Domanda:
Trattare con studenti che hanno inviato e-mail con il corpo vuoto ma i compiti allegati
M.M
2015-06-21 23:24:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono responsabile degli esercizi per un corso di laurea. Gli studenti inviano le loro soluzioni via e-mail e tutti inviano una normale e-mail: salutandomi e dicendo che il file delle soluzioni è allegato poi (la maggior parte di loro) mi augura un buon fine settimana poiché le scadenze sono il venerdì.

Un gruppo mi invia un'email vuota: solo un allegato senza alcuna parola! Credo che questo comportamento sia strano, devo intraprendere un'azione o non sono affari miei?

Tagghi questo studenti internazionali, è perché le email insolite provengono da studenti internazionali (che potrebbero provenire da una cultura diversa)?
Saluti e dire che un file è allegato non fornisce alcuna informazione rilevante.
Sì signor White ... Sì scienza! Ecco i miei compiti (bi_ch) * Sto scherzando *
@Jekowl no, perché gli studenti del corso sono studenti internazionali.
Non capisco la domanda ... sei sconvolto dal fatto che non ti scrivano una lettera d'amore personalizzata con ogni incarico? È un corso di laurea, siete entrambi adulti, siate professionali e smettetela di lamentarvi per i non-problemi.
Pensavo che i professori in realtà preferissero avere il minor numero di cose da leggere in una e-mail ... Non riesco a immaginare niente di peggio che dover leggere 40 muri di testo a settimana.
La domanda importante sarebbe: ci sono informazioni sufficienti per sapere di chi è e quale modulo? Tutto il resto è secondario. Tendevo a inserire solo un titolo con il mio ID studente, nome e modulo / compito come titolo, in modo che il docente lo sapesse a colpo d'occhio, ma difficilmente la considererei una lettera di presentazione.
D'accordo con @devouredelysium, Penserei che stiano cercando di aiutarti senza distrarti con informazioni irrilevanti.
Menzionare l'allegato e il nome o il codice del corso sarebbe la prova che la posta probabilmente è legittima e il pdf allegato non è una minaccia per la sicurezza.
Ho solo pensato di notare che l'email è un cattivo mezzo per l'invio di compiti. Troppo inaffidabile. La presentazione da parte di un VLE è da preferire poiché entrambe le parti ottengono la prova del tempo di presentazione, ecc.
L'e-mail ha qualcosa di significativo nell'intestazione dell'oggetto?
Sono IT a tempo pieno. Le e-mail con oggetti vuoti sono pessime e potrebbero essere contrassegnate come spam. Le e-mail con corpi vuoti non sono così male, ma non sono l'ideale. Se fossi nei tuoi panni, consiglierei agli studenti di mettere almeno una breve frase e magari le loro informazioni di contatto nel corpo delle e-mail di invio dei compiti solo per assicurarsi che non ci siano problemi con loro. Non sembra che farà la differenza per la tua classe particolare, ma potrebbe aiutare loro o te in futuro con sistemi di posta elettronica e filtri antispam meno tolleranti.
Se il filtro antispam è la tua considerazione, suggerisci ai tuoi studenti un formato di argomento standard da seguire - uno che non sarà lo stesso per ogni gruppo - che ti aiuterà a tenere traccia anche dei contributi.
@ToddWilcox Le loro informazioni di contatto sono proprio lì nell'intestazione "Da:".
Persone, non era questione che gli studenti si identificassero. Sebbene questo sia un possibile problema dell'invio di un'e-mail dal corpo vuoto, non sembra essere la preoccupazione principale dell'OP. L'OP ha detto chiaramente che trovava spiacevole che gli studenti non gli augurassero un "buon fine settimana", come hanno fatto gli altri studenti. / facep. Forse dovrebbero rimediare la prossima settimana portandogli una mela, come facevano i ragazzi della vecchia scuola durante la prima lezione dell'anno ai loro professori?
Cosa significa "email vuota"? Intestazione corretta, corpo vuoto? (che sarebbe ok). O anche un'intestazione vuota? (-> problema per archiviazione, filtri e-mail, filtri antispam)
@CaptinCodeman sembra che tu non abbia letto attentamente il post. Non ho chiesto una lettera d'amore.
@DavidRicherby Oh, eh. Come si estrae un numero di telefono dall'intestazione Da:? Gli analizzatori di intestazione che ho usato non sembrano mai essere in grado di farlo, e non è chiaro neanche dall'intestazione di testo normale.
@ToddWilcox Non ho mai voluto rispondere a un'e-mail di uno studente facendo una telefonata.
