se "va bene con i gay"?Chiedere solo a persone ovviamente religiose, nel tentativo di mascherare la discriminazione palese con un sapore diverso di discriminazione aperta?Chiedi a tutti?Anche se lo facessi, come faresti a sapere di aver ottenuto la risposta corretta?
@gormadoc: non sono in grado di scegliere.Se lo fossi, onestamente non mi preoccuperei nemmeno di controllare qualcos'altro dopo aver letto questa applicazione.Ho incontrato alcune persone religiose intolleranti nel corso degli anni e la mancanza di rispetto verso le donne è stato un chiaro indicatore di intolleranza verso altri gruppi.Non c'è bisogno di chiedere specificatamente di gay / atei o altre religioni, basta osservare come il richiedente interagisce con le donne durante il colloquio.
Se qualcuno si rifiuta di lavorare con persone gay, questo è il problema risolto.Non è un motivo legittimo per rifiutare di lavorare con qualcuno.
Sebbene i musulmani siano probabilmente il gruppo culturale meno pro-gay oggi, non ho mai incontrato personalmente musulmani anti-gay.Ho letto di loro quindi so che esistono, e se chiacchierassi con i musulmani della classe lavoratrice probabilmente lo incontrerei.Ma tra professionisti altamente istruiti, mai, non dal Medio Oriente, non dall'Asia meridionale e non dalla Malesia
#5
+12
JenB
2020-07-24 15:03:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Cosa dicono gli altri candidati (ad esempio) su come intendono condurre la loro ricerca? Se un candidato dice qualcosa come "Ho completato questo progetto simile, ho fatto questa lettura e i miei riferimenti possono attestare la mia capacità di essere creativo" e l'altro candidato dice "Dio mi guiderà alla soluzione", allora chiaramente il primo il candidato è migliore. Ciò non è dovuto alla posizione religiosa palese, è perché il secondo candidato non ha effettivamente fornito alcuna prova che possa fare ricerca.

Pur comprendendo il tuo disagio per la posizione religiosa palese assunta dal richiedente, il la valutazione iniziale della loro idoneità dovrebbe essere basata sulle informazioni fornite che sono rilevanti per la loro capacità di completare il dottorato. Se scopri che hanno effettivamente fornito quelle informazioni (così come i riferimenti religiosi) e che sono un candidato forte, allora li intervisti come faresti per gli altri.

Durante il colloquio (per tutti i candidati ) puoi menzionare le regole del laboratorio. Se la diversità fa parte dei criteri di selezione, puoi persino porre una domanda che chiede specificamente le loro opinioni sui pro e contro dei diversi laboratori e menzionare che hai un laboratorio con una serie di differenze culturali, inclusa la religione.

E se dicesse "Dio mi aiuterà, come mi ha aiutato prima"?Qualcuno può essere un buon risolutore di problemi e attribuire il suo successo a dio.
@gnasher729 se qualcuno rispondesse "mi è venuto in sogno", continueresti comunque con ulteriori domande su ciò che ha fatto.O possono spiegare il loro processo di ricerca o non possono.Non impiegherei qualcuno che abbia risposto "Aspetto che Dio mi dica la risposta" ma non è perché attribuiscono il loro successo a Dio, è perché non stanno facendo nient'altro mentre aspettano
#6
+10
markemus
2020-07-24 06:26:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che ti apriresti a una causa per discriminazione se lo scrivessi come motivo per rifiutare un candidato. Naturalmente nel tuo caso non hai fatto nulla del genere, ma se l'avessi fatto sarebbe sicuramente illegale, e forse per molteplici ragioni se il tuo laboratorio è in un'università finanziata con fondi pubblici.

Penso che sia un po 'strano parlare di Dio nel tuo curriculum. Ma ho visto articoli di università egiziane che iniziano con "In nome di Dio il più misericordioso ..."

