Domanda:
Opportunità di dedicare la mia tesi a un matematico ebreo morto in un campo di concentramento
user81365
2017-10-15 19:13:24 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sono uno studente musulmano in un paese non arabo. Sarebbe indesiderato / inappropriato per me dedicare la mia tesi sulla teoria di Tauber ad Alfred Tauber, e più in generale a tutti quei matematici ebrei che morirono nei campi di concentramento nazisti durante la seconda guerra mondiale? Ho pensato che sarebbe stata una bella opportunità per ricordare il fatto che così tante persone il cui lavoro oggi apprezziamo sono state colpite. Sono stato molto rattristato nell'apprendere del destino di A. Tauber e volevo fare qualcosa al riguardo. D'altra parte, una tesi di matematica potrebbe non essere il posto giusto per "confrontarsi" in questo modo.

I commenti non sono per discussioni estese;questa conversazione è stata [spostata in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/67189/discussion-on-question-by-ibrahim-appropriateness-of-dedicating-my-thesis-to-a-j).
Tredici risposte:
#1
+216
Stella Biderman
2017-10-15 22:25:28 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La risposta di Aeismail è azzeccata: a chi scegli di dedicarla dipende interamente da te (modulo opportunità politica). Ho letto tesi dedicate ai martiri e ho letto tesi dedicate ai gatti. Fai quello che ti senti spinto a fare. Vedi le risposte qui per qualche discussione.

Per quanto riguarda il modo in cui sarebbe accolto dalla comunità ebraica e dai matematici ebrei, sono certo che la risposta sia "estremamente buona", basata le mie esperienze e conversazioni su omaggi simili. A livello personale, come matematico ebreo e discendente di sopravvissuti, troverei questo incredibilmente significativo da imbattersi e molto probabilmente sarei commosso fino alle lacrime da una dedica ben scritta su queste linee.

Un consiglio sulla scrittura la dedica: un errore comune che fanno le persone che scrivono sull'Olocausto è quello di dipingerlo come "inimmaginabile" o "senza precedenti". Sebbene sia di gran lunga il più grande genocidio in termini di numero totale di persone uccise (6 milioni di ebrei, 5 milioni di altri include polacchi, disabili e omosessuali) che di solito mi irrita. L'Olocausto è senza dubbio l'esempio più socialmente importante, ma sicuramente non solo, di persecuzioni degli ebrei o di genocidio nel suo insieme. Non è nemmeno il genocidio più recente o "ultimo" (vedo che la gente usa questo termine), né il nazismo è scomparso. Oggi c'è un genocidio in Myanmar contro il popolo Rohingya e in Iraq contro gli yazidi. Oggi i neonazisti marciano apertamente in Virginia, negli Stati Uniti, prendendo di mira gli ebrei nei loro canti e agitando la svastica. Questi fatti sono cose di cui le persone tendono a non essere consapevoli, quindi le persone a volte possono togliere accidentalmente i loro tributi con parole inesatte o sprezzanti.

Penso che una dedica a Tauber e agli altri che sono stati assassinati sarebbe adorabile , ma attenzione a riflettere attentamente sulla formulazione per evitare di minimizzare o ignorare accidentalmente i fatti di cui sopra.

Un paio di persone sembrano aver perso il fatto che esiste una connessione diretta tra Tauber e il tuo lavoro. Per affermare esplicitamente che per chiunque stia leggendo questo: il campo che è l'argomento della dissertazione è noto come "Teoria di Tauber" e (presumibilmente) il lavoro di Tauber è stato fondamentale e centrale per il campo e la dissertazione.

I commenti non sono per discussioni estese;questa conversazione è stata [spostata in chat] (http://chat.stackexchange.com/rooms/67225/discussion-on-answer-by-stella-biderman-appropriateness-of-dedicating-my-thesis).
Si noti che [l'unicità dell'Olocausto] (http://www.jewishvirtuallibrary.org/what-makes-the-holocaust-unique) è un argomento alquanto delicato;Probabilmente farai incazzare alcune persone che affermano che è stato solo uno dei grandi genocidi, e far incazzare altri dicendo che è unico.(Anche se probabilmente nessuna di quelle persone legge tesi di matematica.)
Può valere la pena notare che molti dei matematici che perirono nell'olocausto non morirono nei campi di concentramento, [Felix Hausdorff] (https://en.wikipedia.org/wiki/Felix_Hausdorff) è l'esempio più importante.
@Mathmo123, sì, Hausdorff si aspettava di essere mandato in un "campo" e invece si è suicidato.Forse sarebbe meglio dire più direttamente "ucciso dai nazisti" come un ombrello preciso.
#2
+61
aeismail
2017-10-15 20:54:29 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La scelta di riconoscere i tuoi ringraziamenti dipende da te. Se vuoi dedicarlo alla memoria di qualcuno, è tutta una tua scelta. Se sei preoccupato per il contraccolpo politico, potresti sottoporre la tesi al revisore senza la dedica e i ringraziamenti e poi aggiungerli alla fine.