C'è un grosso problema con le righe dell'oggetto vuote se la tua email raggruppa per conversazione. Tutti quelli che mi hanno inviato qualcosa con un oggetto vuoto sono nella stessa conversazione nel mio Outlook, il che può essere frustrante a seconda dell'occasione.
Domanda collegata: http://academia.stackexchange.com/questions/47666/should-i-accept-an-incompletely-answered-multiple-choice-questionnaire
@ToddWilcox O a volte il filtro della posta ti odia. Mi sono imbattuto in questo un paio di volte in undergrad. Per uno dei miei incarichi di programmazione, al mio quarto tentativo di inviarlo, ho finito per pubblicarlo sul mio server web e inviare un collegamento all'istruttore. Lo stupido filtro e-mail in realtà _stripta i miei file sorgente da un file .zip_ e ha consegnato l'e-mail all'istruttore con un file .zip vuoto! Fortunatamente, l'istruttore mi conosceva abbastanza bene a quel punto da sapere che stavo dicendo la verità che avevo originariamente presentato l'incarico in tempo e lavorando.
Penso che sia strano il fatto che tu senta strano che non scrivano alcun corpo di posta elettronica quando consegnano un compito. Penseresti che fosse strano che l'incarico fosse stato consegnato per carta in una scatola nel tuo ufficio e non ti hanno lasciato una lettera personale con esso? Lascialo andare. Inoltre quale azione puoi intraprendere?
@Jakob Sento che è strano perché lo paragono al seguente scenario: uno studente che consegna la sua soluzione, si avvicina al mio tavolo, poi mette le soluzioni sul mio tavolo e poi se ne va senza una parola. Ovviamente puoi considerare questo comportamento normale, o anche puoi considerare il confronto non valido. Ma per me è strano ed è un valido confronto.
@M.M In realtà è così che di solito consegno le mie soluzioni / test / qualsiasi cosa, lo lasciamo cadere e faccio spazio allo studente successivo. L'unica situazione in cui posso pensare in cui sarebbe strano inviare un incarico senza commenti è se hai espresso certe aspettative. Ad esempio: Ok, faremo finta che un cliente ti abbia chiesto di risolvere il suo problema, e io sono il cliente - Nel caso in cui lo consideri un messaggio formale, ovviamente vorrai rimproverare anche chi ha usato l'informale saluti.
@M.M Lo confronto con lo scenario in cui lascio qualcosa in una cassetta postale. Ti capita di avere una casella di posta elettronica.
Sarei più preoccupato se gli studenti inviassero il corpo dell'e-mail ma mancava l'allegato ... (errore onesto? È stato spogliato da qualche parte? Studente che cerca di truffare una scadenza?)
Se non sei disposto a dire agli studenti che hanno bisogno di augurarti un buon fine settimana nel corpo dell'email, questo non è un problema. Se tu fossi il mio migliore amico e venissi da me con questa domanda, ti abbraccerei e consiglierei un terapista. Se qualcuno mi chiede di inviare un documento tramite posta elettronica, è probabile che faccia esattamente questo: inviare il documento. Non è necessario altro testo. Si aspettano un documento da me, sto facendo come mi è stato richiesto. Non c'è bisogno di chiacchierare su nulla nel corpo dell'email. Il soggetto non ha bisogno di dire altro oltre a "questo è il documento che hai richiesto".
Come dice sempre mio padre, non specializzarti in cose minori.
Hai aspettative non dichiarate. Non le hai dichiarate ai tuoi studenti: non le hai nemmeno dichiarate qui. Non è irragionevole per gli studenti omettere cose che non gli è stato detto di fornire, e non è irragionevole che le persone qui presumano che tu voglia essere augurato un buon fine settimana perché è quasi l'unica cosa che * hai * dichiarato. Di chi è di nuovo questo problema?
Avevo un professore che non leggeva i corpi dei messaggi. Quindi, quando gli inviava un'e-mail, ciò che aveva bisogno di sapere doveva andare nella riga dell'oggetto. Ci sono volute circa due volte per capirlo.
@Joshua: che idiota!(Il professore)
@yupsi: Non era una cosa del genere.
I commenti e le risposte a questa domanda sono incredibili.Mi sento come se fossi appena entrato nella Twilight Zone.Le persone sono davvero inconsapevoli della cortesia di base e pensano rigorosamente in termini di una cosiddetta "efficienza"?
Dodici risposte:
#1
+269
Nate Eldredge
2015-06-21 23:40:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non credo che sia strano: gli è stato chiesto di inviare il compito via e-mail e lo hanno fatto. Non c'è davvero bisogno di aggiungere altro e loro non lo fecero. Forse sarebbe un po 'più cortese se aggiungessero un paio di parole di saluto, ma il tuo compito non è essere Emily Post.