Non credo che qualcuno sarebbe così stupido da "scrivere questo come motivo per rifiutare un candidato".
La frase di apertura "In nome di Dio il più misericordioso ..." non è esattamente la stessa cosa che parlare di Dio.È consuetudine che i musulmani devoti (in alcune culture) inizino tutte le lettere e gli indirizzi formali con questa frase, indipendentemente dal contenuto.È quasi come un "Gentile Signore" e "Cordiali saluti" in lettere formali.Non è proprio così - ovviamente ha una connotazione religiosa e non è reotricamente necessario - ma gli autori probabilmente non saprebbero di cosa stai parlando se dicessi loro che "hanno parlato di Dio" nel giornale.
@einpoklum Mi sembra che una tua risposta sarebbe estremamente utile per i lettori qui.
@Araucaria-Nothereanymore .: Grazie per il complimento, ma quello che dovevo contribuire era più come commenti che come risposta a OP.Inoltre, la mia conoscenza della cultura araba e islamica è sufficiente per sapere che non ne so abbastanza ...
@user111388: Forse nessuno sarebbe così sciocco da scrivere il motivo nell'e-mail di rifiuto, ma alcuni, diciamo, speculerebbero apertamente sull'utilizzo di tale motivo, non meno su Internet, prima di utilizzarlo potenzialmente.Il racconto di OP non è certamente uno usa e getta.Forse il richiedente naviga in SE.Sono d'accordo che essere scoperti sarebbe improbabile, ma non del tutto così.
La Turchia ha un'università di circa 500 e l'egitto una delle 700 università mondiali.Anche dopo che il difficile alfabeto fu trasferito alla stampa nel 1780 per le prime macchine da stampa arabe, la tradizione teologica significava che gran parte del concencus scientifico su biologia, astronomia e così via non è ancora insegnato seriamente in molte scuole arabe a partire dal 2020.
#7
+8
Araucaria - Not here any more.
2020-07-25 03:42:50 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il poster originale ha affermato che in questo caso il candidato proveniva dal Medio Oriente, ma non ha rivelato quale paese. Fanno tre domande:

  • È accettabile rivelare e dichiarare vivamente preferenze religiose nelle applicazioni accademiche?
  • È questo un segno che questa persona sarà anche come vocale nel gruppo, creando così problemi?
  • Dovrei semplicemente ignorare queste informazioni, anche se il candidato ha deciso per qualche motivo di rivelarle vocalmente? Cosa dovrei farne?

Le risposte a queste domande dipendono dal contesto.

Se il candidato è stato attraverso il sistema universitario e forse anche un Master, in un'università in un paese largamente secolare, ad esempio in Europa o in Giappone, allora queste cosiddette 'dichiarazioni' sarebbero leggermente preoccupanti, poiché sembrerebbero dimostrare che il candidato non è stato in grado di padroneggiare nessuna tipo di registro accademico in termini di stile di scrittura, o per cogliere quali sono i fattori importanti per un'applicazione accademica. Non è tanto che tali dichiarazioni non siano accettabili; non sono appropriati. [Detto questo, se il richiedente avesse un merito sufficiente altrimenti, ciò non dovrebbe necessariamente precludergli di essere preso in considerazione del tutto]

In tali circostanze, dato che il richiedente sembrerebbe aver mancato queste norme accademiche culturali, ci potrebbe essere un problema con il loro fare proselitismo o comunque essere eccessivamente dogmatico sulle proprie credenze religiose all'interno del gruppo. Tuttavia, non si può dire. Come hanno già detto altre risposte, questo dovrebbe essere affrontato durante il colloquio.

A parte notare i punti sopra, c'è poco da fare con queste informazioni. Il resto dell'applicazione deve ancora essere considerato nel merito.

Tuttavia, se è il caso, come sembra essere qui, che il richiedente non abbia studiato in un tale ambiente in precedenza, allora potrebbe essere il caso che tale linguaggio indichi solo un alto grado di formalità nella sua lingua madre nazione. Stanno semplicemente macinando alcune delle frasi e delle mosse stabilite che dovrebbero usare in una domanda formale per un istituto di origine. Come notato da @einpoklum, il saluto di apertura, In the name of God , che ha chiaramente turbato il poster originale, significa poco più che Gentile Signore / a nelle lingue pertinenti e culture. Questi sono problemi linguistici, non attitudinali. Considera Dio ti benedica dopo che qualcuno starnutisce, o a Dio piacendo in contesti informali, o i termini adieu o a deo o la provenienza dell ' addio : "Dio sia con te". Allo stesso modo, con l'aiuto di Dio e frasi alternative, può significare poco più che convenzionalmente segnalare umiltà da parte di chi parla. Considera frasi come la mia domanda dovrebbe avere successo e così via.