#3
+41
Andrei Rotenstein
2017-10-16 09:00:27 UTC
view on stackexchange narkive permalink

una tesi di matematica potrebbe non essere il posto giusto per "confrontarsi" in questo modo.

No, non sono d'accordo. Ci sono pochi modi nel mondo accademico per attirare l'attenzione su questo crimine più potente della sezione dei riconoscimenti della tua tesi. Spero che tu scelga di farlo!

Inoltre, per parlare di un'altra parte del tuo commento. . .

Sono uno studente musulmano in un paese non arabo. Sarebbe indesiderato / inappropriato per me. . . .

Il fatto che tu sia musulmano non toglie nulla a questo in alcun modo. Politicamente, per le comunità ebraiche, il fatto che tu sia musulmano aggiungerebbe solo più potere al tuo riconoscimento.

Credi sinceramente che l'Olocausto abbia bisogno di più attenzione?Non è una parte sconosciuta della storia.
Dati gli eventi recenti, come il trattamento dei popoli curdo, rohingya e yazidi, penso che aumentare la consapevolezza di eventi orribili come l'Olocausto che possono verificarsi quando le persone non si accorgono di ciò che sta accadendo intorno a loro possa essere solo una buona cosa, in particolare in un'epoca di relativa desensibilizzazione all'attualità.
Il 54% delle persone nel mondo ha sentito parlare dell'olocausto e il 32% delle persone pensa che sia un mito o che sia molto esagerato.Tra le persone di età compresa tra 18 e 34 anni questi numeri sono rispettivamente del 48% e del 39%.Quindi sì, penso che l'Olocausto abbia bisogno di più attenzione.http://global100.adl.org/info/holocaust_info
Non capisco la prima cosa che dici.Prima non sei d'accordo sul fatto che la tesi non sia un posto per farlo, poi dici che ci sono altri modi più potenti per attirare l'attenzione rispetto alla tesi.Presumo che ti manchi la parola "ma", è corretto?
Inoltre, è davvero che ci sono altri metodi per attirare l'attenzione degli altri su un problema, ma ha anche bisogno di contesti appropriati.OP potrebbe non essere un attivista, potrebbe non essere adatto a fare politica.E se i principali "obiettivi" di OP sono i matematici, allora qual è il posto più adatto per "protestare", se non sui giornali?
@Ooker Forse hai letto male, ma nel caso questa sia una questione di linguaggio: se dici "ci sono pochi cibi che mi piacciono di più del gelato", significa essenzialmente "mi piace molto il gelato".Questo è un po 'un capriccio del linguaggio, dal momento che se dici "ci sono ** pochi ** cibi che mi piacciono di più del gelato" ha un significato simile alla tua interpretazione, più come: "il gelato è buono,Ma possiamo fare di meglio".
[email protected], Stavo solo dicendo che la tua sezione di riconoscimento è davvero un ottimo modo per raccontare alla gente quale crimine è accaduto a questo meraviglioso matematico.Stavo anche dicendo che la tua identità religiosa non è assolutamente un problema.
#4
+32
Pete L. Clark
2017-10-16 21:02:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Molte persone sembrano non rendersi conto che i riconoscimenti sono più spesso inseriti nella tesi dopo che il comitato l'ha letta e firmata. Da un lato ciò è giustificato perché non fanno parte del contenuto intellettuale della tesi, e infatti il ​​comitato non dovrebbe essere influenzato dai riconoscimenti in entrambi i modi. D'altra parte, questo ha un buon senso pratico perché i ringraziamenti più comunemente contengono ringraziamenti ed elogi per il relatore della tesi, ed è meglio se il relatore della tesi non lo vede fino a dopo aver letto e approvato la tesi. Alla luce di ciò, non concordo con fervore sul fatto che il PO stia maturando un rischio non trascurabile che l'apposizione di questo riconoscimento metta a repentaglio l'esito della presentazione o difesa della sua tesi.