Se i compiti fossero inviati su carta e hanno lasciato il loro incarico nella tua casella di posta, insisteresti che includessero una nota augurandoti una buona giornata? No, sarebbe sciocco.

Non c'è niente che devi fare al riguardo.

Le lettere di accompagnamento erano considerate la norma. Le persone usano ancora spesso i post it sulle cose lasciate in una casella di posta. Detto questo, non dovrebbe importare.
-1
@StrongBad Horses & Buggies, dattilografi e cercapersone erano la norma ... I tempi cambiano e fintanto che è chiaro da chi proviene ([email protected] potrebbe non essere un buon indizio, ma se il nome è sulla carta ...) poi lo "sfarzo" extra (Saluti gentili signore, vedere il mio allegato ...) serve tanto quanto una lettera di presentazione o un post it.
Presumo che gli studenti che inviano i compiti utilizzino il loro indirizzo email del college, non qualcosa di @hotmail. Una cosa che ho imparato nel corso degli anni è che inserire due messaggi separati in un'unica email è una garanzia che uno dei due verrà ignorato, altrimenti i due si confonderanno. Chit-chat per rinfrescare l'acqua quando si invia un compito è solo rumore. Qualsiasi messaggio o domanda non banale al docente o al selezionatore dovrebbe essere in un'e-mail diversa, IMO. Detto questo, culture diverse in tutto il mondo hanno idee * molto * diverse su ciò che è "educato".
@alephzero: Dunque, presumereste in modo errato.
@StrongBad Mettere informazioni importanti su un Post-It è sciocco in quanto può cadere. Mettere informazioni non importanti su un Post-It è ... irrilevante.
Considero questa (risposta) un riflesso dello stesso atteggiamento che fa scrivere ai professori risposte via email come "Fatto. -J" Quindi non è senza precedenti nel mondo accademico.
@WernerCD Mi chiedo quante e-mail spazzatura riempiranno la casella di posta di una persona a caso ora! (jk)
@Panzercrisis lol immagino che avrebbe dovuto essere example.com. Povero SugarDaddy :(
@StrongBad La maggior parte delle informazioni che vedo collocate sui post-it negli elementi della cassetta postale spiegano solo cosa è necessario fare con detto elemento (ad esempio, ricordare alla persona che deve firmare il modulo successivo oa chi consegnarlo, ecc.) Presumibilmente , è ovvio ciò che un istruttore dovrebbe fare con un compito a casa che ha chiesto a uno studente di consegnare. :)
@reirab intendi indovinare dal titolo del saggio quale classe, sezione e compito è ea quale AT dovrebbe andare. Lavorare dall'indirizzo e-mail al numero di uno studente e quindi determinare se si tratta di uno studente laureato o di una disabilità che deve essere considerata in genere non è banale.
@StrongBad Oh, sono d'accordo che tutte queste informazioni sono necessarie. Ho votato positivamente la tua risposta. La maggior parte degli istruttori che ho avuto richiedono che tutto ciò sia incluso nell'intestazione dell'e-mail come hai menzionato per gli incarichi consegnati via e-mail. Per i pochi incarichi che ho consegnato su carta al college, gli istruttori richiedevano che tutto ciò apparisse da qualche parte sulla prima pagina (i requisiti esatti variavano un po '). Non credo di aver mai visto post-it usati per quello scopo, ma ciò può variare anche a seconda della scuola / istruttore.
Non sono d'accordo sul fatto che "questo [non] è strano". Penso che sia scortese e scortese, ma sono d'accordo sul fatto che non è davvero qualcosa che deve essere "affrontato".
Buon punto. Nessuno si aspetterebbe simili per un test o un compito a casa.
"hanno lasciato il loro compito nella tua casella di posta" Ah, i giorni felici in cui anche scrivere il mio nome sui compiti era superfluo, poiché le persone che li valutavano conoscevano la mia calligrafia.
#2
+85
StrongBad
2015-06-21 23:50:08 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando si insegna in classi numerose o in più classi, può essere molto utile se l'email, o meglio ancora la riga dell'oggetto, contiene le informazioni chiave sulla classe, la sezione, il gruppo e il compito (e possibilmente l'AT). Dovrebbe essere responsabilità dell'istruttore dire agli studenti cosa ci si aspetta, semmai, nel programma e nel compito stesso. Tali istruzioni dovrebbero rendere chiare le eventuali sanzioni. In assenza di istruzioni, non vale la pena dire nulla.

Esiterei a imporre sanzioni a metà mandato, ma chiedere agli studenti di includere informazioni aggiuntive sembra ragionevole. Rendi chiaro ciò che desideri.

Quest'altra risposta è buona, ma questo IMHO è migliore: 1. un soggetto che identifica effettivamente aiuta, 2. se non glielo dici, non lo faranno.
+1 per l'aspetto pratico: forse questo è un po 'strano, forse non lo è, dipende da tutte le parti coinvolte. L'OP ha il diritto di * pensare * che sia un po 'strano? Sicuro. Ma la vera domanda è: è abbastanza strano intervenire facendo un corso politico al riguardo? Se sì: va bene, fallo; gli studenti non si opporranno. Se no: lascialo andare. Gli studenti - e le persone in generale - possono essere molto, molto strani. Questa è roba da poco tempo.
Mi aspetto che tutte queste informazioni facciano parte della riga dell'oggetto e non del corpo (non c'è nulla nell'OP che indichi che ciò non è stato fatto). L'aggiunta di materiale al corpo costringe il destinatario a sfogliarlo rapidamente per assicurarsi che non contenga nulla di importante. Sprecare il tempo di tutti senza scopo non è educato nel mio libro. Mantenere le e-mail il più brevi possibile (ma non più brevi!) È una delle regole fondamentali della nettiquette delle e-mail.
Non avere un oggetto spesso mette l'email nella cartella dello spam!
Ancora meglio un sito Web che consente allo studente di caricare il compito e invia loro un'e-mail di conferma.
Dai, il programma non dovrebbe sembrare una norma ISO / IEEE.
@Voo D'accordo, questo è ciò per cui è stato inventato [EOM] (https://en.wikipedia.org/wiki/End_of_message).
#3
+27
Agent_L
2015-06-22 12:08:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Cortesie inutili (come i saluti) e affermare l'ovvio (come dire che l'allegato è allegato) fanno solo perdere tempo e aumentare il carico di lavoro. Questo potrebbe non essere ovvio a prima vista, ma se tutti facessero lo stesso, ti risparmierebbe molto tempo in totale. In alcuni ambienti aziendali questa è una pratica standard e l'aggiunta di saluti privi di significato è ciò che non si vede (tra colleghi stretti, come te e i tuoi studenti).