In questi casi, in risposta alle domande del poster originale:

  • Probabilmente non c'è alcuna intenzione di dichiarare una preferenza religiosa vivida. (E sembra ALTAMENTE improbabile nel caso di OP che il candidato abbia effettivamente "dichiarato una preferenza" per una religione rispetto alla traduzione del linguaggio convenzionale che nella propria cultura menziona la parola "dio" o simile). In effetti, non si può dire praticamente nulla sulle credenze religiose del richiedente da questa lingua. In privato possono essere un ateo rabbioso.

  • Questo non è un segno che il candidato sarà "come voce" nel gruppo. Proprio come non sarebbe se dicessero "vi benedica" dopo che qualcuno ha starnutito. Non è nemmeno una garanzia contro di esso. Come hanno suggerito diverse risposte, questo dovrebbe essere determinato durante il colloquio e per tutti i candidati.

  • Non dovrebbe pregiudicare la candidatura del candidato sulla falsariga che OP suggerisce che forse dovrebbe fare. In questo contesto, questo linguaggio non ha nulla a che fare con la religiosità o con l'essere deliberatamente insensibili alle credenze o ai punti di vista degli altri. Può indicare che il candidato dovrà apprendere un nuovo registro formale più adatto a un ricercatore professionista nella comunità accademica internazionale. Ma è a questo che serve un dottorato di ricerca.

Se la cultura tollerante professata dal PO, o una delle nostre, è più di un semplice servizio labbra, allora conviene che consideriamo e cerchiamo di capire la situazione da cui provengono le persone con cui stiamo interagendo. Con tolleranza, come diceva mia zia Ernie: l'auto-elogio non è una raccomandazione!

#8
+7
O. Jones
2020-07-24 16:13:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il tuo programma è per l'ingegneria. Il tuo potenziale studente non stava facendo domanda per un programma di dottore in ministero, o per un programma di dottorato in una scuola di divinità. Quindi stabilire la loro buona fede nella loro pratica religiosa non era una parte necessaria della loro applicazione.

E, nella mia esperienza sia come ingegnere che come ministro, il Santo non manipola la realtà per rendere le persone successo, ma invece dà alle persone forza e coraggio. Il punto è che le dichiarazioni del tuo candidato sono persino un po 'sospette in un contesto di scuola div.

Hai passato questo candidato per motivi di competenza ed esperienza, proprio come hai passato a molti altri candidati. Hai svolto bene il reclutamento.

Se il candidato torna e chiede consigli su come migliorarsi per le applicazioni future, potresti consigliarlo di aggiornare le competenze e dedicare più spazio alle sue qualifiche specifiche per il TUO programma.

Una modifica alla mia risposta.

Il tuo problema di reclutamento sarebbe diverso se il candidato fosse chiaramente la scelta migliore per il tuo laboratorio. Ma puoi comunque gestirlo in un modo rispettoso del candidato e del resto della tua squadra (per non parlare di te stesso). Ecco il mio suggerimento al riguardo:

Di 'al candidato che sei felice di avere risorse spirituali per sostenerlo attraverso le sfide di un programma di dottorato. "Visto che l'hai menzionato nel tuo CV ..." è un buon modo per aprire la conversazione. Affrontare l'ignoto nel mondo naturale è roba da guadagnare un dottorato in scienze o ingegneria e uno studente ha bisogno di forza e coraggio per continuare.

Dì loro i loro colleghi di- avere una gamma diversificata di risorse proprie per farlo. Metti in chiaro che la norma comportamentale del tuo gruppo è rispettare i reciproci modi di lavorare, comprese le loro risorse interiori / spirituali / di qualsiasi tipo. E forse sottolinea che i membri del tuo gruppo imparano molto gli uni dagli altri.

Se la conversazione va oltre, dì qualcosa del genere. "Se cerchi di convertire / fare proselitismo / evangelizzare le persone del mio gruppo, è probabile che tu le infastidisca. Questo farà molto più male che bene alla tua religione. E viola le nostre norme comportamentali."

definisce le aspettative e lascia che il candidato decida se il tuo laboratorio è adatto a loro.