Ma più di questo, non sono assolutamente d'accordo con l'idea che il PO sarebbe necessariamente sbagliato incorrere in un rischio non trascurabile per la sua carriera accademica parlando di qualcosa in cui crede. Vergogna a tutti coloro che hanno suggerito o implicava che l'OP potrebbe non sapere dove potrebbero mentire i negazionisti dell'Olocausto / antisemiti / anti-israeliani di sinistra e quindi dovrebbe comportarsi come se qualcuno potesse potenzialmente essere una persona del genere. Questo è esattamente sbagliato .

Ho condotto la mia vita professionale in aperto sostegno di coloro che provano sentimenti per i loro simili, anche / soprattutto coloro che provengono da background diversi dal proprio. Questo ha funzionato bene per me, ma se avesse funzionato male sarebbe stato ancora più importante.

Sii il cambiamento che desideri vedere nel mondo. - Mahatma Gandhi

Incoraggio l'OP ad essere un pico-Gandhi avendo il coraggio di onorare le persone che vuole onorare nei suoi riconoscimenti di tesi. Forse questo servirà da esempio in particolare a coloro che lo hanno sconsigliato qui.

Gandhi fu assassinato ...
@PatrickT sembra che tu abbia completamente perso il punto di questa risposta.
#5
+11
moz206
2017-10-16 20:27:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Direi che una tale dedica è appropriata: serve a commemorare una grande persona che ha portato avanti lo studio della matematica in modo significativo ed è stata uccisa da un regime oppressivo a causa del suo background etnico. Sarebbe simile a una pubblicazione di informatica dedicata ad Alan Turing, il padre dell'informatica moderna, oppresso per essere gay nell'Inghilterra degli anni '40. Non è una dedica eccezionalmente controversa quanto quella che riconosce il passato del nostro campo e il progresso dell'umanità di fronte alle avversità. Non esiterei a dedicare un documento pubblicato a una figura storica significativa che ha influenzato l'intero campo dietro il mio lavoro, indipendentemente dal loro background religioso o etnico. Questa è la tua tesi, tuttavia, quindi è in definitiva il tuo giudizio.

#6
+8
user80454
2017-10-16 18:44:49 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una tesi è, tra le altre chicche, un pezzo di letteratura. Includerei anche osservazioni storiche in esso, allo scopo di educare il lettore. Nella sezione storica, vorrei approfondire il destino dei matematici coinvolti. Ciò renderebbe la tesi interessante da leggere anche per i non matematici. In particolare, parlerei di Alfred Tauber lì tanto o poco quanto vorrei - e renderei questa sezione accattivante. Sì, menzionerei sicuramente le circostanze della sua morte. Una dedica al Sig. Tauber può o meno essere inclusa secondo il tuo desiderio, ma se la includi, aumenterà sicuramente la qualità letteraria della tua scrittura.

Il fatto che tu sia musulmano in un il paese non arabo è irrilevante. Essere musulmano riguarda le tue convinzioni personali e il tuo modo molto personale di pensare, comportarti e vivere, e non ha nulla a che fare con la matematica e la storia dell'Olocausto, in particolare, del signor Tauber. La morte del signor Tauber in un campo di concentramento, le sofferenze mondiali della diaspora ebraica e, infine, l'Olocausto sono pagine vergognose e orribili della storia dell'umanità scritte con il sangue. Il mondo dovrebbe essere consapevole di loro ed è dovere di tutti conoscerli e imparare da loro. La Germania ha già imparato e verrà il momento in cui anche gli altri paesi dovranno imparare. "Non mandare mai a sapere per chi suona la campana ..." Ma, a prescindere da questa vergogna per noi, la vita personale del signor Tauber, nel suo nucleo, è non direttamente correlata alla tua tesi, a te personalmente, o alla tua religione.

#7
+6
BrainResearcher
2017-10-16 13:16:10 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In qualità di ricercatore ebreo nello stato ebraico, sono stato profondamente toccato dal tuo post. Sono d'accordo con le risposte precedenti che puoi fare questo riconoscimento. Ma allo stesso tempo, potrebbe davvero danneggiarti, come ha detto Arthur Tarasov. Probabilmente puoi dedicare una dedica più generale a tutti i matematici uccisi o repressi innocentemente (o scienziati, in generale). Alla fine, potrebbe non essere così diverso se uno scienziato (o qualunque persona) sia morto nel campo di concentramento di Hitler, giustiziato dal regime di Stalin (come ad esempio Matvei Bronstein o sia stato perseguito a causa del suo omosessualità come Alan Turing.