Questo è qualcosa che diventa più evidente man mano che la tua carriera va avanti. Immagino che tra dieci anni preferirai effettivamente le e-mail con il minimo contenuto assolutamente necessario, solo perché questo ti farà risparmiare tempo.
Dire che l'allegato è allegato è utile se il destinatario riceve un'e-mail senza allegato. In questo caso c'è una buona probabilità che il professore prema rispondi e digiti semplicemente "allegato mancante" e il mittente risolva il problema, rispetto a un compito fallito.
@gnasher729 Sì, ovviamente. Ma prestare molta attenzione a chi sta beneficiando di questo codice di correzione e chi deve pagare per questi benefici. È lo studente che ne beneficia e il professore che deve svolgere questo lavoro: leggere la posta, verificare la presenza dell'allegato, verificare se l'affermazione corrisponde allo stato osservato, adottare misure correttive (risposta). Stiamo parlando di come il corpo vuoto avvantaggia il professore. I saluti cordiali avvantaggiano anche lo studente a spese del professore, poiché crea una relazione più "umana" che renderà il professore più propenso a spiegare invece di fallire.
@fgysin che mi ricorda [questo classico fumetto di dottorato] (http://i.stack.imgur.com/Pm4il.gif). Tutta questa roba intralcia il vero significato. Dillo semplicemente in modo da non essere interpretato male.
In realtà, l'elaborazione di una mail vuota mi costa * più * tempo, poiché posso capire a prima vista che un'e-mail non contiene altro che un testo minimo come "Ciao, vedi la soluzione di assegnazione allegata. Saluti, Alice", mentre di solito Mi ci vuole qualche istante per rendermi conto e essere certo che il client di posta elettronica non sta attualmente cercando di visualizzare o caricare alcuni contenuti di posta elettronica complessi, ma che la posta elettronica è effettivamente vuota.
Inoltre, sono d'accordo con @gnasher729, poiché alla fine entrambe le persone coinvolte ne traggono vantaggio. Il vantaggio diretto dello studente è chiaro, ma ovviamente il personale docente trae vantaggio altrettanto dall'evitare indagini e discussioni sull'invio o meno dei file dei compiti. Sicuramente, anche se qualsiasi tentativo da parte degli studenti di avviare un tale dibattito viene completamente ignorato, il tempo di elaborazione richiesto per riconoscere e respingere eventuali e-mail e altri tentativi di contatto invalida qualsiasi guadagno percepito dal non dover elaborare molte brevi quattro righe-e- mail con informazioni poco complicate.
@O.R.Mapper È una questione di scenario peggiore rispetto allo scenario migliore. Se prevedi la possibilità di errori, ripetere le stesse informazioni due o tre volte fornisce sicuramente una correzione degli errori vantaggiosa. D'altra parte, se non presumi errori, le ripetizioni sono superflue. Sono convinto che è responsabilità del mittente rileggere la posta prima dell'invio, non del destinatario eseguire il controllo degli errori.
@Agent_L: Certamente, ma se il mittente non riesce a farlo, sarà comunque il destinatario a soffrirne.
@O.R.Mapper Abbiamo sviato troppo. 1) l'argomento spiega lo scopo dell'email. 2) Il destinatario può o meno rispondere e indagare sul problema, questa è la sua scelta e questo è il momento in cui ha scelto di soffrire. Non importa se la risposta è "hai dimenticato di allegare i compiti" o "perché mi hai inviato una mail vuota". Hai supposto che il destinatario debba aiutare a identificare il problema riscontrato dal mittente, non è così.
@Agent_L: La sofferenza è involontaria e deriva dal dover elaborare, riconoscere e respingere tutte le e-mail, le chiamate, le visite e quant'altro dello studente che chiede perché ha ottenuto 0 punti e insiste sul fatto che la loro presentazione fosse pronta in tempo.
@O.R.Mapper Ho già risposto a questo: puoi semplicemente rispondere "wtf?" a una mail wtf. Non è necessario indagare sui motivi per cui la posta è incomprensibile. So che le persone gentili tendono a sentirsi obbligate a farlo. Ma è la tua sensazione, niente di più.
@Agent_L: Se uno studente afferma che ho erroneamente ignorato la sua presentazione, allora non si tratta di una "mail wtf", ma di una lamentela possibilmente legittima, ed è mio dovere almeno indagare se tale accusa è vera. Questo non ha niente a che fare con il semplice "essere gentili". Questa indagine da sola può richiedere un multiplo dello sforzo richiesto per scorrere molti messaggi con pochissime righe di testo relativamente poco sorprendenti. Riassumendo: non si guadagna nulla chiedendo corpi di posta vuoti; qualsiasi guadagno percepito riducendo il testo da leggere è compensato dalla confusione suscitata da questa mancanza di informazioni.
Chiedere agli studenti di fornire un oggetto o un corpo dell'email come "Capitolo 4 compiti a casa, Fred Smith" è ragionevole. Se il presupposto è che i compiti saranno allegati, non c'è bisogno di dire "attaccato", ma va bene, se ti fa sentire meglio. Se è quello che vuole l'istruttore, dovrebbe dirlo agli studenti, e poi se non rispettano, ha ragionevoli motivi per dire "scusa, ma i tuoi compiti non sono stati presentati correttamente". Non dovrebbe semplicemente presumere che gli studenti sapranno esattamente come dovrebbero essere le loro e-mail se non lo dice. Ma in ogni caso, la lamentela qui non era che lui ...
... non sono riuscito a identificare le e-mail, ma che gli studenti non sono riusciti a augurargli una buona giornata. Tali convenevoli non fanno nulla per identificare l'incarico. Si distrarrebbero aggiungendo confusione. Ora deve esaminare le banalità per trovare il contenuto effettivo.
@Jay: OP non si lamentava del fatto che gli altri studenti non gli auguravano una buona giornata, ma piuttosto di non aver scritto nulla nella loro posta elettronica.
#4
+14
user2813274
2015-06-22 05:12:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Potresti essere più disponibile riguardo alle tue aspettative: se vuoi del testo, chiedilo. Avere una sottosezione sulla politica dei compiti a casa nel programma per spiegare che ogni e-mail deve contenere il nome completo dello studente, la classe di cui ti stanno inviando un'e-mail, la sezione, ecc. In modo che tu possa cercare i compiti quando vuoi votarli e che eventuali e-mail mancanti / prive di informazioni non saranno valutate e quindi gli studenti riceveranno uno zero sull'incarico.