Nota a piè di pagina: molte persone abbracciano la religione come un modo per abbracciare i misteri della vita. Altri lo abbracciano come un percorso verso la certezza. E il lavoro di scienze naturali a livello di dottorato è come il primo, non il secondo. Da qui il mio suggerimento di menzionare il confronto con l'ignoto.

Mentre in questo caso hanno rifiutato per altri motivi, la vera domanda che OP ha (non ben espressa nella domanda, chiara solo nei commenti) è se potrebbero / dovrebbero rifiutarli per aver menzionato Dio così tanto se fossero altrimenti una buona scelta.
Buon [email protected] aggiunto del materiale alla mia risposta.
#9
+6
Solar Mike
2020-07-23 19:55:44 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Hai preso una decisione di assunzione in base ai criteri appropriati (indicati come punteggi, esperienza di ricerca).

Sebbene le informazioni extra fossero presenti, ciò non ha influenzato la tua decisione, quindi non hai dubbi . Se il candidato cercherà di fare "ondate" citando la persecuzione religiosa è una questione diversa.

Ma la domanda è di natura generale: anche se questa volta non era un problema pratico, e se lo fosse stato?
Quello che hai detto è vero nel caso specifico di OP, ma penso che la domanda superi questo ambito.
C'è una mancanza di professionalità nel candidato.
#10
+3
alephzero
2020-07-24 15:30:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Per prima cosa, decidi se stai assumendo un ricercatore o un missionario.

Quindi decidi se qualcuno che menziona Dio in ogni altra frase di una domanda di lavoro è la persona giusta per il lavoro.

Penso che sia perfettamente ragionevole presumere che se qualcuno lo fa in una domanda di lavoro, lo farà anche se viene assunto. Sta a te decidere se ritieni che sia accettabile o meno nel tuo gruppo di lavoro.

Se vuoi un ricercatore, assumi il miglior ricercatore che ha fatto domanda. Se vuoi un missionario, assumi il miglior missionario.

Questa non è discriminazione di per sé contro la religione. Lo stesso sarebbe vero se qualcuno menzionasse il suo sport preferito in ogni altra frase, ad esempio (e lavorando nell'industria, posso pensare a un caso in cui qualcuno è stato licenziato per aver fatto esattamente quello, o più precisamente a causa della quantità di interruzioni che ha causato nel team facendolo.)

Lavoro anche in un gruppo in cui tutti sanno che ci sono membri del gruppo con vari gradi di impegno per il cristianesimo, l'ebraismo, il buddismo, l'Islam e probabilmente anche qualche altra religione. Alcuni di loro hanno organizzato le proprie attività religiose in sale conferenze inutilizzate durante le pause pranzo, ecc. E nessuno se ne preoccupa. D'altra parte, se qualcuno cominciasse a cercare di predicare o convertire qualcun altro nel normale ambiente di lavoro, non sarebbe durato a lungo.

#11
+2
Victor Stafusa
2020-07-25 09:31:53 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ci sono molte persone che hanno radici culturali / religiose che richiedono loro di essere molto fervorose nel lodare Dio il più possibile. Come già affermato in altre risposte, questo è comune in Medio Oriente, ma ho già visto alcuni cristiani in Occidente con la stessa caratteristica (nella mia famiglia per essere sinceri).

Per quelle persone, non lodare Dio ovunque sia possibile è un male, che va da scomodo, semplicemente sbagliato, non etico o peccaminoso, indipendentemente da ciò che il destinatario del messaggio ne pensa. La loro fede religiosa impone che dovrebbero lodare Dio ove possibile.

Dato che dovresti dare valore all'inclusione, non dovresti giudicare le persone che hanno tali opinioni religiose né positivamente né negativamente. Potresti considerarlo personalmente come fanatismo, follia, follia o altro, ma non dovresti permettere che la tua opinione sulla fede religiosa del candidato contamini il tuo giudizio.

Per essere sincero, ritengo anche che quelle persone siano fanatiche , e ne ho alcuni nella mia famiglia. Inoltre, la maggior parte di loro è anche molto consapevole del fatto che tutti gli altri li considerano fanatici e ne sono molto orgogliosi perché questo li fa credere che stanno riuscendo a piacere a Dio se tutti gli altri li vedono in questo modo. Sicuramente possono essere molto fastidiosi e noiosi con le loro opinioni e comportamenti religiosi e ne sono perfettamente consapevoli, ma credono fermamente che sia una parte obbligatoria importante della missione della loro vita agire in questo modo. Quindi, si comportano semplicemente nel modo in cui credono che dovrebbero comportarsi indipendentemente da ciò che gli altri pensano al riguardo.