Il punto è che la tesi riguarda la teoria di Tauber e Alfred Tauber è morto in un campo di concentramento.Dedicare la tesi ad Alfred Tauber e a tutti gli altri matematici che sono stati uccisi innocentemente mi suona come se stessi cercando di evitare di menzionare il fatto che il regime di Hitler lo ha ucciso perché era ebreo.Personalmente lo troverei offensivo e sospetto che sia più probabile che sia dannoso rispetto alla dedizione originariamente proposta dal PO.(Sebbene, in generale, entrambe le dediche avrebbero probabilmente un impatto minimo sulla carriera del PO.)
@PeterShor: BrainResearcher offre una soluzione se l'OP è eccessivamente preoccupato per la ricezione di una tesi dedicata a un matematico ebreo nel mondo arabo.Anche se questo non dovrebbe essere un problema, posso certamente attestare per esperienza personale che molti arabi anziani hanno forti pregiudizi quando si tratta di ebrei.
L'OP vive in un paese NON ARABO.
#8
+3
user3209815
2017-10-16 15:00:02 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Devi fare attenzione quando scrivi dichiarazioni personali in lavori pubblici. Questi includono dediche, riconoscimenti, persino immagini di copertina in alcuni casi. Questo è da intendersi come un consiglio generale, senza le implicazioni politiche di cui altre risposte hanno già discusso.

Dovresti sempre chiederti "Qual è il messaggio che voglio trasmettere?" e "Cosa ottengo trasmettendo il mio messaggio in questo modo particolare?".

Va ​​bene preoccuparsi delle cause o essere toccati dal destino delle persone. La maggior parte delle persone sarà d'accordo con la tua dedizione. Pochi non lo faranno. E alcuni, e questa è la categoria più importante, metteranno in dubbio le tue intenzioni dietro, indipendentemente da come si sentono nei confronti della tua dichiarazione. (Stai cercando di ottenere favori con il comitato? Stai cercando di promuovere le tue opinioni politiche attraverso la tua pubblicazione scientifica? Sei un provocatore? Ecc.)

Il punto è che affermazioni forti nel lavoro in cui la scienza è l'attenzione non raccoglie benefici dagli effetti positivi, ma può causare danni se vista negativamente. Il tuo obiettivo finale è far approvare la tua tesi e laurearti. Le persone favorevolmente inclini alla tua affermazione non ti daranno "punti bonus" per questo, cioè ti lasceranno diplomarsi se altrimenti avresti fallito. Ma le persone che sono inclini negativamente, potrebbero essere abbastanza prevenute da causarti problemi. La cosa peggiore qui è che probabilmente nessuno esprimerà direttamente il proprio disaccordo con la tua dedizione, ma mostrerà il proprio pregiudizio in altri modi. Pertanto, ti metti in una posizione in cui potresti valutare ogni critica sia che si tratti di un'osservazione valida sul tuo lavoro o solo di una reazione psicologica alla tua dedizione.

Pertanto, sconsiglierei sempre affermazioni forti non correlate a il lavoro. Le tue opinioni sono migliori ed espresse in modo più professionale (e destinate a raggiungere un pubblico più ampio) se incluse nelle tue monografie o post di blog, ad esempio, al contrario di tesi o articoli.