_ Avere una sottosezione sulla politica dei compiti nel programma per spiegare che ogni e-mail deve contenere il nome completo dello studente, la classe di cui ti stanno inviando un'e-mail, la sezione, ecc. _ - Non dimenticare i desideri obbligatori per buon fine settimana! : ^)
Hahaha. questa è di gran lunga la migliore risposta. se gli insegnanti si aspettano qualcosa di insolito dai loro studenti, dovrebbero effettivamente specificarlo nel loro programma.
... e dato che "ordinario" è chiaramente soggettivo qui, direi semplicemente "se gli insegnanti si aspettano informazioni specifiche dovrebbero dichiararlo molto chiaramente e / o fornire un modello e / o esempi. Altrimenti tutti faranno la loro migliore ipotesi".
#5
+12
Taladris
2015-06-23 13:37:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non sono d'accordo con le altre risposte. "Ciao" e "grazie" sono banditi dai siti SE per motivi di efficienza, ma è tutt'altro che normale su Internet. Guarda ad esempio le prime domande dei nuovi arrivati.

Se il compito dovesse essere consegnato nel mio ufficio, sarei sconvolto se gli studenti aprissero la porta, facessero cadere il foglio sulla mia scrivania e se ne andassero senza una parola.

Perché le email dovrebbero essere diverse? La posta elettronica tra studenti e professori è un modo formale di comunicazione (quante domande su etica e protocollo per le email ai professori abbiamo su questo sito?) E la gentilezza (non superflua) non fa mai male.

Quanto a cosa rispondere agli studenti, dipende da te:

  1. Potresti ignorarlo
  2. Potresti dirglielo personalmente ha ritenuto che fosse una mancanza di cortesia e rispetto nei tuoi confronti.
  3. Potresti dire loro che, sebbene non intendessero essere scortesi e cercassero solo di risparmiare tempo, potrebbe ferirli nelle comunicazioni successive. Non spendere due minuti per essere educati e identificare chiaramente il loro lavoro (il nome del loro file potrebbe non essere chiaro come pensano - ricevo regolarmente compiti denominati "Math Homework" da "[email protected]") può essere interpretato come un mancanza di coinvolgimento nel progetto / classe.
"" Ciao "e" grazie "sono banditi dai siti SE per motivi di efficienza" - questa è solo metà della storia; l'altra metà è che SE è pensato per essere una raccolta di domande e risposte dirette al pubblico, non un forum di discussione con comunicazioni personali da un utente a un altro utente. Una e-mail, d'altra parte, * è * una comunicazione da un utente all'altro.
Come diresti agli studenti che pensi che sia scortese? "Penso che sia scortese da parte tua lasciare i compiti senza augurarmi un felice fine settimana." Solo per affermare che suona sciocco e meschino. E dopo? "A qualsiasi studente che non mi invia un biglietto di auguri di compleanno verrà assegnato un voto in mancanza"?
@Jay: Molto semplice e naturale: "Penso che sia scortese da parte tua lasciare i compiti senza dire una sola parola".
Se gli studenti lasciassero i compiti sulla tua scrivania alla fine della lezione, non lo considererei scortese se si avvicinassero tutti e facessero cadere i fogli in una pila senza dire nulla. Ti aspetteresti che ogni studente si fermasse a chattare? "Allora, come sta la tua famiglia? Spero che tu abbia una bella giornata", ecc? Se qualcuno è venuto nel tuo ufficio per lasciare i compiti e tu stavi parlando con qualcun altro, sarebbe scortese da parte sua interromperlo; Mi aspetto che lascino cadere il giornale e se ne vadano. Certo, se qualcuno venisse nel tuo ufficio e tu fossi seduto alla tua scrivania a valutare i compiti o altro, mi aspetto che lo studente ...
... dire qualcosa come "Sto solo lasciando i compiti, dottor Jones". Se tu non fossi lì e ci fosse una sorta di scatola per i documenti, non mi aspetterei che lo studente aggiungesse una nota, "Questo è il mio compito"? Beh, ovviamente, giusto? "Buona giornata"? Piuttosto superfluo.
Quando gli incarichi dovevano essere consegnati nel mio ufficio, lasciavo una busta appuntata sulla bacheca di sughero e mi aspettavo che le persone la lasciassero lì senza che io me ne accorgessi ... quindi il contrario di quello che hai descritto.
@Jay: La maggior parte dei tuoi esempi si basa su precondizioni artificiose che non sono state menzionate dall'OP ("tutti" gli studenti lasciano i compiti "alla fine della lezione"; studenti che vengono "nel tuo ufficio" mentre tu "parli con qualcun altro";. ..). L'unico che sembra corrispondere a ciò che descrive l'OP è "se qualcuno è venuto nel tuo ufficio e tu eri seduto alla tua scrivania", nel qual caso ammetti che sarebbe strano non dire nulla. ...
@Jay: ... (E detto questo, anche se A e B stanno parlando e C entra per lasciare i compiti, secondo me sarebbe molto naturale se A e C si scambiassero una rapida occhiata e annuissero (come per dire "I lascerò questo qui. "-" Grazie. ") piuttosto che A e C che si comportano come se l'altro non esistesse.)
@O.R.Mapper Assolutamente. Ma C non interrompe la conversazione tra A e B per dire: "Allora, come stai oggi? Hai passato un bel fine settimana?" ecc. prima di concludere: "Beh, sono passato solo per darti i compiti". Ma qual è l'equivalente di un cenno del capo e indicare un foglio in un'e-mail? Forse "compiti allegati"? Sarebbe tutto. L'esistenza dell'email è probabilmente un'indicazione sufficiente.
#6
+10
user1751825
2015-06-22 11:52:58 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Augurarti un buon fine settimana, anche se forse cortese, è anche superfluo. Tuttavia, posso capire perché potrebbero esserci motivi legittimi per desiderare qualcosa di significativo nel corpo e nell'oggetto dell'email, oltre all'allegato. Sarebbe utile per ordinare e archiviare le email, ad esempio, e anche le email vuote hanno maggiori probabilità di essere contrassegnate dai filtri antispam.