Come ogni credenza religiosa, il loro stile di vita dovrebbe essere rispettato e tollerato, non soppresso o discriminato. Anche se scopri che possono comportarsi in un modo un po 'fastidioso con te e con tutti gli altri.

Quindi ho messo "nella pietra" che la politica e la religione non appartengono al laboratorio.

La maggior parte delle persone sarebbe d'accordo. Ma per quelli "eccessivamente fervorosi", questo suona come persecuzione religiosa, soppressione o censura proprio perché la loro fede religiosa dice che dovrebbero lodare Dio e parlare della loro religione il più possibile a chiunque sia possibile, ove possibile, anche se il pubblico non vuole per ascoltarli. In questo caso, fintanto che tollerano altre persone e non creano seri problemi su questioni religiose con gli altri, tutti per amore dell'inclusione dovrebbero consentire loro di essere ciò che sono: ferventi religiosi.

Inclusività e il rispetto non si ottiene mettendo a tacere tutti, anche se si tratta di una questione che non ha nulla a che fare con il lavoro o l'ambiente su cui si sta lavorando. Si ottiene facendo in modo che tutti siano d'accordo con tutti gli altri che parlano di cose in cui nessun altro crede (a condizione che non siano disoneste, immorali, criminali, illegali o qualcosa del genere).

Quindi, cambia il regola al simile, ma abbastanza diverso e un po 'più debole come:

"Preferiamo non parlare in laboratorio di cose che non appartengono al laboratorio il più a lungo possibile, come, ad esempio , sport, politica, sessualità e religione. "

Dovresti solo assicurarti che nessuno crei problemi per questo, che tutti conoscano le regole e che tutti rispettino tutti gli altri. Assicurati solo che le regole non abbiano l'effetto indesiderato di portare a qualche forma di censura, soppressione della libertà di parola o qualcosa del genere. Questo è qualcosa che ha una linea molto tenue e molte aree ombreggiate, ma fintanto che tutti capiscono e comprendono le regole, non dovrebbe creare problemi seri avere qualcuno che dice troppo la parola "Dio" perché crede che sia il loro obbligo di farlo.

Per rispondere direttamente alle tue domande:

È accettabile divulgare e dichiarare vivamente preferenze religiose nelle applicazioni accademiche?

Sì. Questo non è l'ideale, sicuramente, ma non dovrebbe essere respinto. Non consentire questa è una forma di persecuzione religiosa e mancanza di inclusione.

È questo un segno che questa persona sarà anche la voce del gruppo, creando così problemi?

Probabilmente. Ma non puoi agire contro qualcuno a causa di un problema che non ha ancora creato anche se sei abbastanza sicuro che alla fine lo farà.

Dovrei semplicemente ignorare questa informazione, anche se il candidato ha deciso per qualche motivo di rivelarla vocalmente? Cosa dovrei farne?

Ignoralo e valuta il loro C.V. come se quell'informazione non ci fosse e poi valutala / assegnale un punteggio come faresti con qualsiasi altro C.V.

Un laboratorio che ha una regola "non parlare di nulla che non sia correlato al laboratorio" può spaventare i candidati.Di sicuro mi spaventerebbe.Sembra troppo controllante.
#12
+1
dusa
2020-08-01 03:33:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non conosco l'arabo ma, so che questo potrebbe essere un caso perso nella traduzione, conosco alcune parole che potrebbero essere tradotte come "spero", "se tutto va bene", "se così posso dire "," fortunatamente "tutti relativi a Dio. Se non hanno precedenti esperienze in contesti internazionali, è possibile che stiano solo pensando di essere "formali" poiché questo è - quello che immagino - scriverebbero a un professore nel loro paese.

D'altra parte, una volta ho avuto un grande professore, un alunni di Cambridge, un americano super intelligente che ha tenuto lezioni sull'intelligenza artificiale alla sua chiesa e aveva la sua chiesa sul suo sito web, ecc.