Questo caso sembra così incontrovertibile.Le uniche persone che dovrebbero essere contrarie sono i negazionisti dell'olocausto, e probabilmente non ci dispiace non assecondarli.
@YuvalFilmus probabilmente ti dispiacerebbe molto se una persona del genere fosse nella posizione di influenzare in modo significativo la tua carriera.Tieni presente che la maggior parte dei negazionisti dell'Olocausto non difende pubblicamente la propria posizione e quindi OP si troverebbe ad affrontare un bullismo letterale silenzioso, dove altrimenti non si verificherebbero problemi.Sono d'accordo che questo è sbagliato, non etico e molto di più, ma puoi dire che è impossibile?Qual è il vantaggio di OP che compensa il rischio potenziale?
"Stai cercando di promuovere le tue opinioni politiche attraverso la tua pubblicazione scientifica? Sei un provocatore?"Perché Dio non voglia che promuoviamo l'agenda ebraica di riconoscere l'esistenza della storia.Sarebbe inaccettabile.
"Qual è il vantaggio di OP che compensa il rischio potenziale?"Fare una buona azione, non cancellare l'omicidio di massa, riconoscere il terribile tragico destino che è stato imposto all'uomo che ha fondato il campo dell'OP, potenzialmente istruire il pugno di persone che hanno letto la tesi ...?Nessuno di questi risuona con te?Sembra che qualcosa del genere risuoni con l'OP.
@StellaBiderman Ogni cosa ha il suo tempo e il suo luogo."Far avanzare l'agenda ebraica" difficilmente è appropriato per una tesi matematica.
Sembra che tu abbia completamente perso il punto del mio commento, che è che fingere che il riconoscimento dell'olocausto faccia parte di un '"agenda ebraica" è fondamentalmente sbagliato e antisemita.Riconoscere il fatto che un terzo della mia gente è stato assassinato in 6 anni mentre il resto del mondo ha scelto attivamente di non fare nulla è il minimo che puoi fare, da un punto di vista morale, per affrontare l'orribile tragedia.
@StellaBiderman Non nego la tragedia che ha colpito il popolo ebraico (e in effetti molti altri popoli) durante la seconda guerra mondiale o qualsiasi precedente pogrom.Vengo dall'Europa, tutti i nostri antenati qui hanno vissuto la carneficina della seconda guerra mondiale (la mia bisnonna è stata giustiziata nel 1943 in pieno giorno da una pattuglia nazista, senza processo o incarcerazione, e non era ebrea), quindiNon riesco davvero a capire che negarlo sia considerato un argomento serio.Tuttavia, resto fedele alla mia affermazione sui contenuti appropriati di una tesi.
#9
+2
FooBar
2017-10-16 16:56:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

È importante che tu ti concentri sulla sua morte? Io (personalmente) preferirei essere ricordato per quello che ho ottenuto e non per quello che mi è stato fatto. Quindi piuttosto "Era un grande matematico e la sua ricerca ha influenzato centinaia di matematici nei decenni successivi".

Si spera che tu (personalmente) non verrai ucciso in un campo di concentramento a causa dell'appartenenza al gruppo etnico sbagliato.
Ho cercato di mettere in chiaro che non mi interessa o che voglio cancellarlo.Ho solo proposto di ricordarlo per quello che ha ottenuto, per come ha vissuto la sua vita e per come ha influenzato le generazioni successive e non è stato qualcun altro a farlo.
#10
+1
Chris Johns
2017-10-20 03:57:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Penso che l'idea alla base di tutto ciò sia eccellente e altamente lodevole.

L'unico problema possibile è che una pubblicazione accademica dovrebbe essere puramente accademica e libera da qualsiasi posizione politica o morale personale (al contrario di quella etica).

Con questo in mente penso che forse sarebbe meglio limitare i riconoscimenti a quelli che hanno avuto un'influenza diretta sul tuo articolo, poiché la pubblicazione accademica non è davvero il forum appropriato per esprimere le tue opinioni personali, non importa come moralmente giustificato.

Detto questo, ti incoraggerei sicuramente a fare tutto il possibile per promuovere il valore della scienza, della ragione e del discorso umanista (in senso generale) al di sopra delle differenze razziali, nazionali e religiose in altri forum.

Ma poi di nuovo è difficile vedere come una dedica personale, che è ovviamente separata dai riconoscimenti accademici come prefazione al documento, sarebbe una brutta cosa. La chiave è essere chiari che è separato dal lavoro accademico stesso.

#11
  0
Ben
2018-03-14 10:59:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Gli studenti hanno ampio spazio nei loro riconoscimenti per dedicare la loro dissertazione a chi desiderano. È improbabile che la tua proposta di dedica sia anche leggermente controversa; una domanda molto più interessante è se si incorrerebbe in una reazione negativa dedicando una tesi a un matematico dall'altra parte di questo evento storico (ad esempio, Ludwig Bieberbach), ma anche qui un riconoscimento non dovrebbe essere un problema, e un revisore professionista ignorerebbe il tuo riconoscimento nel valutare i meriti del tuo lavoro accademico.

Dato l'argomento della tua tesi, ha perfettamente senso che tu possa dedicare la tua tesi ad Alfred Tauber, poiché è il capostipite del campo oggetto di quella tesi. Ha anche senso menzionare la sua scomparsa, e non è affatto irragionevole menzionare altri matematici che hanno condiviso il suo destino. L'unico possibile negativo è la decisione di includere altri matematici ebrei uccisi nell'Olocausto, ma escludere altri matematici non ebrei uccisi sotto altri regimi, ma anche qui, questo è un diretto derivato del riconoscimento di ciò che è accaduto a Tauber. Ci vorrebbe una persona molto tendenziosa per essere offesa da questo.