Ti suggerirei di chiarire agli studenti che hai bisogno di alcune informazioni di base nel oggetto e corpo dell'email, incluso il numero dello studente, il titolo del corso e del compito ecc. Tuttavia, i saluti e i saluti non dovrebbero essere necessari.

Se un allegato è stato danneggiato durante il trasporto, ad esempio, o si trovava in un tipo di documento inutilizzabile , avere i dati pertinenti di base nel corpo dell'email aiuterebbe a risolvere il problema.

#7
+7
n00b
2015-06-22 23:07:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Va ​​aggiunto che l'elaborazione automatizzata non è insolita ormai da giorni. Se mi viene chiesto di inviare un file specifico, con un formato specifico e un nome specifico, a un'e-mail specifica, non è inverosimile per me credere che ci sia uno script dall'altra parte che "elabora" l'allegato, ma ignora il corpo del messaggio (caricandolo da qualche parte o ordinandolo in una cartella per visualizzarlo in seguito). Anche qualcosa di semplice come l'impostazione delle regole di posta elettronica potrebbe far sì che il corpo venga ignorato fino a quando un essere umano non deve leggerle / valutarle. Pertanto, non è irragionevole per gli studenti rinunciare a formati di lettere formali in un mondo in cui molte cose sono comunque automatizzate.

Inoltre, anche se non ci fosse automazione, alcuni insegnanti potrebbero essere addestrati a vedere le e-mail con allegati come "compiti a casa" e ignorarli, fino a quando non li valutano effettivamente. Di conseguenza, se gli studenti includessero commenti o domande, rimarrebbero in gran parte senza risposta / ignorati e successivamente sarebbero addestrati a chiarire quando hanno domande / commenti e non includerli nell'e-mail `` allegato dei compiti '', poiché quelli non lo fanno ottenere risposte adeguate.

Detto questo, in questo caso la maggior parte degli studenti probabilmente pensa che il nome del file sia abbastanza adeguato per indicarne il contenuto. Cioè se il titolo dice "Homework_Assignment_4 - Michael_Jones" non sono necessarie altre spiegazioni.

#8
+6
Christos Hayward
2015-06-26 00:14:25 UTC
view on stackexchange narkive permalink

C'è una vecchia massima degli amministratori di sistema: " Sii prudente in ciò che generi e liberale in ciò che accetti. "

Potrebbe essere opportuno aggiungere alcune note educate , ma dovrebbe essere tollerato anche il solo invio dei compiti richiesti.

Ora sto lavorando a un libro tecnico e il mio editore ha stabilito alcune aspettative riguardo all'email, incluso il fatto che gli argomenti dell'email saranno piuttosto stereotipati (con una stringa identificativa per il mio titolo specifico, un numero di capitolo, un numero di revisione se appropriato e "WIP" se devo inviare un lavoro in corso). E sia loro che io cerchiamo di aggiungere qualche parola di cortesia, ma questa non è un'aspettativa formale.

Penso che sia bello che gli studenti ti augurino un felice fine settimana, ma se il tuo problema più grande con la tua classe è che uno studente ti stia mandando via email i compiti senza sottigliezze, stai andando bene.

Andare un po 'fuori tema qui, ma [il principio di Postel] (https://en.wikipedia.org/wiki/Robustness_principle) può effettivamente essere un'idea terribile e la causa di molti problemi quando si tratta di standard: si ottengono due implementazioni tollerando le proprie deviazioni dalla specifica, un altro lo implementa rigorosamente, ma non funziona e deve indovinare cosa fare in tutti i possibili casi sbagliati inviati dalle altre implementazioni.
#9
+4
Greg
2015-06-23 11:36:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sicuramente questo gruppo ha più buon senso e familiarità con l'uso dell'email rispetto alla maggior parte dei tuoi studenti.