Non credo è professionale però, sarebbe utile magari fare un colloquio su Skype e parlare di come il team rispetta l'identità degli altri, ecc. - un avvertimento indiretto che spero serva a ricordare che avranno più di una religione, forse no religione, comunisti, liberali, yadayada tra i membri del gruppo

#13
  0
kosmos
2020-07-25 07:02:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non stiamo vivendo in un secolo in cui la religione ha svolto un ruolo superiore in ogni aspetto della vita, inclusa l'istruzione. Sei in una scuola di ingegneria e una domanda di dottorato deve parlare solo degli aspetti rilevanti dell'ingegneria. Quindi, sicuramente questo è un aspetto negativo per l'applicazione in quanto le persone che sprecano spazio prezioso e il tuo tempo usando frasi che non aiutano la sua causa.

Inoltre, essendo questo un mondo più globalizzato, immagina che venga letto da un ateo. Il potenziale studente non è premuroso o non ha pensato a tali scenari.

Idealmente, sebbene questo tipo di domanda abbia un chiaro svantaggio, il candidato deve essere respinto solo se le sue qualifiche ingegneristiche sono scarse. Se selezionato, è ovvio che il candidato deve rinunciare a menzionare "Dio" nei manoscritti tecnici. Se è bravo nelle sue capacità, perché non intervistarlo e verificare se è flessibile e aperto ad adattarsi al posto di lavoro professionale.

#14
  0
adam.baker
2020-07-25 13:54:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La risposta di Jan è corretta e molto buona. Ci sono culture nel mondo in cui ci si aspetta semplicemente che Dio venga riconosciuto frequentemente. Non denota nemmeno necessariamente una particolare devozione.

Per mettere la questione positivamente, se escludessi tali candidati come una cosa ovvia (cosa che non hai fatto), limiterebbe la gamma di candidati stavi valutando, il che non ti aiuterebbe a trovare i migliori ingegneri.

Per mettere la questione negativamente, se dovessi escludere tali candidati come una cosa ovvia, escluderesti un segmento abbastanza specifico del globo. Non credo che questo sia moralmente lo stesso della discriminazione religiosa o basata sulla nazionalità, dal momento che hai ragioni indipendenti per la tua preoccupazione. Ma dovrebbe far riflettere chiunque di noi quando le nostre azioni (intraprese per ragioni del tutto corrette) equivalgono alla stessa azione in pratica come, ad esempio, ciò che qualche xenofobo di destra sosterrebbe (fill-in lo spazio vuoto per il tuo paese).

Ho esaminato un CV per un amico una volta in cui il primo risultato elencato era: "Partecipazione alla gloriosa jihad". Ho avvisato il mio amico che probabilmente quella non era la migliore apertura per il lavoro per cui si stava candidando. Ma questa è una differenza culturale, che non parla necessariamente della qualifica del candidato per il particolare lavoro.

#15
-7
Sherwood Botsford
2020-07-24 08:15:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Uno dei criteri che utilizzo nelle assunzioni è se si adattano armoniosamente al team esistente.

Una delle mie preoccupazioni con questa domanda è che l'individuo potrebbe essere troppo dogmatico e non tollerante verso gli altri . Se avesse superato la prima proiezione, questo sarebbe qualcosa che gli chiederei nell'intervista e nelle domande successive ai suoi riferimenti (per telefono). Possibili domande:

  • Abbiamo un buddista zen, un indù, due musulmani, un ebreo, tre atei, due agnostici e un baháʼí nel nostro staff già. Fammi esempi di come tu, un forte {inserisci la sua religione}, sei andato d'accordo con persone di origini religiose molto diverse. (Sono tolleranti nei confronti di persone che hanno fedi diverse?)

  • Inoltre abbiamo omosessuali, travestiti e persone transgender nel nostro staff. Qual è la tua posizione in merito? (Questa domanda cerca tolleranza. Se vedono una coppia gay sbaciucchiare nella stanza della posta, faranno di se stessi una cosa pelosa?)

  • La Bibbia deve essere preso letteralmente? Tutto? Segui tutte le regole del Deuteronomio e del Levitico? (Nota: sostituire la Bibbia con qualsiasi libro sacro che usano; sostituire i riferimenti a D & L con riferimenti appropriati a regole antiquate. La funzione chiave qui è capire se si aggrappano a regole impraticabili o sono incoerenti nelle loro convinzioni.)