#12
-9
Aksakal almost surely binary
2017-10-18 18:19:22 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se la tua tesi è sulla teoria di Tauber, sarebbe appropriato dedicarla a un uomo, purché non lo fai per motivi politici. Tuttavia, sembra che almeno in parte lo facciate per ragioni politiche. Rimuoverei tutto ciò che non è matematica dalla tua dichiarazione di dedica. Una semplice frase andrebbe bene "Dedico questo lavoro a Tauber".

Dove ti è venuta l'idea che l'OP abbia motivazioni politiche?Spiega per favore.
#13
-10
nick012000
2017-10-16 18:17:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sei musulmano? Lo eviterei sicuramente. Anche se non fossi musulmano, ti direi di evitarlo a causa di quanto sia delicato un argomento a meno che la persona in questione non fosse direttamente correlata al lavoro che hai svolto, o tu personalmente non fossi direttamente correlato a loro , ma quando si aggiungono le tensioni in corso tra Israele e gran parte del resto del Medio Oriente, c'è un rischio troppo grande che possa sembrare deriso o gongolante.

Inoltre, anche se riesci a evitare di cadere in quella trappola aggiuntiva, c'è abbastanza sentimento antisemita tra i tipi di attivisti politici di sinistra comuni nei campus universitari (ad esempio il movimento per il boicottaggio, il disinvestimento e le sanzioni) che consiglierei di non farvi riferimento affatto, anche in una luce positiva; non sai mai se una delle persone che segnano il tuo foglio è una di quelle persone a cui davvero, davvero non piace Israele.

Non vedo come essere un musulmano piuttosto che, diciamo, cristiano, buddista, indù o non religioso, faccia la differenza.
A causa delle continue tensioni etniche tra i loro due popoli e di come questo possa influenzare l'interpretazione che le persone potrebbero fare di cose come questa.
Non credo che l'Olocausto sia un argomento "delicato".Non è affatto "permaloso".È una grande tragedia, sì.I soggetti "permalosi" sono argomenti che sono, ad esempio, controversi, ecc. Diresti che "l'uragano Irma" è un argomento "delicato"?Ti opporresti a dedicare una tesi a persone gay che sono state assassinate in uno specifico crimine d'odio contro i gay?
Tuttavia, sono d'accordo sugli attivisti di estrema sinistra.
"a meno che la persona in questione non fosse direttamente correlata al lavoro che hai svolto, o tu personalmente non fossi direttamente imparentata con loro".L'OP afferma specificamente che il campo in cui lavorano prende il nome dall'uomo a cui desiderano dedicare la tesi.E l'idea che qualcuno possa scrivere sull'olocausto e in realtà * accidentalmente * sembrare gongolante mi confonde davvero.Sicuramente ci sono modi sempre meno delicati o storicamente accurati per scrivere sulle tragedie, ma ** gongolare **?Puoi fare un esempio di qualcosa che potrebbe essere inteso come un tributo ma gongola accidentalmente?
"Sei musulmano? Lo eviterei sicuramente."Nel consigliare al PO come trattare con persone ipotetiche che potrebbero discriminarlo a causa delle sue opinioni, tu stai discriminando in modo non ipotetico nei suoi confronti a causa della sua religione.-1.Un -1 davvero grande.
+1 È triste da dire, ma in pratica questa è la risposta corretta.Non moralmente, ma pragmaticamente.Fingere di essere filo-israeliano ti etichetta come un conservatore (per quanto assurdo sia), e questo è un suicidio per la carriera accademica in molte università occidentali moderne.Questo viene dall'ateo liberale, per inciso.Essere musulmano peggiorerà le cose, sfortunatamente;in primo luogo perché (di nuovo, mi dispiace, ma realisticamente) i musulmani tendono a lavorare con altri musulmani e in secondo luogo la sinistra si preoccupa profondamente dell'etnia.Questo è il motivo per cui i gay conservatori sono trattati molto peggio dei conservatori regolari.Ma io dico fallo comunque!
Amici commentatori, per favore ricordate che il vostro contesto culturale non è il contesto culturale di tutti.
@user3658307, cosa ha a che fare con Israele?Sta parlando dell'Olocausto.Questo è successo in Europa / Germania.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...