Prima di tutto, se hai una preferenza per un dato formato, le informazioni incluse nella riga dell'oggetto o nel testo, dovresti dirlo. Gli studenti provengono da luoghi diversi, non possono semplicemente capire le tue aspettative o preferenze.

In secondo luogo, le email non sono lettere. Il modo comune di e-mail professionali è simile a come lo utilizzava il suddetto gruppo: breve, contiene solo le informazioni necessarie. La maggior parte dei testi sulla scrittura professionale scoraggia chiaramente tutti i tipi di "Caro XY", "Cordiali saluti" e simili. Ti auguro un buon fine settimana di prove che l'attaccamento è un attaccamento, e in effetti è ciò che ritieni piuttosto inutile.

Ovviamente puoi avere un gusto personale diverso e puoi chiedere ai tuoi studenti di accogliere, ma non aspettarti che le tue regole siano universali o conosciute automaticamente da tutti.

Per rispondere ai commenti:

In effetti, i messaggi vuoti sono un po 'estremi. Tuttavia, il formato finale per l'invio di un incarico è un promemoria e i promemoria non contengono saluti, saluti o "cordiali saluti" superflui, "il tuo cane è felice?" ecc. o firma. In altre parole, i memo non contengono nulla di cui OP manca esplicitamente.

Se uno ha altre preferenze, è libero di scrivere una linea guida o di comunicarla. Ad esempio una pagina come questa: http://faculty.mccombs.utexas.edu/kristie.loescher/assignments/memotips.htm

Commenta lungo la linea con la risposta di Nate, e usando il suo esempio:

Tanto per amore, immagina un compito simile su carta. Ti aspetti una lettera stampata del tipo "Se fosse un compito a casa, nessuno si aspetterebbe un'introduzione prolungata con" Caro signore, come è stato il tuo fine settimana? Spero che tu stia bene e che ti piaccia il cinguettio degli uccelli della primavera. Permettetemi di presentarvi la mia soluzione per il primo problema che ci avete chiesto di risolvere: "con un grande" In caso di domande non esitate a contattarmi. Cordiali saluti, (enorme, firma scritta a mano) "alla fine? Disapproveresti gli studenti che stanno elencando solo le risposte, nessun saluto, nessun saluto come comportamento non professionale e scortese perché non seguono i formati standard delle lettere (o quello che pensi standard )?

Downvoted per l'affermazione generale "In secondo luogo, le e-mail non sono lettere". In generale, le e-mail * sono * (l'equivalente digitale di) lettere. Le differenze sono il mezzo e la modalità di trasferimento, non il modo in cui li riempiamo di contenuto. Ora, è concepibile che in alcune culture su questo pianeta, modi specifici adattati a contesti particolari abbiano sostituito localmente il modo generale di scrivere lettere, ma poi, questo deve essere specificato.
-1. Secondo la mia opinione ed esperienza, un'e-mail che dice "Caro X, ecco i compiti a casa N. Saluti, Y" sarebbe considerata, semmai, * più * professionale di un'e-mail vuota. Certo, questa cortesia potrebbe essere saltata in alcuni posti di lavoro per motivi di efficienza, ma dire che non è professionale e manca di buon senso per includerla mi sembra bizzarro.
Le linee guida a cui ti colleghi ti suggeriscono di iniziare le e-mail con un saluto e terminarle con una cortese riga di chiusura e il tuo nome. Non riesco a vedere alcuna indicazione che le e-mail debbano essere scritte come "promemoria" (anche in culture e contesti in cui esiste quest'ultimo tipo specifico di documento).
@O.R.Mapper La linea guida è un esempio per OP se vuole comunicare meglio ciò che gli piace. Non ho detto che sia una linea guida autorevole su un determinato genere, o che supporti la mia opinione su quelle che sono le migliori pratiche.
@O.R.Mapper Penso che intendesse "Le e-mail non sono lettere PERSONALI". Sì, se scrivo una lettera - o un'e-mail - alla mia ragazza, potrei dire cose come "come è andato il tuo weekend" e "ieri sera avevi un aspetto molto sexy con quel vestito verde". È improbabile che dica cose del genere in una comunicazione al mio capo.
@Jay: Dove l'OP ha suggerito agli studenti di complimentarsi con loro per un vestito verde? Oltre a questo, sono * estremamente * propenso a dire "Buon fine settimana" al mio capo (oa qualsiasi altro collega con cui sono in contatto brevemente prima del fine settimana, se è per questo). Allora, qual è il tuo punto?
@O.R.Mapper Ha detto di essere arrabbiato perché gli studenti non gli hanno augurato un felice fine settimana o saluti simili. Quello che volevo dire era che tali saluti sono regolarmente inclusi nelle lettere personali, ma non nelle comunicazioni aziendali. Certo, potresti salutare un collega che incontri di persona, ma - almeno nella mia esperienza - è MOLTO raro che un promemoria aziendale includa saluti o auguri. Arrivano solo alla questione in questione. La parte del vestito verde era un'iperbole, ovviamente.
#10
  0
Jay
2015-06-23 23:21:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se nell'email sono presenti alcune informazioni per identificarle correttamente o altrimenti per aiutarti a ordinare le email, dovresti dire agli studenti di cosa si tratta. Come sarebbe ragionevole dire che la riga dell'oggetto o il corpo dell'email dovrebbe specificare il titolo della classe, il nome dello studente e un'identificazione del compito, forse qualcosa come "Domande del capitolo 4". Posso certamente dire che lo desideri in un formato standard specificato, in modo da poter ordinare rapidamente le email e capire cosa è cosa.