  • Se ti dicessi che non dovevi parlare di religione o di Dio qui al lavoro, potresti accettare questa decisione?

  • Dammi esempi di casi in cui avevi la mente fissata su qualcosa e una discussione o una discussione ti hanno fatto cambiare idea. Se risponde con la sua esperienza di conversione, chiedigli un altro esempio, non correlato alla sua religione.


Ma in realtà, chiunque indossi la sua religione sulla manica in questo modo dovrebbe essere evitato. Con molto potenziale di conflitto. Trova un motivo per scaricarlo nella pila degli scarti. Ma assicurati di avere persone qualificate meglio di lui nella pila degli scarti. non nel cestino il resto della pila degli scarti nel caso in cui decida in seguito di presentare una causa per discriminazione.


Modifica: in tutto il mio tempo un mucchio di siti di scambio di stack, non ho mai raccolto una tale serie di voti negativi. Lo trovo abbastanza divertente.

Suggerisco al poster originale di provare la stessa domanda su Workplace e vedere quali sono le reazioni. Forse sono un bastone nel fango.

Concordo sul fatto che la formulazione delle mie domande abbia bisogno di lavoro: l'elemento chiave qui è convincere il candidato a mostrare la sua (in) tolleranza per gli altri durante il processo di intervista. Se è pieno di fede, ma mostra anche tolleranza, assumilo con tutti i mezzi. La mia esperienza con persone come questa è che più forte proclamano la loro fede, meno tollerano le credenze degli altri.

Mi ricorda quella citazione, attribuita a San Francesco d'Assisi, "Predicare la Vangelo sempre. Se necessario, usa le parole. "

Tali domande richiedono solo azioni legali per problemi / discriminazione.
Davvero faresti queste domande in un colloquio di dottorato ?!In quale giurisdizione ti trovi?
La domanda 3 contraddice la domanda 4 e chiede solo l'accesa discussione che presumibilmente stai cercando di evitare (e le richieste di discriminazione).Consiglio vivamente di non porre la domanda 3 in un colloquio di dottorato.
"* Segui tutte le regole del Deuteronomio e del Levitico? *" Sembri presumere che il Dio menzionato dall'OP sia un dio cristiano o ebraico.L'OP non lo indica.
Sono d'accordo, probabilmente stai chiedendo problemi con questo tipo di domande.Puoi controllare le vibrazioni intolleranti con domande molto più sottili.La domanda n. 3 sarebbe davvero strana per un ateo o un teista che lascia la fede a casa.
Un modo più sottile per controllare sarebbe essere sicuri che le donne siano presenti durante il colloquio e vedere se il richiedente risponde in modo diverso a seconda di chi pone le domande.Ho visto troppe persone ignorare i buoni consigli semplicemente perché provenivano da donne.
Non dovresti davvero fare domande strettamente religiose di dogma come "è la Bibbia da prendere alla lettera".Inoltre, cosa ti importa?È come presumere che tu e lui / lei condividiate una riverenza religiosa per la Bibbia.BTW - Bibbia ebraica?Bibbia cristiana?Bibbia degli hacker?
Puoi semplicemente guardare la maggior parte delle persone e determinare che non seguono tutte le prescrizioni del Levitico.Ci sono davvero così tanti ebrei ortodossi che fanno domanda per posizioni di coltivazione di alberi in Alberta che questa domanda è necessaria e non illegale?
Sebbene le domande a cui la risposta di cui sopra suggerisce che la domanda OP non sia buona, probabilmente illegale, sono d'accordo con l'intento della risposta.La religione deve essere rigorosamente tenuta lontana dalla scienza e dall'ingegneria, in tutte le forme.In nome della diversità e dell'inclusione non corrompere la cultura esistente.
FWIW: https://workplace.stackexchange.com/questions/33558/how-to-respond-to-questions-related-to-religion-during-an-interview
Non seguiranno il Deuteronomio e il Levitico perché sono quasi certamente musulmani, comunque.Vorresti invece chiedere loro se seguono le regole del Corano e degli Hadith.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 4.0 con cui è distribuito.
Loading...