Ma lamentarsi del fatto che non ti hanno augurato un felice fine settimana ... Suppongo sia carino se insegnante e studenti sono in rapporti amichevoli e si scambiano tali saluti, ma se non lo fanno, e allora? I tuoi sentimenti sono profondamente feriti perché uno studente non ha detto "Buon fine settimana, signor M" mentre usciva dalla porta? Se è così, penso che tu abbia davvero bisogno di superarlo.

Sarebbe gravemente ingiusto penalizzare gli studenti per non essere all'altezza di un'aspettativa che non hai mai dichiarato.

"Ma lamentarsi del fatto che non ti hanno augurato un felice fine settimana" - Non è ciò che è affermato nella domanda. Lì posso trovare l'augurio di un buon fine settimana solo come un vero esempio di e-mail non vuota, non come un requisito concreto. @MM potrebbe voler chiarire, tuttavia, se ciò si intende effettivamente o meno.
@O.R.Mapper ovviamente non voglio dire che salutarmi sia un requisito concreto. Quello che voglio dire è esattamente come hai spiegato: ".... augurando un buon fine settimana come esempio concreto di una e-mail non vuota lì, non come requisito concreto".
Va bene, non necessariamente "buon fine settimana". Cosa poi? Come ho detto, se c'è qualche domanda sull'identificazione dell'assegnazione dell'allegato, certo. Ma sembra che tu stia dicendo che chiedi agli studenti di dire, non necessariamente "buon fine settimana", ma qualche "saluto educato", giusto? Forse "spero che tu stia bene" o "come sta la tua famiglia". Non so dove vivi, forse la tua cultura è diversa. Ma qui negli Stati Uniti, le comunicazioni commerciali ed educative normalmente non includono tali convenevoli a meno che le persone non si conoscano effettivamente e siano amiche.
#11
  0
user83564
2018-01-12 04:51:57 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il comportamento è assolutamente OK. L'attaccamento è ciò che conta, soprattutto se lo studente ti è già stato presentato. Se non riesci a identificare lo studente, chiedigli semplicemente di fornire il suo "ID studente" insieme ai compiti. Se fossi lo studente e qualcuno mi chiedesse di formulare correttamente l'email, sarebbe simile a questo:

Gentile signor MM, stimatissimo selezionatore,

Oggi, anno 2018 a.C., mese di gennaio, giorno 11, ti allego i compiti. È un file ZIP. Il contenuto dello zip è costituito da un unico file (da non confondere con il file zip stesso) chiamato homework.java. Apri questo file nel tuo editor preferito. Questo file, sebbene memorizzato come UTF-8, è stato digitato con cura in modo che contenga solo lettere latine e simboli ASCII. Il file è stato anche sottoposto a scansione antivirus.

Rivedi i miei compiti il ​​prima possibile. Qualsiasi feedback è benvenuto.

Cordiali saluti, io, lo studente

#12
-2
Alex
2015-06-22 16:26:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il nostro mondo è una "cosa comportamentale" Stiamo tutti diventando le ragioni di un comportamento. Non possiamo dire con certezza quale comportamento o quali eventi abbiano portato a una tale situazione con i tuoi studenti e potrebbe essere il risultato di questioni precedenti, che non dipendono nemmeno da te. Comunque, ce l'hai e vuoi cambiarlo. Soluzione molto semplice: puoi dire ai tuoi studenti che i filtri Internet della tua posta elettronica non ti consentono di ricevere e-mail vuote, così come e-mail con contenuti scortesi. Dopodiché, puoi iniziare a controllare solo quelli che non sono vuoti e quelli che non hanno contenuti maleducati. Credimi, il loro comportamento cambierà molto rapidamente. Cheerz

Non dovresti mentire ai tuoi studenti. E sarà incredibilmente ovvio che lo sei se questa email viene inviata in risposta all'email * che * hanno inviato.
Non è una bugia soprattutto se si configura il filtro della posta
È una bugia, perché il professore chiaramente * ha * ricevuto l'email. Inoltre, non dovresti comunque cercare di "modellare" il comportamento dei tuoi studenti attraverso la manipolazione duplicata. E non dovresti assolutamente rifiutare l'invio di un progetto solo perché non ha nulla nel corpo dell'email. * Soprattutto * un progetto di gruppo, che penalizzerebbe tutti gli altri studenti di quel gruppo, non solo l'individuo che lo ha presentato.
@Zibbobz per i progetti di gruppo, mi aspetto che tutti i membri del gruppo debbano essere CCed nella sottomissione, in modo tale che se un membro non riceve la versione CCed, non presume nulla e invia la propria.
Questo è ciò che chiamo morale flessibile. Devo dire che sono un po 'impressionato: non molte persone ammetterebbero pubblicamente di mentire ai propri studenti solo per ottenere qualsiasi cambiamento comportamentale superfluo che desiderano.
Non avrei alcun problema se un professore dicesse che volevano che tutte le e-mail avessero una riga dell'oggetto. Non avrei alcun rispetto per un professore che mi ha palesemente mentito piuttosto che semplicemente affermare ciò che voleva.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...